Contenuto sponsorizzato

Un week-end da capitale del judo, a Lavis oltre mille atleti sul tatami

Sabato 20 e domenica 21 gennaio in programma l'undicesima edizione del torneo internazionale organizzato dalla Judo Lavis. Lorenzo Gabbi: "Importante momento d'incontro per diventare tra i principali appuntamenti di judo nel Nord Italia"

Pubblicato il - 19 gennaio 2018 - 20:22

LAVIS. A Lavis ritorna il grande appuntamento per il judo internazionale. Sabato 20 e domenica 21 gennaio, il PaLavis ospita l'undicesima edizione del Trofeo Internazionale di Judo 'Città di Lavis', kermesse organizzata dall'Asd Judo Lavis (Qui info).

Un appuntamento ormai consolidato nel panorama del judo, ma anche tra i punti di riferimento delle proposte sportive in Trentino Alto Adige: un evento in grado di attirare atleti e squadre da ogni regione d'Italia e dall'estero.

 

Per questa edizione, infatti, sono attesi 1.100 sportivi per una manifestazione che ha visto gareggiare sui tatami atleti dalla Lombardia, Toscana, Veneto, Piemonte, Austria, Slovenia e Lituania, per un totale di mille 'judoka' di tutte le categorie di questa nobile disciplina.

 

"Nel corso degli anni - spiega Lorenzo Gabbi, allenatore e presidente dell'Asd Club Judo Lavis - il trofeo internazionale ha saputo affermarsi come importante momento d'incontro per diventare tra i principali appuntamenti di judo nel Nord Italia. E' un grande motivo di soddisfazione riuscire a coinvolgere così tanti atleti e portare a Lavis anche accompagnatori e staff".

 

La società sportiva Judo Lavis, affiliata alla Federazione Sportiva Nazionale che contiene Lotta, Judo, Karate e Arti Marziali, nasce il 1 aprile 1996. L’associazione svolge l’esercizio e la promozione dell’attività sportiva dilettantistica attraverso l’organizzazione di corsi annuali tenuti dall’istruttore Lorenzo Gabbi (cintura nera 3°dan), e di appuntamenti agonistici in regione.

 

Non mancano però le criticità.  "L'unica nota negativa - aggiunge Gobbi - è la scarsa risposta da parte del territorio per una manifestazione che pensiamo sia, a livello sportivo, una delle più importanti della Piana Rotaliana. Il Trofeo Internazionale, che dura due giorni, porta a Lavis, tra atleti e accompagnatori oltre di 2 mila persone per una ricaduta positiva per gli alberghi e per l'immagine di Lavis. A causa, purtroppo, di questo scarso interesse abbiamo pensato più di una volta di spostare l'evento in un'altra zona. Ma è ancora nostra intenzione riuscire a tenere questo trofeo a Lavis".

 

Una kermesse che raccoglie invece consensi dall'amministrazione comunale: "Un Trofeo - dice Luca Paolazzi, vice sindaco e assessore allo sport - tra i più importanti del nord Italia che contribuisce a promuovere nel migliore dei modi il nostro Comune, il nostro territorio e i valori più sani dello sport, giovanile in particolare. Tra i pilastri della nostra comunità. Attraverso il supporto e lo sviluppo della pratica sportiva vogliamo promuovere il valore dello stare assieme, del rispetto dell'altro e del benessere proprio e di tutti. Perché lo sport è soprattutto divertimento ma è anche occasione di incontro e di inclusione. Da sempre il Judo Lavis e i tutti i volontari si fanno ambasciatori di questi valori e lavora alla crescita dei giovani e di tutta la comunità".

Il programma

Sabato 21:
Categoria: Fanciulli (2009-2010) Ragazzi (2007-2008)

 

Domenica 21:
Categorie: Esordienti A (anno 2006); Esordienti B (2004-2005); Cadetti (2001/2002/2004); Juniores (1998-1999-2000); Seniores (dal 1997); Master A-B

La manifestazione sarà supportata da care system, e le pool e lo svolgimento della gara sarà visibile su supporti informatici come smartphone e tablet o pc grazie alla piattaforma Judo Lavis.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 luglio - 19:26

Il presidente della Pat dopo aver dichiarato che si procederà con l'abbattimento a vista se l'orso dovesse anche solo avvicinarsi alle case dopo il duro intervento del ministro Costa chiarisce il suo messaggio. In suo sostegno arrivano gli Autonomisti popolari di Kaswalder: ''Ben venga la cattura o l'abbattimento di M49''

15 luglio - 14:29
I tecnici di Ispra sono già diretti verso il Trentino. L'ipotesi di abbattere il plantigrado non deve essere presa in considerazione per Roma: "Assurdo e paradossale". Ironico l'ex governatore: "Scelta che appare ancor più lungimirante in quanto potrebbe essere direttamente interessata la zona di abitazione, Civezzano, dell’ex assessore all’agricoltura e veterinario Michele Dallapiccola"
15 luglio - 19:28

L'incidente è avvenuto intorno alle 18.15, il veicolo scendeva dalla Val Rendena in direzione Tione lungo la strada statale 239, quando è avvenuto l'incidente

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato