Contenuto sponsorizzato

La Trentino Volley schiaccia Ravenna e continua la corsa alle spalle di Perugia

Netto successo alla Blm Group Arena e l'Itas risponde a Civitanova e Sir Safety, vittoriose al sabato. La Consar aritmeticamente estromessa dai playoff, resta da definire la griglia di partenza dei quarti di finale scudetto

Foto di Marco Trabalza
Di Luca Andreazza - 10 marzo 2019 - 19:37

TRENTO. La Trentino Volley risponde a Civitanova e Perugia, vittoriose al sabato, e supera agilmente l'ostacolo Ravenna. Un netto 3-0 alla Blm Group Arena nel turno numero 24 di SuperLega per riprendersi il secondo posto in questo rush finale di campionato. A due giornate dal termine della stagionale regolare, l'Itas si trova a +1 sulla Cucina Lube, mentre la capolista Sir Safety è distante tre punti.

 

Staccata la qualificazione alla finale di coppa Cev, i campioni del mondo schiacciano Ravenna e cancellano le residue speranze playoff per la Consar, ormai aritmeticamente fuori dalla corsa per rientrare tra le migliori otto della regular season. Ai quarti di finale ci vanno Perugia e Trento, Civitanova e Modena, Milano e Verona, Padova e Monza. Gli ultimi due impegni servono a definire le griglie di partenza e la classifica è ancora molto fluida.

 

In avvio di primo set parte meglio Ravenna che prova subito un allungo (4-6), ma Kovacevic e Russell impattano sul 9-9. La parte centrale del parziale è equilibrata, arrivano break e controbreak per il 19-19, quindi l'Itas prende il largo sul 23-20. E' lo spunto decisivo, nonostante i tentativi di rientro la Consar cede 25-23.

 

 

Decisamente meglio l'approccio di Trento nella seconda frazione: Kovacevic e Codarin dicono subito 10-6- Il time out ravennate non cambia l'inerzia del match, l’Itas Trentino spinge forte per il 21-13. Il neoentrato Cavuto dice 25-17.

 

Nel terzo set Ravenna prova a prendere in mano le operazioni per provare a riaprire la gara. La Consar spinge forte fino al 10-14. La Trentino Volley però accelera e pareggia il parziale sul 17-17. Arriva un altro colpo di reni degli ospiti per 17-20, che costringe Angelo Lorenzetti al time out. Alla ripresa l'Itas si riporta in scia dopo due prodezze di Kovacevic (19-20) e questa volta il tecnico ravennate interrompe il gioco, ma non basta: Trento dice 20 pari e quindi nel momento clou scatta sul 24-22. Ravenna cerca di resistere, ma i titoli di coda partono sul 25-22 firmato Van Garderen.

Potrebbe interessarti
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 marzo 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 marzo - 20:12

Venerdì una serata aperta alla cittadinanza dedicata a ''Genere, educazione, pluralità'' e, nel pomeriggio, appuntamento con la Cgil in piazza Dante. Il 30 marzo tutti a Verona per il corteo di Non una di meno

21 marzo - 18:37
Le indagini partono poco più di due mesi fa, quando gli agenti pizzicano un veicolo di proprietà di un comune della Val Rendena e condotto da un dipendente di Tione mentre compie una violazione alla segnaletica stradale. Gli accertamenti però mettono in luce un quadro pesante per l'uomo tra truffa, peculato e falsa attestazione di servizio
21 marzo - 20:01

I due giovani si trovavano in un tratto di pista molto ripida.  Il Soccorso alpino gli ha fatto calzare le racchette da neve e sono stati accompagnati, con l'ausilio di una corda, a valle fino alla motoslitta

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato