Contenuto sponsorizzato

"Finalmente firmato il bonus Covid fase III", Cisl e Uil: "Ora risorse per le case di riposo, situazione difficilissima"

I sindacati e la Provincia hanno firmato l'accordo per il bonus Covid. Le Funzioni pubbliche di Cisl e Uil: "Rimarchiamo la necessità di stanziare risorse per rispondere ai tanti problemi della case di riposo"

Pubblicato il - 25 maggio 2024 - 15:33

TRENTO. "Finalmente sono stati sottoscritti i due accordi relativi al Bonus Covid per la fase III". Questo l'annuncio di Giuseppe Pallanch, segretario della Cisl Fp, e Andrea Bassetti, segretario della Uil Fpl EE.LL., dopo la firma in Apran. "La temporalità di riferimento è compresa tra il gennaio e il 31 marzo 2022. Il premio spetta a chi abbia lavorato in quel periodo almeno 30 giorni".

Il premio per il personale sanitario si articola in 4 fasce, mentre quello non sanitario è suddiviso in modo diverso, per l’amministrativo una tantum secca, indipendentemente dall’orario di lavoro di 185 euro e per il restante organico, non sanitario e tutti i servizi generali (cucina, guardaroba, lavanderia, ausiliari, animatori), due fasce in base alle ore effettivamente lavorate, fascia 1 fino a 1.600 ore, premio di 376 euro, fascia 2 oltre le 1.600 ore premio di 500 euro.

"Come da procedura gli accordi sottoscritti saranno sottoposti al controllo da parte della Corte dei Conti. Successivamente gli enti potranno procedere alla liquidazione del bonus Covid fase III. Il nostro impegno si è concentrato sul riconoscimento dell’attività profusa da tutto il personale in quanto la Giunta Provinciale nella legge provinciale prevedeva la liquidazione del bonus al solo personale sanitario e socio sanitario escludendo le altre figure professionali, compresi i servizi generali, che effettivamente avevano dato il loro contributo fondamentale alla gestione dell’emergenza".

 

I sindacati hanno considerato la previsione iniziale discriminatoria. "Siamo riusciti a sottoscrivere i due diversi accordi che riconoscono un premio una tantum per tutti. Il percorso attivato continua nel rimarcare la necessità, da parte della Giunta Provinciale, di ulteriore stanziamento delle risorse verso il settore delle Apsp, nella discussione dell’accordo di settore delle stesse e nella richiesta di un tavolo tecnico per le Rsa", concludono Pallanch e Bassetti.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
25 giugno - 15:45
Il presidente di Sat Cristian Ferrari: "Salvo un'evoluzione calda dell'estate, ci sono buoni presupposti perché l'abbondante copertura nevosa [...]
Cronaca
25 giugno - 15:45
Il maltempo continua a colpire il Nord Est con disagi soprattutto tra il Trentino e Veneto
altra montagna
25 giugno - 12:16
Da ogni incontro fioriscono commistioni culturali: nuove prospettive, che naturalmente possono essere positive o negative, e che sarebbe scorretto [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato