Contenuto sponsorizzato

Capra brucia Porcelli in volata e conquista il Piccolo Giro d'Oro. Arrighetti vince tra gli Esordienti del secondo anno

Ciclismo. Tutto secondo i pronostici e i tre ciclisti più attesi sono saliti sul podio della kermesse riservata agli Esordienti. Veloce Club Borgo e Cicli Peracchi Sovere tra i protagonisti del terzo Piccolo Giro d'Oro, corsa organizzata dalla Società ciclistica Grafiche Zorzi di Storo a Borgo Chiese

 

Pubblicato il - 13 agosto 2018 - 19:35

BORGO CHIESE. Trentino e Lombardia, Veloce Club Borgo e Cicli Peracchi Sovere, sono i protagonisti del terzo Piccolo Giro d'Oro per Esordienti, corsa organizzata dalla Società ciclistica Grafiche Zorzi di Storo a Borgo Chiese.

 

Tutto secondo i pronostici e i tre ciclisti più attesi sono saliti sul podio della kermesse riservata agli Esordienti. 

 

Sul traguardo di Condino a imporsi è Thomas Capra, valsuganotto di Carzano al 17esimo successo stagionale, che nello sprint ristretto a sette unità ha avuto la meglio sulla qualificata concorrenza, a partire da Myles Corey Porcelli della Feralpi Monteclarense (cresciuto nella società di casa, la Grafiche Zorzi-Meccaniche Melzani di Storo), quindi spazio a Simone Gualdi, bergamasco della Gazzanighese.

 

Una corsa combattuta e piena di scatti quella andata in scena tra Condino e Cimego, due frazioni del comune di Borgo Chiese: a decidere l'ordine d'arrivo, come da previsioni, è stata la salita verso Cimego nell'ultima tornata di gara.

Nei primi due giri del percorso lungo senza particolari asperità, diversi i tentativi di allungo: da citare è soprattutto lo scatto di Marco Pezzani, portacolori della Ciclistica Dro partito subito dopo il primo passaggio dal traguardo di via Roma, ma ripreso prontamente dal gruppo.

 

Tutto si è quindi deciso nell'ultima tornata, con la variante dell'impegnativa salita verso Cimego. A sorpresa a farsi scompigliare il gruppo è stata Sara Piffer, medaglia di bronzo ai Campionati italiani delle Terme di Comano e unica ragazza al via: inizialmente la portacolori del Velo Sport Mezzocorona sembrava poter prendere il largo, ma non si è fatta attendere la reazione del gruppo.

 

A rilanciare l'azione è stato così Gualdi, subito seguito da Capra e Porcelli: il terzetto ha guadagnato una manciata di secondi sulla concorrenza, ma a un chilometro dall'arrivo Angelo Monister (Mincio-Chiese), Mirko Marchiori (Giudicariese), Nicolò Cuel (Borgo) e il padrone di casa Davide Tarolli (Grafiche Zorzi-Meccaniche Melzani Storo) sono riusciti a riportarsi sui battistrada.

 

Tutto si è così deciso nella volata a sette che ha animato il lungo rettilineo, con Capra bravo ad avvantaggiarsi e soprattutto a resistere al ritorno di Porcelli (secondo) e Gualdi (terzo), con Monister quarto davanti ai due giudicariesi Tarolli e Marchiori.

 

Podio tutto lombardo, invece, nel Piccolo Giro d'Oro riservato agli Esordienti secondo anno. Ad imporsi sul traguardo di Condino con un perfetto allungo nell'ultimo chilometro è stato il bergamasco di Bossico Nicolò Arrighetti (Cicli Peracchi Sovere), abilissimo ad anticipare lo sprint e mettersi così alle spalle Mirko Fontana (Vc Sovico), Stefano Leali (Mincio-Chiese) e Nicola Cocca (Feralpi Monteclarense).

 

Quinto e primo dei trentini il condinese doc Riccardo Galante, che dopo due vittorie filate ha dovuto suo malgrado accontentarsi di un piazzamento ai piedi del podio.

Ritmo fin troppo blando nelle prime due tornate del circuito iniziale disegnato tra Condino e Cimego. Il primo ad avvantaggiarsi è stato Alessandro Noto, ripreso quasi subito dal plotone, con la Feralpi che a più riprese ha poi provato a fare la gara lanciando diversi elementi all'attacco, con anche il droato Leonardo Casasola in fuga per qualche chilometro nel corso del terzo giro.

 

Se qualcuno si attendeva un gruppo di nuovo guardingo e in attesa dell'ultimo giro con l'ascesa verso Cimego è andato deluso.

 

All'ultima entrata dalla zona produttiva di Condino è arrivato infatti l'attacco decisivo di Nicola Cocca, Fontana, Arrighetti e Leali: il quartetto è riuscito a scavare subito un solco importante, trovando pieno accordo e soprattutto le energie necessarie per affrontare l'ultima tornata a tutta.

 

In breve tempo il distacco del plotone è presto volato oltre il minuto, con le varie scaramucce in salita che non hanno sfaldato il gruppetto di testa. Tutto si è così deciso dopo il triangolino rosso: a provarci con insistenza è stato infatti Arrighetti, per il quale una conclusione allo sprint sarebbe stata poco gradita.

 

Il secondo tentativo di allungo del bergamasco è valso lo strappo decisivo e quindi il primo successo stagionale per l'orobico, più volte frenato da cadute nel corso di una stagione nella quale aveva comunque già trovato cinque podi. Il podio è stato quindi completato da Fontana e Leali, con Nicola Cocca ad alzare bandiera bianca nel rettilineo finale.

 

Il gruppo è stato poi regolato con estrema facilità da Galante, che ha centrato il più agrodolce dei piazzamenti sulle strade di casa, seguito dall'altro gemello bresciano Andrea Cocca e dal cembrano del Velo Sport Mezzocorona Christian Piffer.

Nella classifica per società hanno primeggiato i padroni di casa dello Storo (con 18 partenti), ma il club di casa ha cavallerescamente ceduto il trofeo alla seconda classificata l'Uc Valle di Cembra, seguita in graduatoria da Amici del Pedale Roncone e Società Ciclistica Mori

 

Ordine d’arrivo Esordienti 1° anno

    1. Thomas Capra (Veloce Club Borgo) ha percorso 26,9 chilometri in 46'28”, media di 34,735 km/h

    2. Myles Corey Porcelli (Feralpi Monteclarense) st

    3. Simone Gualdi (Gazzanighese) st

    4. Angelo Monister (Mincio-Chiese) st

    5. Davide Tarolli (Grafiche Zorzi Storo) st

    6. Mirko Marchiori (Giudicariese) st

    7. Nicolò Cuel (Veloce Club Borgo) st

    8. Gabriele Pojani (Feralpi Monteclarense) a 9”

    9. Nicholas Ferrari (Feralpi Monteclarense) a 12”

    10. Manuel Moser (Montecorona) st

 

Ordine d’arrivo Esordienti 2° anno

    1. Nicolò Arrighetti (Cicli Peracchi Sovere) ha percorso 36,550 chilometri in 1h04'20”, media di 34,088 km/h

    2. Mirko Fontana (Vc Sovico) a 1”

    3. Stefano Leali (Mincio-Chiese) st

    4. Nicola Cocca (Feralpi Monteclarense) a 5”

    5. Riccardo Galante (Grafiche Zorzi Storo) a 1'05”

    6. Andrea Cocca (Feralpi Monteclarense) st

    7. Christian Piffer (Velo Sport Mezzocorona) st

    8. Lorenzo Cazzaniga (Club Ciclistico Gardolo) st

    9. Gabriel Musizza (Ctf Friuli) st

    10. Michael Moser (Ciclistica Dro) st

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 dicembre - 20:28

Da qualche giorno appare chiaro che sommando i positivi trovati con i molecolari e gli antigenici il Trentino appare in linea (anzi con dati peggiori come per altro sui decessi e le terapie intensive) con l'Alto Adige. Ieri i positivi ''reali'' erano circa 520 (a fronte dei 156 comunicati in conferenza stampa) e sabato erano circa 800 (a fronte dei 219 di Fugatti e Segnana). Da domani anche la Pat dovrebbe fornire i dati completi uniformandosi alla vicina provincia di Bolzano

02 dicembre - 19:37

Sono 459 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 278 positivi a fronte dell'analisi di 3.705 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,5%

02 dicembre - 18:25

Il presidente ha annunciato il nuovo documento che dal 3 dicembre cambia le cose e permette nuove libertà per i cittadini. Saltano tutte le restrizioni in più rispetto alla ''normale'' zona gialla. Ecco cosa cambia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato