Contenuto sponsorizzato

Mc Donald's "sì" o Mc Donald's "no"? La parola ai giovani

Sta per aprire il nuovo Mc a Trento Nord "una struttura più tecnologica e più green dell'altra" spiegano gli organizzatori. Ma il pubblico si spacca tra i favorevoli ("era ora, l'altro è troppo piccolo") e i contrari ("basta fast food ce ne sono troppi")

L'area dove sta per nascere il nuovo Mc Donald's
Di Federico Dossi - 12 ottobre 2016 - 12:26

TRENTO. “Il nuovo Mc Donald’s di Trento Nord? Una buona idea. A quello vecchio ci sono code interminabili, è piccolo e troppo decentrato”. “No, non serviva. È di nuovo lontano dal centro e in quella zona ci sono già un sacco di locali da grandi numeri”. Questi due dei pareri che abbiamo raccolto a un mese dall’apertura del nuovo Mc Donald’s di Trento Nord.

 

Allora: Mc Donald’s sì o no? “Sarà più grande, più tecnologico e più green” promettono i responsabili del progetto. Ma non tutti i cittadini - tra loro anche i giovani - sono entusiasti dell'iniziativa. Ed è proprio ai nostri coetanei che abbiamo chiesto un’opinione: ragazzi tra i 12 e i 20 anni, uno dei target sul quale il colosso statunitense punta di più. 

 

Renata, 17 anni, di Trento, dà voce a una delle obiezioni che più ci siamo sentiti ripetere: “È di nuovo decentrato, non cambierà molto da quello di Trento Sud”, e aggiunge: “da quelle parti si creerà una specie di distretto del fast food: Burger King, Road House, Wok for You, solo per citarne alcuni”.

 

“Ho saputo che in quella zona sorgerà anche un secondo studentato: tanti universitari come me potranno scegliere Mc Donald’s o altri fast food ma sarebbe stato meglio avere anche un'offerta diversa”, commenta Francesco 19 anni, trentino. Proprio sopra il nuovo Mc Donald’s nascerà infatti un nuovo studentato, poco distante dall’altro che c’è già, il “Nest”, in via Solteri.

 

Ma c’è chi, invece, è di tutt’altra opinione. “L’apertura di questo ristorante mi sembra utile: ce ne era bisogno, in fondo. Quello di Trento Sud è troppo piccolo. Inoltre, nella zona Nord saranno molti gli universitari che apprezzeranno la novità e la comodità”, commenta Luca, 16 anni. “Noi non siamo assidui frequentatori” - ci confessano Francesco e Paolo, 12 anni - “ma quando andiamo ci piace se siamo in compagnia di amici. Quando arriviamo al vecchio Mc Donald’s è davvero difficile trovare posto per tutti. Questo nuovo invece, oltre ad essere più grande, per noi sarà anche più facile da raggiungere”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 04:01

I contagi all'interno delle Case di Riposo sono più diffusi rispetto la prima ondata anche se, in alcuni casi, con conseguenze meno gravi. Tra le criticità più sentite c'è la mancanza di personale. "Lo stiamo cercando anche fuori regione ma è molto difficile" spiega Francesca Parolari di Upipa. Massima attenzione anche sulle nuove strutture che da Rsa di transizione diventano Rsa Covid: "Non tutti possono offrire standard come quella di Volano soprattutto per la predisposizione dell'ossigeno"

29 novembre - 20:27

Sono 448 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 265 positivi a fronte dell'analisi di 3.695 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,2%

29 novembre - 17:22
Sono stati analizzati 3.695 tamponi, 265 i test risultati positivi. Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 7,2%. Altri 12 decessi, il bilancio è di 236 morti in questa seconda ondata
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato