Contenuto sponsorizzato

I trentini Bertagnolli e Casal sempre a tutto gas, oro ai Mondiali di sci alpino

Gli atleti delle fiamme gialle chiudono la seconda manche al secondo posto, ma Jakub Krako (guidato da Branislav Brozman) inforca e dopo la moviola la medaglia diventa d'oro. Prossime tappe in Friuli

Di Luca Andreazza - 23 gennaio 2019 - 16:19

KRANJSKA GORA (Slovenia). I trentini Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal si confermano tra i più forti interpreti dello sci alpino. Dopo l'argento di lunedì in gigante, i plurimedagliati olimpici di PyeongChang si mettono al collo la medaglia d'oro nei Mondiali paralimpici a Kranjska Gora in Slovenia.

 

Il gradino più alto del podio arriva dopo attimi di suspence e un po' di ritardo: ci vuole la moviola per vedere l'inforcata nella seconda manche dello slalom di Jakub Krako, guidato da Branislav Brozman. La conseguente squalifica consegna la medaglia d'oro agli atleti trentini.

 

Terzi dopo la prima manche, gli azzurri hanno recuperato una posizione nella seconda (1’55”43 il tempo complessivo) per posizionarsi davanti alla coppia slovacca Miroslav Haraus-Maros Hudik (1’57”07). Alle spalle solo degli slovacchi Jakub Krako-Branislav Brozman (1’53”60). Poi le verifiche della giuria e la vittoria dei portacolori delle fiamme gialle.

 

E' il quinto podio mondiale dopo i tre di Tarvisio 2017, mentre la prossima settimana ci sono altre tre gare per impreziosire il medagliere. Il circus arriva in Italia, le nevi friulane di Sella Nevea, ospitano la discesa (martedì 29 gennaio), la super combinata (giovedì 31 gennaio) e il superG (venerdì 1 febbraio).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 aprile 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 aprile - 10:12

I Finanzieri hanno posto i sigilli a oltre 230 mila euro sui vari conti bancari dell’associazione e del suo rappresentante legale, un sessantaseienne trentino, nonché la villa e annesso garage, di proprietà di quest’ultimo, per una quota del valore di circa 310 mila euro

25 aprile - 06:01

C’è un punto a mio giudizio su cui va costruito e tenuto saldo il discorso antifascista: la scelta. E non deve stupire l'uso strumentale di Matteo Salvini ed il conseguente disconoscimento del valore della celebrazione dell’anniversario della Liberazione

 

25 aprile - 09:04

L'uomo aveva lasciato la figlia di 10 anni in auto mentre lui si era allontanato per fare volantinaggio. Dopo essere tornato si è accorto che il mezzo e la figlia erano spariti ed ha subito chiesto aiuto alle forze dell'ordine facendo scattare un’imponente caccia all’uomo. Ma poi si è accorto di essersi sbagliato

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato