Contenuto sponsorizzato

Premio Nobel per la fisica: Andrea Ghez è la quarta donna al mondo a ricevere il prestigioso riconoscimento per i buchi neri

Insieme a Andrea Ghez, premiati anche Reinhard Genzel e Rogers Penrose per la ricerca sui buchi neri, un oggetto super-massiccio al centro della nostra via lattea. L’augurio della scienziata: “Spero di ispirare altre giovani donne a dedicarsi a questo campo del sapere”

Di Laura Gaggioli - 06 ottobre 2020 - 20:05

STOCCOLMA (Svezia). L’accademia reale svedese delle scienze, dopo il premio Nobel per la medicina 2020, assegnato ieri, lunedì 5 ottobre, agli scopritori del virus dell’epatite C, oggi ha premiato per la fisica i lavori sui “più oscuri segreti dell’universo”: i buchi neri.

 

La scienziata Andrea Ghez (55 anni) e il collega Reinhard Genzel (68 anni) sono stati premiati, infatti, per la loro ricerca sul nucleo della nostra galassia che ha portato alla scoperta della presenza di un oggetto invisibile e massiccio al centro della via lattea: un buco nero dalle dimensioni gigantesche che sembra trainare i movimenti delle stelle a velocità straordinarie.

 

“La fisica è uno studio che può regalare così tante soddisfazioni e se si è appassionati di scienza, c’è veramente molto da fare”, commenta Ghez durante la premiazione, cercando di ispirare e incoraggiare le giovani donne nel campo della fisica, campo in cui negli ultimi anni si sono fatti grandi passi avanti.

 

Si tratta della quarta volta nella storia del premio, in più di 150 anni, che una donna riceve il prestigioso titolo. La prima ad avere questo riconoscimento era stata Marie Curie nel 1903 per i suoi studi sulle radiazioni. A seguire Maria Goeppert-Mayer per il mantello atomico, nel 1963, e Donna Strickland nel 2018 per gli studi sulla fisica del laser.

 

L’altra parte del Nobel è andato invece al fisico Rogers Penrose (89 anni) per aver messo a punto il metodo matematico che ha dimostrato come i buchi neri siano diretta conseguenza della teoria della relatività generale di Albert Einstein, della cui esistenza lo scienziato stesso era titubante.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 gennaio - 13:44

L'allerta è scattata intorno alle 12.45 di oggi, sabato 23 gennaio, in zona del Dosso Costalta, parte sud-occidentale del Lagorai tra l’altopiano di Pinè e la val dei Mocheni. Sono in corso le operazioni e le attività di soccorso

23 gennaio - 12:41

A oltre 80 anni dalla firma apposta da suo bisnonno Vittorio Emanuele III alle leggi razziali, l'erede di casa Savoia Vittorio Emanuele III ha voluto inviare una lettera di scuse alla comunità ebraica italiana. "E' arrivato il momento di fare i conti con la Storia". Ma perché questo gesto? 

23 gennaio - 14:00

E' stata coinvolta una strada che era, però, già stata chiusa nella giornata di ieri per motivi di sicurezza. Non sono state coinvolte fortunatamente persone 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato