Contenuto sponsorizzato

E' super Itas, Perugia non passa e Trento si prende la testa della classifica

Volley. La Trentino Volley non concede nulla alla Sir Safety dopo una battaglia equilibratissima. Alla Blm Group Arena i gialloblù si aggiudicano il big match di SuperLega per 3-0 contro l'ex capolista. Terzo set vinto per 35-33

Foto di Marco Trabalza
Di Luca Andreazza - 05 gennaio 2019 - 19:48

TRENTO. Sorpasso riuscito. E' grande, grandissima, Trentino Volley nel big match di SuperLega. Troppo forte la truppa di Angelo Lorenzetti per l'ex capolista nell'anticipo del sedicesimo turno di regular season. L'Itas batte e supera la Sir Safety Perugia per 3-0. Un risultato rotondo dopo una battaglia equilibratissima, segnata da qualche servizio di troppo al servizio.

 

Alla Blm Group Arena le squadre non deludono le attese di un palazzetto strapieno. Una gara di altissimo livello, gli sbagli non mancano e sono dettati dalla ricerca di giocate spinte al limite. Le braccia girano a tutta e l'Itas Trentino è quasi perfetta.  I trentini piazzano la decima vittoria consecutiva in massima serie. Un successo che proietta la Trentino Volley davanti a tutti. La Sir Safety Conad non riesce proprio a prendere le misure ai gialloblù. 

 

Il tecnico degli umbri, Lollo Bernardi, prova a trovare soluzioni corsa d'opera, ma questa sera l'Itas non lascia speranze agli avversari: strategia e interpretazione rendono i gialloblù una macchina perfetta. Trento riesce a gestire nervi e momenti clou. I trentini reagiscono quando la Sir Safety si gioca il tutto per tutto e prova a restare agganciata alla partita. Alla Blm Group Arena non si passa e la Trentino Volley mantiene il parquet del capoluogo inviolato. 

 

L’inizio del primo set è equilibratissimo, ci vogliono un muro di Candellaro e il contrattacco di Kovacevic per scrivere il primo break (8-6). Lisinac allunga sul +4 e Perugia corre ai ripari del time out. A ricomporre lo strappo ecco i servizi di Leon (13-12). Il muro di Podrascanin su Russell regala la parità a quota 15. L'Itas però riprende a correre sul 18-16, ma la Sir Safety impatta sul 20-20. Il muro di Lisinac su Atanasijevic e l'errore di Lanza portano il punteggio sul 25-23.

 

La reazione di Perugia è immediata nel secondo parziale. Un avvio bruciante per il 2-6. Il servizio di Candellaro rimette l'Itas in scia (5-8), quindi Kovacevic e Lisinac dicono 9-9. Bernardi interrompe il gioco, ma alla ripresa ecco Lisinac e Russell per il 15-12. La Sir Safety prova a restare incollata al periodo, ma Russell dice 25-19.

 

Anche il terzo set è un'altalena di emozioni, combattutissimo. Si viaggia quasi in costante parità. L'Itas prova a lanciare la volata, ma Perugia trova le energie per impattare e provare a tenere aperta la partita. Troppi però gli errori al servizio degli umbri quando più conta. Dopo una maratona ai vantaggi Trento abbassa il sipario sul 35-33.

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 gennaio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 gennaio - 05:01

Il governatore del Trentino intende incontrare il ministro pentastellato, che aveva impugnato il ddl lupo della precedente giunta provinciale, per avviare un confronto e risolvere le criticità. Dorfmann: "Dicotomia tra le aree di montagna e le zone rurali da un lato contro le popolazioni metropolitane dal maggior peso elettorale e che non comprendono le nostre difficoltà dall'altro"

18 gennaio - 11:57

Entrambe sono state trasportate all'ospedale Santa Chiara fortunatamente con ferite lievi. Sul posto i carabinieri e i vigili del fuoco 

18 gennaio - 11:07

A prendere fuoco una lampada o una presa sul balcone, poi gli scuri e il tetto della mansarda. Il comandante Acler: ''Per spegnere l'incendio al lavoro circa 60 uomini. Alle 23 sopralluogo con la termocamera''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato