Contenuto sponsorizzato

Dai borghi alla città, i Natali della Vallagarina vogliono raccontare un Trentino segreto, di arte e cultura, tradizioni e antichi sapori

Sinfonie di luce, campane e presepi uniranno i 17 comuni lagarini in un vivido abbraccio sonoro per esprimere il significato autentico di questo periodo. Una serie di appuntamenti per le festività natalizie in Vallagarina

Pubblicato il - 03 dicembre 2021 - 16:57

ROVERETO. Raccontare un Trentino segreto, di arte e cultura, tradizioni e antichi sapori; questo l'obiettivo di "Natali della Vallagarina", una serie di iniziative che puntano anche sulla luce e il blu che illumineranno i campanili, i castelli, e i luoghi simbolici della valle, tra cui la Campana dei Caduti, custodi del tempo e della voce delle comunità.

 

Anche quest’anno nella città della Quercia ci sarà il “Natale di Luce” con il tradizionale mercatino dell'artigianato e dei sapori, mostre d'arte e di fotografia, visite guidate a tema, presepi e attività per i più piccoli tra palazzi settecenteschi, bastioni medievali e musei della città. "L’offerta del progetto 'Natali della Vallagarina' - dice Mario Bortot, assessore al turismo del Comune di Rovereto - è rivolta ai turisti ma anche ai Comuni e alle loro comunità. È un’occasione importante per raccontare il territorio. Da questa iniziativa dovremmo trarre tutti spunto per collaborare fra noi anche nel resto dell’anno".

 

Sinfonie di luce, campane e presepi uniranno i 17 comuni lagarini in un vivido abbraccio sonoro per esprimere il significato autentico di questo periodo.

 

"Arte e bellezza sono le parole chiave del Natale a Rovereto. Ci saranno mostre con quadri di artisti locali, presepi e molto altro”, spiega Patrizia Andreatta della Cooperativa 0464, mentre il presidente dell'Apt Rovereto, Vallagarina e Monte Baldo, Giulio Prosser, aggiunge: "I 17 campanili illuminati creano un mercatino grande complessivamente 700 metri quadrati. Questa unione fa bene a tutti".

 

Il consigliere di Apt e presidente dell'Associazione albergatori della Vallagarina, Mauro Nardelli, ha rimarcato che i Natali sono un segno di rinascita e apertura verso il turismo dopo quest’anno difficile mentre Silvia Passerini, direttrice Apt, ha affermato che "I Natali della Vallagarina" sono un progetto a cui l'Azienda per il turismo tiene molto. "E' in atto - ha ricordato - una campagna di promozione importante sul web, carta stampata, tv e radio per veicolare i Natali sul territorio trentino ma anche fuori provincia".

 

A chiudere la presentazione con i rintocchi di Maria Dolens il messaggio di don Daniele Laghi: “Questo Natale è simbolo di un desiderio di rinascita. Il “noi” è il futuro della comunità presente e di quelle che verranno. Il Natale aiuta a far percepire il territorio come unico, siamo una zona di confine che è riuscita ad andare oltre le barriere e ad unirsi per un progetto così importante. Il Natale - ha concluso - significa anche “sguardo”, ovvero guardare al prossimo”.

 

Natale nei Palazzi Barocchi

Ala riproporrà il Natale nei Palazzi Barocchi. Le bellezze architettoniche di uno dei più eleganti borghi del Trentino, le luminarie e le iniziative legate al mondo della seta, la cui produzione rese grande questa città nel Settecento, coinvolgeranno il pubblico in un affascinante racconto a tema. Palazzi di pregio apriranno le porte per far assaggiare ai visitatori le eccellenze enogastronomiche e incontrare di persona gli artigiani e gli artisti del mercatino. Il tutto verrà arricchito da visite guidate, mostre, intrattenimenti musicali e da uno spazio pensato per i più piccoli. Claudio Soini, sindaco di Ala ha ringraziato per aver svolto l’incontro alla Campana, il luogo simbolo di pace per eccellenza. Il Natale di Ala - ha detto - sarà dedicato in primis ai bambini con tante attività.

 

Natale al Castello

Tre fine settimana da vivere in un luogo davvero magico, illuminati dal fuoco, riscaldati dal cibo e dal vino, accompagnati dal ritmo delle parole e della musica. Il Castello di Avio, sospeso tra i vigneti della Vallagarina e il Monte Baldo, ha sentieri nascosti, enigmi da risolvere, storie e leggende da raccontare.

 

Nel periodo natalizio, il castello propone un mercatino, visite guidate e degustazioni di prodotti locali in una cornice indimenticabile. Ivano Fracchetti, sindaco di Avio ha sottolineato che Il Natale ad Avio è già partito lo scorso week end. Le amministrazioni comunali della Vallagarina sono il motore di tutte le iniziative, sotto la guida di Apt.

 

Il Natale dei Ricordi “El Nos Nadal”

A Castellano tornerà a risplendere El Nos Nadal-Il Natale dei ricordi, un viaggio alla scoperta delle tradizioni di un tempo che rivivono nelle vie, nelle case e nelle corti del borgo. Si potranno ammirare presepi, colorati addobbi, mostre fotografiche, assistere a concerti, partecipare a laboratori per bambini ed ascoltare storie. Creative lanterne preparate dagli abitanti illumineranno le vie, mentre nelle corti si potranno assaporare le ricette della tradizione. Maurizio Manica della Pro Loco Castellano ha rimarcato che il borgo continuerà ad essere una comunità con i suoi 700 abitanti. Quest’anno sarà la 5 edizione.

 

Terra Natale

Isera propone un Natale itinerante fra le diverse frazioni del comune per scoprirne le bellezze architettoniche, assaggiare le specialità dei produttori enogastronomici e gustare i piatti della tradizione nei ristoranti locali. Momenti musicali e attività per adulti e bambini completano il programma. Sergio Valentini, assessore al Turismo del Comune di Isera ha sottolineato che il Natale è legato al progetto “Isera con Gusto”, focus sui prodotti enogastronomici del comune di Isera. Obiettivo: far lavorare assieme le frazioni di uno stesso comune.

 

La Fiaba del Natale

Il cuore del paese di Mori vedrà crescere una foresta incantata con tanti alberi rigogliosi. Basterà alzare lo sguardo per ammirare gli addobbi, le luci e le proiezioni tutto intorno alla Piazza Principale. A corredo, mostre, musica e diversi appuntamenti culturali legati al mondo del teatro. Stefano Barozzi, sindaco di Mori ha annunciato che, oltre a Wunderwald” la foresta nordica, ci saranno anche i presepi e gli addobbi realizzati dalle scuole del paese.

 

Il Natale dell’Albero

Nel borgo alpino di Brentonico, vicino alle piste di Polsa, San Valentino e San Giacomo l’attesa del Natale si scandisce a colpi di scalpello. Artisti riuniti sul Monte Baldo da ogni angolo del Trentino e da fuori Regione si confrontano per dare vita a meravigliose sculture in legno. Tutti possono ammirare le creazioni passeggiando nelle vie del centro storico e nominare l’opera preferita. Quale sarà la più votata, eletta vincitrice del simposio di quest’anno? Dante Dossi, sindaco di Brentonico ha ricordato che il Natale di Brentonico avrà un carattere naturalistico-ambientale legato al Parco del Baldo. Oltre al simposio di scultura ci saranno anche tante attività per bambini. L’obiettivo è dare speranza, le montagne un tempo simbolo di guerra, ora sono un simbolo di pace.

 

I Presepi Monumentali

Nomi ospiterà i tradizionali presepi monumentali. Ad arricchire queste rappresentazioni ci saranno luminarie, grandi alberi addobbati, musica e canti natalizi nell’aria. Oscar Perghem della Pro Loco di Nomi ha ricordato che è il 30° anniversario dei Presepi Monumentali.

 

I Paesi dei Presepi

Besenello, Calliano, Nogaredo, Pomarolo, Ronzo-Chienis, Terragnolo, Trambileno, Vallarsa, Villa Lagarina e Volano sono i “Paesi dei Presepi”. Lungo le vie e nelle fontane, nelle piazze, nelle botteghe, nelle corti e negli angoli più caratteristici e nascosti saranno custodite le più belle rappresentazioni della Natività. Lara Poletti, assessora al Turismo del Comune di Volano si è complimentata per i campanili blu che punteggiano la valle. Volano quest’anno farà un mercatino, in programma concerti dei cori e della banda, il grande albero illuminato e i presepi.

 

Novità di quest’anno a Nogaredo la pista di pattinaggio che farà la gioia di adulti e bambini come ha annunciato Alberto Scerbo, sindaco di Nogaredo. Ci saranno anche due punti ristoro provvisti di golosi spuntini e bevande per riscaldarsi.

Anche la Campana dei caduti ospita l’interessante mostra “Presepi contro” dedicata ai presepi dell’artista Muky.

 

A Natale regala la Vallagarina

“Colleziona momenti, non cose”. E quindi, quale miglior regalo di un’esperienza in Trentino? Si potrà scegliere tra rilassanti soggiorni, cene nei ristoranti di Rovereto, Vallagarina e Monte Baldo, esperienze in cantina o Museum Pass, la card che garantisce l’accesso gratuito ai principali musei del Trentino.

Come funziona? Si acquista online su visitrovereto.it il voucher con data aperta da utilizzare nel corso del 2022, prenotando l’esperienza desiderata direttamente all’operatore.

L’iniziativa è il segnale che la Vallagarina lancia a sostegno del territorio e in particolare delle piccole realtà imprenditoriali, invitando a donare prodotti tipici, esperienze culturali, cene in ristoranti, fine settimana tra natura, cultura e gusto.

 

Sorsi di Natale

Nei fine settimana precedenti il Natale porte aperte in cantina per andare alla scoperta del magico mondo del vino. In programma anche speciali eventi come cene con i produttori, enotour e degustazioni verticali dei vini autoctoni del territorio.

Alessandro Marzadro, della Distilleria Marzadro e Consigliere Apt ha sottolineato che quest’anno l’enogastronomia avrà un ruolo chiave nei Natali e si è riusciti a garantire l’apertura delle cantine nei week end precedenti il Natale: 33 saranno le cantine coinvolte. 9 gli eventi in programma organizzati da Apt e da 15 cantine del territorio coinvolte.

 

Questo il programma di “Sorsi di Natale”:

3 dicembre “Aperitivo sui lieviti” alla Cantina d’Isera. Degustazione della linea dei vini TrentoDoc della cantina.

4 dicembre “Essenza della Vallagarina” a Castel Noarna e alla Distilleria Marzadro con visite e degustazioni.

5 dicembre “Degustazione di vini tipici alensi” all’Osteria Carnera di Ala.

10 dicembre “Enotour invernale” al Borgo dei Posseri.

11 dicembre “Una sfida nel tempo” all’Azienda Agricola De Tarczal.

12 dicembre “I Vignaioli lagarini e la cucina del territorio” all’Azienda Agricola Vallarom.

17 dicembre “TrentoDoc dal vivo” all’Azienda Agricola Balter.

18 dicembre “Storie di vini e vignaioli” all’Azienda Agricola Mattè.

19 dicembre “Uve e vitigni” all’Azienda Agricola La Cadalora.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 gennaio - 20:14
Trovati 1.767 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Sono 148 i pazienti in ospedale. Sono 144 le classi scolastiche in isolamento
Cronaca
16 gennaio - 18:54
Complicata l'operazione di recupero del rottame, i vigili del fuoco e i tecnici valutano come intervenire nelle prossime ore. Il conducente [...]
Cronaca
16 gennaio - 17:01
Il pilota ed ex ambasciatore di Trentino Marketing ha spiegato che quando ha detto la frase ''ho preso il Covid apposta per poter essere in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato