Contenuto sponsorizzato

Targhe e festa per Arianna Bridi e Yeman Crippa dopo le medaglie agli europei: ''Un orgoglio e un esempio''

La nuotatrice di Mattarello, oro nella 25 chilometri di fondo in acque libere a Glasgow, e il podista, bronzo nei dieci mila metri a Berlino, festeggiati per i grandi risultati conquistati ai Campionati europei

Da sinistra Alessandro Nicolli, Andrea Ferrari, Michele Ravagni, Marisa Postal (tutti circoscrizione), la mamma Mariagrazia Tamanini, Arianna Bridi, Tiziano Uez (assessore), Luca Moser (presidente Rari Nantes)
Di Luca Andreazza - 14 agosto 2018 - 21:10

TRENTO. Giornata di festa per Arianna Bridi e Yeman Crippa, tra gli atleti trentini che si sono messi in luce nei diversi campionati europei. 

 

Una spedizione particolarmente positiva per lo sport trentino: Crippa ha messo a segno la prima medaglia italiana alla kermesse continentale di atletica a Berlino. Un bronzo nei 10 mila metri (Qui articolo). La nuotatrice invece è riuscita a chiudere davanti a tutti nella gara regina del fondo in acqua libere, un'affermazione nella 25 chilometri a Glasgow da capogiro, davanti alla fortissima olandese Sharon Van Rouwendaal (Qui articolo).

 

Non solo medaglie, ma tantissime altre performance di assoluto livello e altri podi sfiorati nel corso delle rassegne continentali. 

 

Un ritorno in Trentino tra gli onori per questi atleti: Arianna Bridi, in forza al Centro Sportivo dell’Esercito e come squadra civile la Rari Nantes Trento, è stata premiata a Mattarello dalla delegazione della circoscrizione composta dal presidente Michele Ravagni, Andrea Ferrari, Alessandro Nicolli e Marisa Postal, oltre all'assessore comunale Tiziano Uez.

 

Nel corso di questo momento sono stati omaggiati anche Mariagrazia Tamanini, mamma di Arianna e Luca Moser, allenatore storico e neo presidente della Rari Nantes.

 

"Siamo orgogliosi - commenta Michele Ravagni - le attività sportive impongono tanto impegno e sacrificio. E' sempre speciale vedere questo mix di volontà e dedizione in una ragazza così giovane. Senza serietà e caparbietà non si emerge in nessun settore e questo può essere da stimolo per tante altre persone. Ovviamente l'augurio è questo risultato sia solo l'inizio, speriamo di dover ritornare a festeggiare tante altre vittorie".  

 

Festa a sorpresa in Largo Carducci a Trento invece per Crippa, il quale ha ricevuto dall'assessore provinciale Luca Zeni una targa della Provincia con inciso: "Si tratta di un risultato che rende orgoglioso tutto il mondo dell’atletica e dello sport trentino, ancor di più perché la corsa è uno sport che impone costanza, fatica e determinazione. Sei un esempio per molti, sportivi e non solo, complimenti Yeman da tutti noi!".

 

E' una storia speciale, quella di Yeman Crippa, giovanissimo atleta delle Fiamme Oro: protagonista nel 2015 al Trento Film Festival in "Yema e Neka", documentario di Matteo Valsecchi che racconta la sua storia e quella dei suoi fratelli, dall'altopiano etiope ai monti del Trentino.


Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 13 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 agosto - 08:14
I due partiti hanno stretto l'accordo nelle scorse ore. Progetto Trentino sosterrà la lista Patt - Svp alle elezioni politiche del 25 settembre. [...]
Cronaca
19 agosto - 06:01
Il dramma di una famiglia che si è trovata per strada: “Come è capitato a me può capitare a chiunque, ho dovuto scegliere fra dare da mangiare [...]
Cronaca
19 agosto - 07:24
Le fiamme si potevano vedere a diversi chilometri di distanza. Sul posto sono intervenuti diversi corpi dei vigili del fuoco, presenti anche i [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato