Contenuto sponsorizzato

Luoghi pubblici, il sindaco di Mezzocorona si sfoga sui social: "Capisco l'esigenza, ma esiste un limite a tutto"

Mattia Hauser, sindaco di Mezzocorona, all'ennesimo episodio di inciviltà fa un appello ai giovani e alla cittadinanza in generale: "Nessuno vieta di trovarsi in questi luoghi, ma perché nel farlo mancate di rispetto a voi stessi e alla comunità?"

Di Laura Gaggioli - 14 febbraio 2021 - 19:46

MEZZOCORONA. I parchi, così come i luoghi pubblici in generale, sono sempre teatro di civiltà e inciviltà. C’è chi sa riconoscerne e apprezzarne la possibilità e per questo li rispetta, chi invece li utilizza a propri vantaggio e li deturpa. Non sono poche infatti le notizie o le lamentele degli abitanti che ogni giorno riportano incuria dei concittadini nelle strade dove si è portato il proprio cane a passeggio o nei luoghi tipicamente frequentati dai giovani. A Mezzocorona, il Sindaco Mattia Hauser, ha così deciso di fare un appello sui social: “Capisco il periodaccio che stiamo vivendo, la voglia di evadere e la mancanza di offerte. Capisco che soprattutto a 14 o 18 anni la libertà sia un’esigenza, ma esiste un limite a tutto”.

Il sindaco si riferisce al deterioramento lasciato fra gli ex ambulatori e l’ex molino, ai campetti, al parco Bertagnolli e al parco di Stont, solo per citare alcuni degli esempi di mancanza di rispetto, e ribadisce: “Nessuno vieta di trovarsi in questi luoghi, ma perché nel farlo mancate di rispetto a voi stessi e alla comunità? Siamo stanchi di raccogliere le vostre immondizie, le vostre sigarette, di riparare i vostri danni, di pulire quando imbrattate. Dovete imparare l’educazione”.

Non è quindi un monito all’utilizzo di questi spazi, piuttosto uno sfogo mirato verso quei luoghi che costantemente vertono in situazioni penose, luoghi frequentati in tutte le ore e per questo difficili da controllare, per imparare a prendersi cura dei propri spazi. Un appello sincero, che esorta anche al rispetto degli spazi comuni come diritto e come dovere, verso sé stessi, verso l’altro e verso l’ambiente, l’unico a nostra disposizione.

 

Ma anche un richiamo generale anche a tutti i padroni di cani che lasciano di tutto e di più nelle strade del Comune. “Si tratta di danni di piccola entità ma che creano comunque disagio e impegno risorse pubbliche per ripristinarli. Quando basterebbe solo un po' di educazione civica - sottolinea il Sindaco, che conclude - la maggior parte dei giovani è educata, è un peccato che per colpa di pochi tutta la categoria venga penalizzata. Come al solito fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce, ma il mio appello è un invito a impegnarsi per dimostrare a tutti quanto valgono”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 30 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
30 novembre - 20:00
Trovati 199 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 104 guarigioni. Sono 52 i pazienti in ospedale. Sono 840.024 le dosi [...]
Cronaca
30 novembre - 19:39
Il successo dell'opera realizzata dallo scultore veneto a Lavarone è enorme ma dal 2018, quando la tempesta si è abbattuta su Veneto e Trentino [...]
Politica
30 novembre - 21:00
I contratti del pubblico impiego sono bloccati e se i consiglieri regionali sono reduci dall'adeguamento dell'indennità, adesso sembra arrivato il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato