Contenuto sponsorizzato

Gianni Moscon ai mondiali di ciclismo e la nazionale sceglie Torbole per allenarsi

Il ct Cassani ha deciso di convocare anche il giovane trentino fresco vincitore della Coppa Agostoni e ha scelto il Garda Trentino per perfezionare la preparazione dei suoi azzurri

Pubblicato il - 17 settembre 2018 - 20:00

TRENTO. Il colpo di reni decisivo potrebbe essere stato quello di domenica quando ha vinto di potenza la Coppa Agostoni, in ogni caso alla fine Gianni Moscon ai mondiali ci sarà. Meglio, ci sarà ancor prima di Innsbruck, a Torbole sul Garda da dove comincerà il cammino mondiale della nazionale italiana di ciclismo. Prima di trasferirsi in Austria per la sfida iridata dei professionisti in programma domenica 30 settembre, il gruppo azzurro guidato dal cittì Davide Cassani ha scelto di trascorrere un periodo di ritiro e preparazione proprio nel territorio sulla sponda nord del lago di Garda.

 

La nazionale al gran completo farà base dal 24 al 27 settembre a Torbole sul Garda, dove troverà la tranquillità e le condizioni ideali per l’ultima decisiva fase di lavoro in funzione della gara in linea più importante dell’anno. Del resto il cittì Davide Cassani conosce molto bene queste strade, per averle frequentate a più riprese anche recentemente in occasione del Tour of the Alps. Ad oggi i convocati sono 11: Vincenzo Nibali, Fabio Aru, Gianni Moscon, Franco Pellizotti, Domenico Pozzovivo, Damiano Caruso, Alessandro De Marchi, Gianluca Brambilla, Dario Cataldo, Davide Formolo, Giovanni Visconti. Uno sarà escluso prima del raduno di Torbole, al quale parteciperanno dunque 10 corridori (gli 8 titolari e 2 riserve).

 

Il Garda Trentino si propone così ancora una volta all’attenzione internazionale in un settore importante come quello del ciclismo, nel quale rappresenta una meta apprezzatissima sia per la disponibilità di percorsi di ogni livello, sia per il clima favorevole per gran parte dell’anno e sia per la qualità delle strutture, molte delle quali operano con una esperienza specifica e una serie di servizi dedicati proprio a chi va in bicicletta.

 

Parliamo di un territorio considerato un vero e proprio paradiso del ciclismo, in tutte le sue varianti, dalla mountain bike alla bici da strada fino all’ultima tendenza della bici a pedalata assistita. Si tratta di una bike area molto estesa, con oltre 1.340 chilometri di itinerari, splendidi sentieri per la mountain bike e itinerari panoramici per la bici da strada, che affrontano salite poco conosciute ma molto affascinanti.

 

La nazionale di ciclismo alloggerà presso l’AktivHotel Santalucia di Torbole sul Garda. Situato proprio al centro di questo territorio unico, l'albergo è punto di riferimento per ogni ciclista che ama scoprire le bellezze del Garda Trentino al ritmo dei pedali. Inoltre fa parte della collaudata rete Outdoor Friendly di strutture specializzate per la bike, con servizi pensati per chi pedala e la calorosa ospitalità trentina.

 

Mercoledì 26 settembre alle ore 15 è prevista all’AktivHotel una conferenza stampa nel corso della quale saranno illustrati tutti i dettagli dell’operazione che ha portato la nazionale sul territorio, iniziativa in condivisione fra Trentino Marketing e Garda Trentino, in collaborazione con la Federazione Ciclistica Italiana.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 settembre - 11:37

Sono 21 i primi cittadini che possono già festeggiare l'elezione, mentre il successivo spoglio a partire da martedì 22 settembre va a comporre il nuovo consiglio comunale. In totale sono 56 i territori che presentano un solo candidato sindaco

21 settembre - 13:27

Seguendo le indicazioni dell’Azienda sanitaria, solo alcuni studenti della classe coinvolta sono stati messi in quarantena, mentre gli altri proseguiranno le lezioni in presenza già dai prossimi giorni. Alle Pascoli di Bolzano (come alla Max Valier) invece è saltata la classe in attesa delle veirfiche

21 settembre - 13:08

La denuncia è stata fatta ieri sera e fino ad ora non si hanno più notizie del 20enne residente a Belluno. Ieri mattina ha lasciato casa lasciando un biglietto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato