Contenuto sponsorizzato

Un concerto a 3.000 metri per ricordare le vittime del Covid-19 e ringraziare il personale sanitario

La Mùsega Auta Fascia, dell'Alta Val di Fassa, ha organizzato un incredibile concerto sul Sas Pordoi tra le cime ancora innevate delle Dolomiti. Un modo, unico, per ripartire, ma soprattutto ricordare chi non c'è più e ringraziare chi, in questi mesi, si è speso in prima linea per gli altri

Pubblicato il - 13 giugno 2020 - 18:40

VAL DI FASSA. Un'intera banda musicale, a 3.000 metri di quota, per ricordare le vittime del Covid-19 e ringraziare simbolicamente tutti gli operatori sanitari che in questi mesi si sono spesi nella lotta al virus. Così la Mùsega Auta Fascia (QUI PAGINA) ha voluto celebrare l'inizio dell'estate e la fine del lockdown, con un concerto mozzafiato sul Sas Pordoi.

 

 

Le note della banda dell'Alta Val di Fassa, che comprende i comuni di Mazzin, Campitello e Canazei, hanno riempito lo spazio tra le cime ancora innevate delle Dolomiti. Anche la banda ha dovuto interrompere la propria attività a causa del Covid-19 e così, oggi, sabato 13 giugno, ha deciso di celebrare questo ritorno a una nuova normalità con un concerto davvero eccezionale. Come hanno precisato i componenti della banda Mùsega Auta Fascia, però, con questo concerto hanno voluto soprattutto ricordare e onorare chi ha lottato, chi se ne è andato e tutti i medici, gli infermieri e gli operatori che con fatica e sacrificio hanno lottato in prima linea contro il virus. 

 

 

Allo straordinario evento ha preso parte anche il vicepresidente del Consiglio Regionale, Luca Guglielmi. "Sono stati mesi molto difficili - ha commentato - e vogliamo ringraziare tutti coloro che si sono dedicati agli altri per affrontare questo momento difficile. È un momento di ricordo, ma anche di rinascita, di ripartenza".

 

Si è trattato di un concerto davvero unico che pochi, purtroppo, hanno potuto seguire dal vivo ma molti hanno potuto, comunque, ascoltare le note della banda attraverso i suoi canali social. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 20:21

La diffusione del virus Comune per Comune: a Rovereto 11 casi, 8 a Trento. La Provincia di Trento maglia nera fra i territori italiani per quanto riguarda l’incidenza. Ecco la mappa dei contagi sul territorio

27 settembre - 18:22

Davide Bassi, ex rettore dell'Università di Trento, di fronte alla crescita dei contagi in Regione nelle ultime settimane, si è interrogato sulle modalità di somministrazione dei tamponi. Farne tanti è infatti sempre una garanzia di una più efficace strategia di contenimento del virus? La risposta è scettica e fa riflettere sul modo con cui la Giunta Fugatti ha comunicato in questi mesi di emergenza. "Non serve farne tanti ma alle persone giuste"

27 settembre - 19:55

Continuano a crescere in Alto Adige i casi di strutture scolastiche e per l'infanzia costrette a chiudere per l'insorgenza di contagiati tra gli alunni. Dopo i due nuovi positivi riscontrati in due istituti superiori di Bressanone e la chiusura per 2 settimane del Gandhi di Merano, anche l'asilo Moos di Sesto dovrà chiudere i battenti per la sanificazione. 13 i bambini in isolamento, assieme al personale della materna

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato