Contenuto sponsorizzato

Il parco avventura è pronto a partire ma nessuno si fa avanti per gestirlo: bando del Comune deserto

"Ora si proseguirà cercando un gestore con trattative private - spiega il sindaco di Cinte Tesino Leonardo Ceccato - l'obiettivo è riuscire a partire entro l'estate, indicativamente a luglio"

Di Filippo Schwachtje - 06 giugno 2021 - 11:33

CINTE TESINO. Piattaforme in legno, ponti di corde e teleferiche sono pronte a partire, ma al parco avventura di Cinte Tesino manca ancora un gestore, il sindaco Ceccato: “Il bando di gara è andato deserto, ora si passerà a trattative private con l'obiettivo di riuscire ad aprire a luglio”.

 

L'investimento per il parco avventura fra gli alberi è stato non da poco: ben 320mila euro, finanziati per la maggior parte dalla comunità di Cinte Tesino (170mila euro) e il resto (150mila euro) grazie all'intervento del Fondo investimenti minori. “Dal punto di vista economico – spiega il sindaco di Cinte Tesino Leonardo Ceccato – il Comune non punta certo ad avere particolari entrate, ma il parco è un'opera importante per tutto il Tesino”.

 

Al bando di gara indetto dall'Amministrazione qualche settimana fa per la gestione del parco (che ha tutte le carte in regola, tra autorizzazioni e certificazioni, per iniziare le attività) non si è però presentato nessuno. “Non è facile trovare una realtà gestionale adatta a una struttura del genere – spiega Ceccato – ci vogliono una serie di figure professionali particolari legate all'ambito della sicurezza, persone con patentini appositi ed una formazione idonea, per esempio, al soccorso in fune”.

 

Sono 6 in tutto i percorsi, dal grado 'verde' al 'nero', realizzati al parco di Cinte Tesino, un'ampia scelta di livelli di difficoltà in grado di attrarre appassionati più o meno esperti di tutte le età. Per questioni di sicurezza è stato scelta, dice il sindaco: “La 'linea unica', che prevede che tutto il percorso venga effettuato senza mai staccare i moschettoni da un'unica fune. In generale il parco è in grado di accogliere grandi e piccoli, comprese le scolaresche”.

 

Forse per la situazione di incertezza determinata dalla pandemia però, o forse per le particolari qualifiche richieste ai gestori, dopo la gara 'deserta' ora per trovare un gestore al parco il Comune dovrà procedere con trattative private. “L'obiettivo è riuscire a partire entro l'estate, indicativamente a luglio – conclude Ceccato – per chiunque fosse interessato basterà farsi vivo in Comune e vedremo di trovare un accordo: l'Amministrazione farà sicuramente la sua parte”.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
07 dicembre - 12:57
Per domani (mercoledì 8 dicembre) sono attesi disagi in tutta la Provincia di Bolzano per l'arrivo della neve nel fondovalle: previsti fino a 30 [...]
Politica
07 dicembre - 11:54
Incontro via remoto tra i tre governatori dell'Euregio. Dalla disamina di Fugatti è emerso che la maratona vaccinale sta andando abbastanza bene [...]
Cronaca
07 dicembre - 11:53
Difficile la situazione negli ospedali del territorio con 99 i ricoveri in area medica, poi 18 quelli [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato