Contenuto sponsorizzato

Ribaltone Pressano, i gialloneri alzano la Supercoppa Italiana

Pallamano. Il Pressano batte i campioni d'Italia di Fasano e conquista il secondo trofeo della sua storia. I pugliesi conducono fino al 7-2, quindi arriva la reazione trentina. Finale incredibile dei gialloneri che rimontano definitivamente il Fasano

Di Luca Andreazza - 23 dicembre 2018 - 22:28

SALERNO. Il Pressano alza la Supercoppa Italiana. Un Natale dolcissimo e un 2018 assolutamente da incorniciare per la realtà trentina che mette in bacheca il suo secondo titolo dopo la storica affermazione in coppa Italia nel febbraio scorso (Qui articolo).

 

Una prova tutta cuore e tecnica per i gialloneri di coach Branko Dumnic che ribaltano la partita contro i campioni d'Italia di Fasano a due minuti dalla fine per il trionfale 24-22 che chiude il sipario sulla stagione di pallamano al Pala Palumbo di Salerno.

 

L'avvio è tutto di marca pugliese: il Pressano è teso e contratto, mentre il Fasano prende in mano le operazioni del match e non fa sconti ai trentini. Dopo dieci minuti a senso unico, i campioni d'Italia prendono il largo in pieno controllo della partita, il tabellone segna un durissimo 7-2.

 

Spalle al muro, i gialloneri però non si abbattono e si scrollano di dosso la tensione. Il Pressano inizia a macinare gioco, prende campo e fiducia. I trentini abbassano la saracinesca e inizia a cullare il sogno della rimonta. Mattone dopo mattone, rete dopo rete, la truppa di capitan Alessio Giongo ricuce e si rimette in scia fino a impattare il punteggio di 8-8.

 

Il Pressano ormai si è sbloccato e ribatte colpo su colpo, una partita che improvvisamente diventa equilibrata. Un'appassionante altalena di emozioni. I trentini tentano la fuga, ma vengono ripresi. Allora ci prova il Fasano a chiudere il match, ma i gialloneri reagiscono e resistono.

 

Una battaglia che si spinge fino al 20-20, quindi il Fasano piazza l'allungo. Ormai i giochi sembrano fatti: i campioni d'Italia conducono le danze sul +2 (20-22) e possono anche gestire la superiorità numerica.

 

Ma i pugliesi non hanno fatto i conti con la tempra trentina. Il Pressano getta il cuore oltre l'ostacolo, tira fuori le ultime energie e tantissimo carattere: una furia giallonera, un tornando che porta il punteggio sul 24-22 per l'urlo liberatorio. 

 

Junior Fasano - Pressano 22-24 (p.t. 12-12)

Junior Fasano: Fovio, Messina 1, De Santis, Radovcic 2, Venturi, Corcione 2, Angiolini 3, Pugliese 1, Bargelli, Bronzo 2, Donoso 6, Knezevic 5, Notarangelo, Gallo, Palmisano, Vinci. All. AnconaPressano: Facchinelli, Dallago 5, Chistè, Bolognani 1, D’Antino 1, Di Maggio 8, Moser M., Giongo 4, Sampaolo, Alessandrini 4, Argentin, Folgheraiter, Moser N., Dedovic 1, Fadanelli, Mazzucchi. All. Dumnic
Arbitri: Cosenza-Schiavone

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 ottobre - 11:55

Il manifestarsi dei sintomi da Covid-19 nella famiglia di Nicola Canestrini ha portato l'avvocato a denunciare una situazione di disorganizzazione dell'Azienda sanitaria. Da giorni, infatti, le richieste di fare un tampone finiscono nel nulla, visto anche che a Rovereto non è possibile effettuarli a pagamento. "Disorganizzazione a marzo comprensibile, ora non più''

23 ottobre - 12:35

Sono numerosi gli utenti che stanno riscontrando problemi a navigare su internet e il blocco totale delle chiamate 

23 ottobre - 11:18

Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 10% perché i test eseguiti sono stati oltre 2.800. Dato in linea con quello rilevato ieri nel vicino Trentino dove, però, si contano molti più morti (dalla seconda ondata sono già 18 contro i 3 di Bolzano)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato