Contenuto sponsorizzato

Rizzi: "De Laurentiis attacca il Trentino? Ha fatto il suo show. Ma viene qua perché gli conviene"

Il presidente del Napoli in conferenza stampa ha parlato di "braccino corto" del Trentino e riferendosi a Dallapiccola ha detto che "nemmeno l'usciere gli farei fare a casa mia".Il presidente dell'Apt della Val di Sole era presente e commenta: "Va preso com'è nel bene e nel male"

Di G. Fin - 15 ottobre 2016 - 17:26

NAPOLI. “Quando si ha a che fare con persone come De Laurentiis, bisogna beccarsi sia il loro lato buono che quello meno buono. Alla fine è tutto un gioco delle parti”. Con queste parole Luciano Rizzi, presidente dell'Apt della Val di Sole, oggi ancora a Napoli dopo la presentazione di ieri del "Natale Azzurro" in Val di Sole, commenta le affermazioni rilasciate da Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli Calcio proprio durante la conferenza stampa.

 

Una conferenza fiume durante la quale il vulcanico presidente partenopeo si è lasciato andare ad uno suoi “show” parlando del fatto che per i ritiri “una volta (sul piano economico ndr) c’era molta più disponibilità, adesso c’è il braccino corto”. “Il Trentino - aggiungeva - dovrebbe investire nel futuro e se hanno scelto il Napoli dovrebbero investire sul Napoli che in questi anni non li ha mai traditi". Meno elegante, invece, il commento sull'assessore Dallapiccola. “Io nemmeno l'usciere gli farei fare a casa mia...quell'assessore è roba da manicomio ho anche cancellato il suo numero non voglio più nemmeno nominarlo".

 

“Dobbiamo chiarire – ha spiegato Rizzi – che De Laurentis in conferenza non ha nominato esplicitamente Dallapiccola e ha solo detto che c'è un assessore con cui non va d'accordo. Noi siamo a Napoli ora per promuovere il Trentino e quando si deve aver a che fare con un persona come lui, trovi il lato buono che è l'impegno che ha dimostrato nel promuovere il nostro territorio ma anche il lato triste perché ogni tanto stravacca per fare un po' di show

 

Rizzi prendere le difese anche dell'assessore Dallapiccola: “Noi abbiamo un assessore – ha spiegato Rizzi riferendosi a Dallapiccola – che amministra il Trentino e cerca di non sperperare soldi, dall'altro c'è De Laurentis che invece fa la sua parte nel cercare di prenderne sempre di più”.

 

Sempre ieri, accanto agli “attaccati al Trentino”, De Laurentis ha voluto confermare il ritorno in Val di Sole per il prossimo febbraio. “Noi con il Napoli – ha spiegato il presidente dell'Apt della Val di Sole - facciamo moltissime presenze. Detto questo, però, 'patti chiari e amicizia lunga', la cosa deve convenire ad entrambi. Se lui ha deciso di venire in Val di Sole significa che gli è comodo farlo”. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 20:28

Sono 297 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi, mentre sono 38 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

 
 
20 gennaio - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 gennaio - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato