Contenuto sponsorizzato

Dopo le fake news sul lago di Garda ecco 'un'ambasciata' in terra tedesca per fare "buona informazione": "Trattare correttamente temi come pandemia e siccità"

E' nata a Monaco di Baviera una "rappresentanza del lago" grazie al portale di informazione 'gardaseee.de' che aprirà le porte della sua sede per promuovere incontri ed eventi riguardanti una delle mete più apprezzate dal mondo tedesco. Kiebler: "Stiamo già parlando con comuni ed enti territoriali del lago. Ci piacerebbe che le informazioni arrivassero ai nostri turisti in maniera trasparente​"

Di F.C. - 27 marzo 2023 - 19:53

MONACO DI BAVIERA. Da sempre meta tra le più amate dal mondo tedesco il Lago di Garda ora avrà una 'sede' punto di riferimento a Monaco di Baviera, dove ora nascerà una rappresentanza del lago, una sorta di 'ambasciata gardesana' in terra tedesca. Da quest'anno la sede del portale 'gardasee.de' aprirà le sue porte in un caratteristico vicolo direttamente sul Viktualienmarkt. Le tematiche affrontate non saranno solo gli aspetti più legati al turismo, ma anche temi quali la siccità . Questo, accusa 'gardasee.de', anche per fare "buona informazione" e contrastare le fake news circolate negli ultimi anni.

 

Nasce così il format "Ci parliamo", una rassegna di incontri con l'obiettivo di comunicare e presentare temi e iniziative turistiche del Lago di Garda direttamente in Germania. Agli eventi saranno presenti direttamente rappresentanti del territorio del Lago di Garda.

 

Al primo appuntamento che si è tenuto, il 17-18 marzo, è stato ospitata la professoressa Sonia Devoti, presidente del Ctg di Brenzone sul Garda, e il suo team hanno presentato il progetto "Il Teatro degli Ulivi" con l’iniziativa "Adotta un Ulivo".

 

L'evento, che si è svolto in due pomeriggi, ha avuto un grande successo incontrando la piena soddisfazione di Devoti e del suo team, dei giornalisti presenti e dei circa 30 ospiti tedeschi che hanno avuto la possibilità di assistere in prima persona al coinvolgente racconto delle origini del progetto in cui tutto è iniziato dalla messa in vendita del terreno di Campo sul quale si tiene ogni anno la manifestazione "Notti magiche".

 

Per sostenere l’associazione nei suoi progetti è stato pensato di proporre l'adozione di un ulivo: un totale di 150 alberi secolari di ulivo si trovano sul terreno di Campo. Un invito allargato anche ai tanti appassionati, che ogni anno vengono dalla Germania. E la risposta è stata immediata. Grazie all’iniziativa "Ci Parliamo" il progetto "Adotta un Ulivo" è riuscito a raccogliere oltre 20.000 euro.

 

"È stata meravigliosa l’accoglienza che ci hanno riservato gli amici tedeschi in occasione della presentazione del progetto a Monaco di Baviera lo scorso fine settimana - racconta Devoti -. Parlando con loro, vedendo i loro occhi illuminarsi nel ricordare le vacanze al lago, abbiamo avuto la conferma di quanto amino il Garda e il suo territorio e quanto vi si sentano legati. È per questo che il progetto di un 'Teatro tra gli ulivi', nel magico borgo di Campo, ha trovato in molti un pieno appoggio attraverso l’adozione di un ulivo secolare, nel segno della cultura e della bellezza che unisce i popoli come universale linguaggio di pace".

 

"Solo con il coinvolgimento di chi ha a cuore la tutela e la valorizzazione del nostro territorio - conclude la professoressa -, come le persone che abbiamo incontrato a Monaco, che non possiamo più definire solo turisti o ospiti, ma nuovi amici con i quali condividere qualcosa di straordinariamente bello che rimarrà a beneficio di tutti".

 

La sfida sarà anche comunicare su temi, quali quelli della siccità. Oltre al fornire indicazioni utili, il portale sottolinea come sia stato necessario e importante in questi ultimi anni fare buona informazione. "Ci piacerebbe che le informazioni arrivassero ai nostri turisti in maniera trasparente - dice Hubert Kiebler fondatore e titolare di gardasee.de - e corretta soprattutto quando si affrontano temi importanti e delicati come quello della pandemia o della siccità".

 

La scorsa estate è stata infatti caratterizzata da notizie "false" riportate dai media tedeschi, in particolare sul livello dell'acqua del lago, con toni enfatizzati che secondo gli albergatori italiani avevano creato "falso allarmismo" (Qui l'articolo).

 

"Abbiamo frequenti richieste di media tedeschi di informazioni concrete  - conclude Kiebler - o anche solo di trovare i contatti giusti per i loro servizi. Anche a questo scopo abbiamo creato questo piccolo spazio nel nostro ufficio. Agli eventi sono invitati giornalisti, operatori turistici, turisti interessati e altri opinion leader sul tema del Lago di Garda. Stiamo già parlando con comuni ed enti territoriali del lago e speriamo di riuscire insieme a cogliere l'occasione di comunicare qua, dove la notizia arriva all'ospite del Lago Garda".

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
18 maggio - 06:01
L'arco dolomitico soffre sempre di più di overtourism. La direttrice della Fondazione Dolomiti Unesco, Mara Nemela: "Il problema talvolta è la [...]
Cronaca
18 maggio - 08:41
L'incidente è avvento poco dopo mezzanotte a Borgo Sacco, sul posto i soccorsi 
Cronaca
18 maggio - 08:19
E' successo nelle prime ore di questa mattina, sul posto i soccorsi sanitari e gli agenti della polizia locale
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato