Contenuto sponsorizzato

Cordoglio per la scomparsa del conte Ulrico Spaur, l'Apt val di Non: ''Grande cultura, amico e uomo generoso''

Si è spento sulla soglia degli ottant’anni il conte Ulrico Spaur proprietario di Castel Valer, splendido maniero che domina la frazione di Tassullo, oggi Comune di Ville d’Anaunia. L'Apt val di Non: "Grazie alla sensibilità sempre dimostrata rispetto alle nostre proposte, infatti, è stato possibile pianificare una serie di attività che hanno portato un indiscusso valore aggiunto a tutto il panorama culturale provinciale"

Pubblicato il - 20 febbraio 2021 - 12:53

VILLE D'ANAUNIA. L’Azienda per il turismo val di Non apprende con dolore la notizia della scomparsa del conte Ulrico Spaur e si unisce al cordoglio con un pensiero particolare rivolto ai suoi famigliari (Qui articolo).

"La sua disponibilità - commenta Giulia Dalla Palma, direttrice dell'Apt val di Non - nel mettere a disposizione gli spazi di Castel Valer e la collaborazione dimostrata in questi anni sono stati decisivi per avviare e far crescere il grande progetto 'Castelli della Val di Non', fiore all’occhiello nella proposta culturale locale. La possibilità di creare una rete di dimore castellane pubbliche e aperte ai visitatori significa infatti per il Trentino un’impareggiabile opportunità di crescita e sviluppo turistico, e in questo il contributo di Ulrico è stato determinante".

 

Si è spento sulla soglia degli ottant’anni il conte Ulrico Spaur proprietario di Castel Valersplendido maniero che domina la frazione di Tassullo, oggi Comune di Ville d’Anaunia. "Grazie alla sensibilità sempre dimostrata rispetto alle nostre proposte, infatti, è stato possibile pianificare una serie di attività che hanno portato un indiscusso valore aggiunto a tutto il panorama culturale provinciale".

L’apertura di Castel Valer, inoltre, ha creato anche opportunità lavorative per alcuni giovani che si sono formati come guide all’interno del castello: il conte Ulrico aveva instaurato un legame di amicizia e di affetto.

 

"Una persona di grande cultura - conclude Dalla Palma - ma anche amico e uomo generoso. Sono profondamente rattristata dalla sua scomparsa; speravo davvero ci potessero essere ancora occasioni per incontrarsi e pianificare assieme il futuro del castello, come era suo desiderio. Negli anni il conte si era appassionato al nostro progetto turistico di valorizzazione e ne seguiva tutti gli aspetti con passione e attenzione. Ha dedicato la sua vita a ristrutturare Castel Valer e, grazie anche alla preziosa opera del suo collaboratore Massimo Goio, l'ha sempre mantenuto in condizioni perfette, continuando a curare minuziosamente ogni dettaglio. Verrà sempre ricordato con affetto e gratitudine. Alla famiglia un sincero pensiero di vicinanza”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 dicembre - 19:58
Trovati 73 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 79 guarigioni. Sono 73 i pazienti in ospedale. Sono 892.851 le dosi di [...]
Società
06 dicembre - 19:02
La città di Belluno dedica una piazza in memoria di Angelina Zampieri, vittima di femminicidio nel 1913. La ragazza, che si era trasferita a Povo [...]
Cronaca
06 dicembre - 20:45
Nell'aggiornamento delle autorità sanitarie risultano effettuate 36.514 vaccinazioni con prenotazione, oltre a 7.531 somministrazioni a [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato