Contenuto sponsorizzato

Campo da calcetto, beach volley, il nuovo bistrot "Trento Alta", l'anfiteatro a sbalzo sulla città, musica e spettacoli: Sardagna è pronta a sbocciare

Venerdì prossimo sarà inaugurato il nuovo locale di Silvana Filippi che tra cibi a chilometro zero, piatti dello chef Miori mostre di artisti e tanto sport si candida ad essere un grande luogo di aggregazione della città. E in estate aprirà anche l'anfiteatro/terrazza sopra l'ex Busa degli Orsi

Di Eugenio Calzolari e Francesco Pettarin (Liceo Prati) - 16 giugno 2017 - 18:41

SARDAGNA. Sardagna, si cambia. Il conto alla rovescia per l'auspicato rilancio della zona che dà sulla città, forte di un panorama unico e straordinario, è iniziato. Tra una settimana, venerdì 23 giugno, sarà inaugurato, infatti, "Trento Alta", il nuovo bistrot di Silvana Filippi, una struttura a tutto tondo che comprende anche un campo da calcio a 5 in sintetico, un campo da beach volley (entrambi muniti di spogliatoi e docce), il locale bar e uno spazio dedicato agli artisti e alle loro mostre (oltre ad una terrazza di 80 metri quadrati e un giardino). Un modo questo, spiega Silvana, che permetterà di riunire nello stesso luogo sportivi, artisti, cittadini e turisti.

 


 

E ovviamente non mancherà la ristorazione. I piatti che verranno serviti infatti, controllati da Walter Miori (uno chef freelance), saranno prodotti rigorosamente artigianalmente. "Nel mio locale non troverete mai un hamburger comprato al supermercato" afferma decisa la proprietaria, che vuole dare importanza al chilometro zero e valorizzare il territorio. Il tutto, poi, è stato fatto di pari passo con il comune che ha sposato l'idea di rivitalizzare l'area anche con la costruzione della terrazza panoramica al posto dell'antica 'busa degli orsi'.

 


 

Questo progetto socio-culturale per rinnovare e dare vivacità a Sardagna non è nuovo agli occhi del territorio, e per scoprirne le origini bisogna tornare indietro al 1927, quando Antonio Pranzelores pubblicò "Guida di Trento colla funivia di Sardagna –Monte Corno e il Bondone". L'insigne studioso, nel suo libro definiva Sardagna come il "balcone di Trento", luogo in cui ritrovarsi per ammirare la valle dell'Adige e la natura che ci circonda. Un luogo che dovrebbe essere strategico per la città, quasi naturalmente, forte anche della sua suggestiva funivia. E Pranzelores per la circoscrizione prevedeva un futuro da "Trento Alta, una città dedicata alle bellezze naturali e ai sani piaceri che ristorano dalle fatiche fra la luce del sole, l'opaco stormire delle selve, l'aria limpida". 

 

Eppure il progetto si arenò quando nel 1943, durante la seconda guerra mondiale, la stazione di valle venne distrutta dai bombardamenti, tagliando di netto Sardagna fuori dalla vita quotidiana, almeno fino al 1960 quando la funivia venne riaperta. "Trento Alta è un sogno che la storia ha interrotto - racconta la titolare - il mio bistrot sarà la cornice necessaria degli eventi che si svolgeranno sulla terrazza, dal momento che forniremo i servizi ristoro e per la persona, e inoltre lo stile architettonico è simile a quello della terrazza panoramica, un ottimo modo di condividere lo stesso ideale". 

 

Il conto alla rovescia, infatti, è cominciato anche per l'ultimazione e inaugurazione del nuovo complesso culturale e panoramico di Sardagna, dove un tempo si trovava la "Busa degli orsi". Fino agli anni '80, questa zona era molto frequentata, era una delle destinazioni preferite dai trentini per le gite fuori porta, specialmente per quelle della domenica. L'attrazione principale della zona di Sardagna erano, appunto, gli orsi, che vivevano in pessime condizioni, circondati solo da un muro di cemento armato.

 

"Per questo è stato deciso di toglierli, ma ciò ha causato il quasi totale abbandono del posto da parte del pubblico", spiega il presidente della circoscrizione di Sardagna, Alberto Pedrotti, che appoggia la decisione del Comune di ridare vita al punto panoramico più bello della città, e, di conseguenza, al paese. Per farlo sta per essere completata una struttura in acciaio di tipo corten, che con il tempo si ossida, prendendo il caratteristico color ruggine; questa struttura permetterà la sosta sulle sedute a forma di gradoni e fungerà anche da piccolo teatro, con platea e palco per spettacoli e concerti, mentre nella parte più bassa della busa ci sarà un elemento a sbalzo che permetterà l'immersione totale nel paesaggio.

 


 

La data per l'inaugurazione non è ancora fissata, perché sono necessari ancora alcuni adattamenti per eliminare le barriere architettoniche, e permettere così l'accesso anche ai disabili. È in corso anche un ragionamento con l'azienda “Trentino Trasporti”, per arrivare, forse, ad istituire nuovi collegamenti, tra corriere e funivia, anche notturni. Tutta l'opera è costata circa 80.000 euro e, da programmi, dovrebbe essere fruibile già in questa estate. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 marzo 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 marzo - 11:03

I primi ministri di Danimarca e Austria Mette Frederiksen e Sebastian Kurz andranno in visita ufficiale in Israele dove discuteranno la creazione di una squadra per la produzione di un vaccino di seconda generazione. Diversi sono i Paesi dell'Ue che hanno deciso, di fronte alla lentezza nel rifornimento gestito da Bruxelles, di fare da sé

02 marzo - 11:04

Drammatico incidente a Ponte Caffaro, in gravissime condizioni un uomo che è stato travolto dalla sua stessa automobile. I sanitari arrivati sul posto hanno compreso subito la gravità della situazione per questo hanno richiesto l’intervento dell’elicottero, trasferito in codice rosso all’ospedale

02 marzo - 09:23

La campagna vaccinale sta procedendo troppo lentamente la “ricetta” di Ferro per cambiare passo: “Recuperare più dosi e valutare la possibilità di offrire un’unica somministrazione alla popolazione tra i 65 e 79 anni in modo da riuscire in fretta a coprire questa coorte di età”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato