Contenuto sponsorizzato

No alla violenza sulle donne, manifestazione a Trento. "Riprendiamoci la libertà"

Il presidio, organizzato dalla Cgil, a cui hanno aderito già altre realtà, si terrà davanti al Commissariato del Governo in corso 3 Novembre sabato 30 settembre alle 17.30

Pubblicato il - 26 settembre 2017 - 16:18

TRENTORiprendiamoci la libertà! Con questo slogan la segretaria generale della Cgil Susanna Camusso ha invitato tutte le donne a scendere nelle piazze italiane sabato 30 settembre per le manifestazioni organizzate dalla Cgil contro la violenza sulle donne, la depenalizzazione dello stalking, la narrativa con cui stupri e omicidi diventano un processo alle vittime.

 

Per la Cgil "il linguaggio utilizzato dai media e il giudizio su chi subisce violenza, su come si veste o si diverte, rappresenta l'ennesima aggressione alle donne. Cosi' come il ricondurre questi drammi a questioni etniche, religiose, o a numeri statistici, toglie senso alla tragedia e al silenzio di chi l'ha vissuta".

 

Anche Trento scende in piazza per protestare contro la violenza sulle donne. Alle 17.30 si svolgerà un presidio davanti al Commissariato del Governo, in corso 3 Novembre. L'iniziativa nata dalla confederazione nazionale intende essere un momento di riflessione per tutti, oltre le sigle e le appartenenze. 

 

Un accorato appello dal titolo “Avete tolto il senso alle parole” chiede di scendere in piazza “per chiedere agli uomini, alla politica, ai media, alla magistratura, alle forze dell’ordine e al mondo della scuola un cambio di rotta nei comportamenti, nel linguaggio, nella cultura e nell’assunzione di responsabilità di questo dramma”.

 

 “L’appello – ricorda la Cgil – è aperto a tutte coloro che vorranno aderire. È fondamentale che il fronte di coloro che vogliono rompere il silenzio cresca ancora”. Sono già numerose adesioni in tutta Italia e si può firmare anche sulla pagina facebook della Cgil del Trentino o al seguente link.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.08 del 18 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 13:12

Il 19 settembre 2019 il Parlamento europeo votava una mozione sull'importanza della memoria, suscitando diverse proteste tra gli ex comunisti (e gli storici) italiani, che gridarono alla banalizzazione della storia e a un'inaccettabile equiparazione tra nazismo e comunismo. Lo storico Marcello Flores D'Arcais: "Il documento, coi suoi limiti, esprime il desiderio dell'Europa di costruire un racconto comune del passato. Il clamore suscitato in Italia fu dovuto al rifiuto della storia in nome dell'identità"

19 settembre - 15:23
L'allerta è scattata intorno a mezzogiorno di oggi, sabato 19 settembre, all'altezza di via Caneppele a Roncafort. Si è verificato un violento impatto tra una moto e una vettura, i due centauri sono stati sbalzati a terra per ruzzolare sull'asfalto
19 settembre - 12:39

La Nasa ha annunciato l'inizio di un nuovo ciclo solare, il 25esimo da quando si è iniziato a tenere il conto nel 1755. "Noi osserviamo il nostro Sole con i telescopi da circa 400 anni. Già Galileo notò che, sulla sua superficie, appaiono con una certa regolarità quelle che oggi chiamiamo "macchie solari", punti più scuri dovuti dalla variazione del campo magnetico della stella. La loro presenza determina i cicli solari"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato