Contenuto sponsorizzato

Bertagnolli e Casal si superano: conquistano l'oro mondiale nella discesa libera

Primo posto sul podio per i trentini delle Fiamme Gialle dopo le vittorie allo slalom e al gigante. Argento per Josef Lahner e Franz Erharter

Foto tratta da Facebook
Pubblicato il - 30 gennaio 2019 - 17:49

TRENTO. Mondiali di sci alpino paralimpico, una nuova vittoria per Giacomo Bertagnolli con la sua guida Fabrizio Casal. Dopo il primo posto conquistato nello slalom e il secondo al gigante della scorsa settimana, i due trentini delle Fiamme Gialle hanno ora conquistato l'oro per la discesa libera a Sella Nevea.

 

Una medaglia quella nella discesa libera portata a casa con un tempo di 1'00''28, dopo un miglior tempo nel training ufficiale della mattinata. Il secondo posto sul podio, sotto Bertagnolli e Casal, è andato invece agli austriaci Josef Lahner e Franz Erharter (1'02''0). Terzi Jakub Krako e Branislav Brozman.

L'oro, al quale il duo di azzurri della Finanza non era mai arrivato (nemmeno a PyeongChang 2018), arriva a coronamento dei successi della prima parte dei Mondiali in Slovenia, a Kranjska Gora.

 

Un titolo che gli azzurri hanno conquistato nonostante le difficoltà provocate dal meteo che ha costretto l'organizzazione a intervenire sul calendario. Un traguardo che i due campioni trentini accolgono con gioia: "Meglio di così non poteva andare" dice Bertagnolli.

 

Domani la giornata finale del programma con un gigante che servirà anche per assegnare le medaglie di disciplina.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 dicembre - 11:18

Calano i ricoveri nei normali reparti dell'ospedale e in terapia intensiva. Il rapporto contagi/tamponi si attesta intorno al 10%. Sono stati trovati 90 positivi con il test antigenico

03 dicembre - 15:38

L’obiettivo è quello di far uscire il documentario l’anno prossimo in occasione del 28 giugno, anniversario della morte di Angelo Bettini, avvocato roveretano socialista e antifascista trucidato dai nazisti. La regista Katia Bernardi: “Fra i protagonisti anche Renato Ballardini, uno dei testimoni, dell'eccidio che ricorda tutto della notte in cui uccisero i suoi amici di Riva del Garda”

04 dicembre - 08:50

In questi mesi di emergenza sono già state diverse le situazioni che presentano similitudini nel modo di agire della Giunta provinciale. Si guarda il momento senza un'idea di pianificazione futura di quanto fare oggi per ripartire di slancio domani

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato