Contenuto sponsorizzato

''Grazie a chi si è preso cura di me''. A 3 anni dall'incidente sul trampolino Alessandro Facchini ricorda quei terribili momenti e ringrazia i medici

Era il 13 agosto 2019 e durante un evento di beneficienza a Predazzo di cui è stato tra gli ideatori, "Fai un salto per Matteo", un'iniziativa per supportare il recupero dell'ex atleta Matteo Antico, protagonista di un incidente in parapendio. La lettera di Alessandro Facchini

Di L.A. - 13 August 2022 - 18:42

TRENTO. Sono trascorsi 3 anni dal grave incidente in cui è rimasto coinvolto Alessandro Facchini, oggi presidente del gruppo ciclistico "W la fuga" ma anche ex saltatore con gli sci dal trampolino

 

"Sembra ieri e voglio nuovamente ringraziare tutti". Era il 13 agosto 2019 e durante un evento di beneficienza a Predazzo di cui è stato tra gli ideatori, "Fai un salto per Matteo", un'iniziativa per supportare il recupero dell'ex atleta Matteo Antico, protagonista di un incidente in parapendio.

 

L'ex atleta classe '83 inizia fin da giovanissimo a praticare, insieme al fratello gemello Renato, la disciplina del salto con gli sci tra le fila dell’Unione Sportiva Dolomitica di Predazzo. Si appassiona fortemente a questo sport e salto dopo salto ottiene, dopo aver fatto tutta la trafila delle squadre giovanili, la convocazione nella nazionale maggiore partecipando anche, nel 1999, alla gara di qualificazione della tappa di coppa del Mondo, di scena proprio sul trampolino di casa in val di Fiemme.

 

La sua carriera di alto livello finisce lì ma Antico porta avanti la sua passione e partecipa alle gare master. In parallelo sviluppa anche la passione per il parapendio. Una passione che però gli costerà tantissimo. Nel 2018 sull'Alpe Cermis un grave incidente, precipita a terra da qualche decina di metri. Trasportato in condizioni gravissime all'ospedale Santa Chiara, si risveglia ma resta sulla sedia a rotella e lotta ogni giorno per migliorare. 

 

Ma Antico non viene mai lasciato solo, c'è la famiglia e c'è la comunità. Ogni anno l'Unione sportiva Dolomitica di Predazzo organizza un evento tra sport e solidarietà. Una manifestazione con ingresso a offerta libera e consumazioni/attività a pagamento che ha lo scopo di raccogliere fondi per aiutare il giovane predazzano.

 

E' il 2019 quando Facchini ha un incidente sul trampolino, qualcosa va storto e finisce violentemente a terra. I soccorsi, la corsa in ospedale e il lungo recupero. E così il presidente di "W la fuga" vuole ricordare quei momenti e ringraziare ancora una volta tutti quanti l'hanno soccorso, l'hanno seguito e gli sono stati vicini in quei giorni difficili. 

 

Ecco la lettera in forma integrale
Sono Alex Cialdo (Alessandro Facchini), ex Saltatore con gli sci dal trampolino. 

 

Volevo pubblicamente ringraziare tutti quelli che martedì 13 agosto 2019 erano presenti nell’evento di beneficenza di Predazzo "Fai un salto per Matteo". 

 
Sono stati partecipi in mio soccorso in zona trampolini il dott. Fazzini e il dott. Comincini. Sono caduto come apripista e in pochissimo tempo ero già sorretto da loro.

 

Volevo ringraziare pure tutto il pubblico presente per l’applauso di incoraggiamento che mi hanno riservano e inoltre volevo ringraziare tutti quelli che hanno organizzato questa manifestazione: tutte le associazioni di Predazzo, impegnare per fare in modo che l’idea nata da Sandro Pertile e dal sottoscritto prendesse corpo e potesse diventare proprio una serata speciale. 

 

Poi un doveroso ringraziamento a tutti i medici infermieri, Oss che si sono presi cura di me in un primo momento a Cavalese: dal primario di anestesia dott. Gerardo Liguori, il primario dott. Marco Molinari e tutto il personale dell’ospedale. 

 

E infine tutto il personale dell’ortopedia settimo piano Santa Chiara e la sala operatoria di ortopedia con tutta la sua equipe. Poi il personale del San Camillo e tutto il personale di Villa Rosa Pergine. E tutti i colleghi che sono venuti a farmi visita (mi avete fatto sentire come a casa).

 

Gli amici che hanno pensato a me e mi hanno augurato buona guarigione sui social e venendomi a trovare e tutta la mia famiglia che ora mi dovrà vedere per un lungo periodo a letto e mi dovrà accudire. 

 

Non per ultimi un grande grazie ai dottori che sono stati fantastici nel sistemarmi l’acetabolo: Antonio Musetti, Fabrizio Comincini e Lapo De Luca, senza dimenticare gli anestesisti che non mi hanno fatto sentire il dolore. 

 

Grazie, grazie, grazie di cuore a tutti voi. Un abbraccio a tutti e sempre "Matteo non mollare mai". 

Il paziente, Alessandro Facchini

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 24 settembre 2022
Telegiornale
24 Sep 2022 - ore 21:22
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
26 settembre - 13:15
Il leader di Azione ha detto la sua dopo i risultati delle elezioni politiche, nelle quali a livello nazionale il Terzo Polo ha ottenuto poco meno [...]
Politica
26 settembre - 12:37
L’analisi di Letta dopo la sconfitta del Partito Democratico: “Gli italiani hanno scelto la Destra, un giorno triste per l’Italia e [...]
Politica
26 settembre - 10:33
A livello di collegio Fratelli d'Italia doppia la Lega e stacca di quasi di due punti percentuali il Partito democratico. Il terzo polo davanti [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato