Contenuto sponsorizzato

Nonostante la pandemia la libreria Arcadia non molla e si rinnova: più categorie di libri e aperto uno shop online. "Siateci vicini"

Ad un mese dal suo quinto anno di vita nella città di Rovereto, la libreria Arcadia ha deciso di rinnovarsi. Nuovi settori, iniziative, molti più titoli, un’esposizione migliorata e un sito anche con la possibilità di acquistare online

Di Lucia Brunello - 29 gennaio 2021 - 15:51

ROVRETO. Ad un mese dal quinto compleanno nella città di Rovereto (e 23 dalla nascita a Roma) e nel corso di una pandemia mondiale, la libreria Arcadia di Rovereto non molla ma anzi sceglie di rinnovarsi. Tante sono le novità in vista per i clienti futuri e affezionati, e noi ce le siamo fatte raccontare da Giorgio Ghizzi, uno dei quattro soci della libreria. 

 

"In primo luogo aumenteremo il numero dei titoli fisicamente presenti in libreria, così da soddisfare i nostri lettori più velocemente", spiega Ghizzi a ilDolomiti.it. "Per farlo abbiamo commissionato nuovi banconi espositivi agli stessi artigiani del legno con cui lavorammo in passato".

 

"Anche il layout della libreria cambierà almeno in parte: l’Arcadia è sempre stata arredata con oggetti che venivano dal passato, come macchine per scrivere, radio a valvole, proiettori, telefoni a gettoni e così via. Sono testimonianze di un tempo che solo apparentemente non c’è più, ma che invece resta, sedimenta e ci influenza: saranno disposti vicino ai libri, a portata di mano dei frequentatori, quasi invitandoli ad esser toccati. Gli oggetti sono testimoni muti dello scorrere del tempo".

 

Insieme al numero dei titoli, arriveranno anche settori che prima non c’erano, creati sulla base di una crescente richiesta di lettrici e lettori. "Altri ancora lì potenzieremo come la letteratura di viaggio, per esempio".

 

Una delle novità principali, che ha da subito attirato l'attenzione di tantissimi affezionati, sarà il potenziamento del sito web, che finora non era mai stati abilitato alla vendita di libri. "Ora anche i tantissimi che ci seguono da lontano e che volevano da noi la spedizione dei libri che proponevamo su Facebook o che presentavamo, potranno acquistarli direttamente".

 

"Sarà qualcosa di assolutamente nuovo: non ci interessa profilare clienti, carpire loro dati. Vogliamo che restino lettori e persone consapevoli e che ci scelgano per le nostre competenze, mantenendo intatta la nostra umanità: siamo e vogliamo continuare ad essere librai e non algoritmi", continua. 

 

"Chi frequenta l’Arcadia sa che noi quattro librai i libri li leggiamo davvero. Anche chi frequenterà il nostro sito dovrà saperlo: non ci troverà dentro cose suggerite per convenienza o perché sono di moda. L’editoria spesso propone ‘libroidi’ e non libri veri: noi staremo dalla parte di questi ultimi".

 

"I nostri primi cinque anni qui sono stati ricchi di impegno, di incontri, di rapporti umani: dopo una diffidenza iniziale, i lettori hanno risposto. Non sarebbero stati possibili questi cinque anni tuttavia senza l’esperienza dei 23 anni romani precedenti: grazie a quelli abbiamo potuto permetterci di esser tenaci. Sono belle queste candeline sulla torta: in altri tempi avremmo festeggiato ‘in presenza’, ora ci dovremo accontentare del virtuale nel quale gli abbracci non arrivano".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 dicembre - 19:58
Trovati 73 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 79 guarigioni. Sono 73 i pazienti in ospedale. Sono 892.851 le dosi di [...]
Cronaca
06 dicembre - 20:45
Nell'aggiornamento delle autorità sanitarie risultano effettuate 36.514 vaccinazioni con prenotazione, oltre a 7.531 somministrazioni a [...]
Cronaca
06 dicembre - 18:54
Il problema sta capitando con grande frequenza a chi ha prenotato negli scorsi giorni la sua dose di vaccino e ha ottenuto appuntamento [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato