Contenuto sponsorizzato

La Trentino Volley mura Milano e interrompe a nove la striscia di vittorie della Revivre

L'Itas Trentino parte male, ma recupera e espugna il PalaYamamay per 3-1. Trento continua la rincorsa al primo posto di Perugia e difende la seconda piazza dagli assalti di Civitanova

Foto di Marco Trabalza
Di Luca Andreazza - 03 marzo 2019 - 19:59

BUSTO ARSIZIO. L'Itas espugna Milano e il PalaYamamay. La Trentino Volley si impone per 3-1 nel ventitreesimo turno di SuperLega e resta in corsa per provare a soffiare la vetta della classifica a Perugia, quando mancano tre giornate al termine della regular season. Un successo prezioso che consente ai trentini di resistere al tentativo di sorpasso di Civitanova, sempre a -1 dalla truppa di Angelo Lorenzetti.

 

L'Itas Trentino raccoglie un ottimo risultato a Milano e interrompe la striscia di nove vittorie consecutive in campionato della Revivre. La formazione di Andrea Giani arriva in piena corsa: la squadra con più punti nel girone di ritorno (24 punti, Perugia e Civitanova a quota 23 e Trento a 22 punti) e quarta in classifica in coabitazione con Modena. 

 

La Trentino Volley fatica, ma riesce ad arginare Abdel-Aziz, Maar e Clevenot. Ci mette un po' a prendere le misure, ma riesce a risolvere una pratica complicata, un avversario arcigno, soprattutto in casa dove Milano è quasi sempre andata a punti. Dopo un avvio lento e un set perso, Trento riprende colore, cresce e non lascia scampo ai meneghini. 

 

L’inizio del primo set è combattuto e le squadre restano incollate (6-7), quindi il muro di Bossi su Russell piazza il break per il 12-10. Trento risponde subito e Kovacevic mette a terra il 13-13. La Trentino Volley non riesce a trovare lo strappo, Milano riesce a restare incollata ai trentini (16-17). I meneghini accelerano nel finale: Kozmernik, Bossi e Maar dicono 19-17 e Lorenzetti interrompe il gioco. Non basta: Abdel-Aziz scrive il +4 (23-19) e il tecnico dell'Itas chiama ancora time out. Ma non cambia: la Revivre si porta sul 25-19.

 

Nel secondo parziale Russell rilancia Trento (5-8) e Giani interrompe subito il gioco. Alla ripresa Milano trova prima il pari e poi il vantaggio sul 9-8. La Trentino Volley però non resta a guardare e ripassa a condurre sul 12-14. A quel punto Kovacevic allunga ancora sul 13-18. I gialloblù non calano e impattano sul 19-25.

 

Nel terzo periodo Milano parte meglio (3-0 e time out Lorenzetti), ma l’Itas riprende subito il filo del discorso: Kovacevic e Codarin dicono 9-14. La Revivre si innervosisce e diventa fallosa: Trento approfitta di tutte le sbavature per il 14-19. Kovacevic e Vettori guidano la Trentino Volley sul 17-25.

 

Il quarto set si apre ancora nel segno di Milano: 3-0 e time out di Lorenzetti. A quel punto Codarin e Giannelli si caricano l'Itas sulle spalle per il 7-8. La Revivre per non molla e le squadre restano incollate fino al 18-18. Trento nel finale trova uno spunto del 19-21. E' il momento clou della gara. I meneghini annullano due palle set, ma la Trentino Volley affonda il colpo per il 23-25 di Vettori.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 maggio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 maggio - 06:01

 Le parole ''gnocca'', ''negro'', ''muslim'' vanno alla grande, la mission pare essere quella di bannare i ''pididioti'', l'insulto per donne sovrappeso fotografate ''a tradimento'', poi, è un must. La speranza è che si tratti di un furto di personalità ma dalle foto sembrerebbe proprio che Ivan Cristoforetti braccio destro di Spinelli sui social si scateni. Ecco come 

20 maggio - 19:53

Da quando il maltempo di fine ottobre ha distrutto interi boschi nella zona di Bedolplan, sopra Piné, praticamente nulla è stato fatto a livello di recupero del legname schiantato e della zona. In questi giorni, però, è arrivata l'incredibile notizia ai due giovani gestori del ristorante/bar: ''Hanno trasformato in un lotto unico un'area di circa 150 ettari e la ditta che ha vinto l'appalto ha deciso, per motivi di sicurezza, di farne tutto zona cantiere''

20 maggio - 19:17

L'incidente è avvenuto sulla tratta tra Berlino e Monaco all'altezza di Lipsia. La donna era andata con la figlia e il figlio a vedere la finale di Champions di pallavolo. Il suo ultimo post su Facebook recita: ''Complimenti bravissima Lube''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato