Contenuto sponsorizzato

Scuole, asili, edifici pubblici: Rovereto rottama le vecchie caldaie per ridurre consumi ed emissioni di Co2

Anche per il 2020, l'amministrazione comunale della Città della Quercia ha deciso di stanziare ingenti risorse per il contenimento energetico. Come? Attraverso una serie di interventi sul patrimonio edilizio di propria competenza: aggiornamento degli impianti di supervisione e generatori termici di nuova generazione

Pubblicato il - 11 January 2020 - 11:38

ROVERETO. Rovereto diventa sempre più green. L'amministrazione comunale della Città della Quercia, infatti, anche per il 2020, ha deciso di stanziare molte risorse per il contenimento energetico. 

 

Come? Attraverso una serie di interventi sul patrimonio edilizio di propria competenza finalizzati ad ottenere una maggiore efficienza in fase gestionale ed un miglioramento energetico, con riduzione dei consumi ed emissione di Co2.

 

Le strutture coinvolte sono, innanzitutto, le scuole di ogni grado (asili nido, scuole di infanzia, scuole elementari e scuole medie), ma anche altri edifici di pertinenza comunale. Gli interventi, per ora, si sono concentrati sull’ambito puramente impiantistico, con l’installazione di valvole termostatichesostituzione di elettropompe di circolazione e aggiornamento delle periferiche degli impianti di supervisione.

 

L'amministrazione ha poi provveduto alla riqualificazione delle centrali termiche della scuola elementare Dante Alighieri, della scuola media Degasperi e dell’immobile ex sede Asm in via Lungoleno destro, che attualmente ospita sia il Polo Universitario per le professioni sanitarie che spazi destinati alla Cooperativa Sociale Iter.

 

In queste strutture sono state sostituite le vecchie caldaie, obsolete, energivore e con ricorrenti problematiche manutentive, con generatori termici di nuova generazione contraddistinti da elevate prestazioni sotto il profilo dei consumi energetici e di rendimento. Il programma di azioni per il contenimento energetico, fa sapere l'amministrazione, non si fermerà qui (per ora, per far fronte a questi interventi, l'amministrazione ha già impegnato circa 250.000 euro).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
24 ottobre - 09:54
Sono circa 14 mila gli addetti necessari a questo settore tra strutture ricettive e della ristorazione. Gianni Battaiola (presidente di Asat): [...]
Cronaca
24 ottobre - 09:05
Dopo alcune segnalazioni dei cittadini gli agenti della polizia di Bressanone sono intervenuti e i tre, alla vista della 'Pantera' hanno tentato di [...]
Cronaca
24 ottobre - 06:01
Gli Ordini dei medici e delle professioni infermieristiche lamentano, con preoccupazione, una certa lentezza nell'applicare le disposizioni di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato