Contenuto sponsorizzato

La Trentino Volley schiaccia Ravenna e continua la corsa alle spalle di Perugia

Netto successo alla Blm Group Arena e l'Itas risponde a Civitanova e Sir Safety, vittoriose al sabato. La Consar aritmeticamente estromessa dai playoff, resta da definire la griglia di partenza dei quarti di finale scudetto

Foto di Marco Trabalza
Di Luca Andreazza - 10 marzo 2019 - 19:37

TRENTO. La Trentino Volley risponde a Civitanova e Perugia, vittoriose al sabato, e supera agilmente l'ostacolo Ravenna. Un netto 3-0 alla Blm Group Arena nel turno numero 24 di SuperLega per riprendersi il secondo posto in questo rush finale di campionato. A due giornate dal termine della stagionale regolare, l'Itas si trova a +1 sulla Cucina Lube, mentre la capolista Sir Safety è distante tre punti.

 

Staccata la qualificazione alla finale di coppa Cev, i campioni del mondo schiacciano Ravenna e cancellano le residue speranze playoff per la Consar, ormai aritmeticamente fuori dalla corsa per rientrare tra le migliori otto della regular season. Ai quarti di finale ci vanno Perugia e Trento, Civitanova e Modena, Milano e Verona, Padova e Monza. Gli ultimi due impegni servono a definire le griglie di partenza e la classifica è ancora molto fluida.

 

In avvio di primo set parte meglio Ravenna che prova subito un allungo (4-6), ma Kovacevic e Russell impattano sul 9-9. La parte centrale del parziale è equilibrata, arrivano break e controbreak per il 19-19, quindi l'Itas prende il largo sul 23-20. E' lo spunto decisivo, nonostante i tentativi di rientro la Consar cede 25-23.

 

 

Decisamente meglio l'approccio di Trento nella seconda frazione: Kovacevic e Codarin dicono subito 10-6- Il time out ravennate non cambia l'inerzia del match, l’Itas Trentino spinge forte per il 21-13. Il neoentrato Cavuto dice 25-17.

 

Nel terzo set Ravenna prova a prendere in mano le operazioni per provare a riaprire la gara. La Consar spinge forte fino al 10-14. La Trentino Volley però accelera e pareggia il parziale sul 17-17. Arriva un altro colpo di reni degli ospiti per 17-20, che costringe Angelo Lorenzetti al time out. Alla ripresa l'Itas si riporta in scia dopo due prodezze di Kovacevic (19-20) e questa volta il tecnico ravennate interrompe il gioco, ma non basta: Trento dice 20 pari e quindi nel momento clou scatta sul 24-22. Ravenna cerca di resistere, ma i titoli di coda partono sul 25-22 firmato Van Garderen.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 agosto 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 agosto - 19:31

Ancora una volta vengono lanciati dati diversi rispetto alla realtà. Se si uniscono i numeri fin qui raggiunti al punto nascite nel mese di agosto, i parti sono stati 14, in linea rispetto al trend che si è delineato da quando ha riaperto. Futura: "I numeri dovrebbero chiamare a una riflessione, senza pregiudizi ideologici. Due sono i fattori cruciali: la salute e la sicurezza di partorienti e nascituri e la professionalità del personale sanitario"

23 agosto - 18:04

L'aggressione è avvenuta 4 di agosto. Il prorettore è stato vittima di una aggressione al termine della prima giornata di un congresso a Durban. E' stato portato al pronto soccorso e a distanza di circa due settimane è riuscito a ristabilirsi quasi completamente

23 agosto - 19:15

Ad accorgersi è stata la segretaria del Partito che ha deciso di postare su Facebook un messaggio per l'autore del furto. "Potranno portare via una targa, ma non riusciranno a cancellare i valori, la passione e l'impegno per la democrazia delle donne e degli uomini del Pd del Trentino"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato