Contenuto sponsorizzato

Impresa del Trento Baseball che batte l'imbattuta capolista Vicenza e si porta al quarto posto in classifica

I vicentini conducono quasi tutta la gara, ma il Trento resiste e nel finale compie il colpo. Un periodo positivo per gli orange, un atleta delle giovanili è stato convocato in nazionale

Pubblicato il - 30 luglio 2019 - 15:49

TRENTO. Impresa del Trento Baseball che batte la capolista e imbattuta Vicenza. Un match che ha rischiato di saltare a causa del forte maltempo in Trentino di domenica 28 luglio, ma dopo tre ore di attesa i giocatori hanno preso guantoni, palla e mezza per l'impegno del campionato di serie C

 

Reduci dal successo contro il Romano d'Ezzelino, i trentini hanno affrontato la corazzata vicentina: già matematicamente ai playoff per la promozione in serie B e soprattutto 13 vittorie in altrettante partite in archivio. Un avvio di gara contratto per il Trento Baseball del coach Paolo Castagnini e il Vicenza allunga di tre punti già nel primo inning. 

 

L'allungo però viene ricucito, ci pensano Davide Boccone e Emanuele Pozza a portare il risultato sul 2-3. La parte centrale dell'incontro vede i vicentini dettare le operazioni e mantenere il controllo del punteggio sul +2 (4-6). Nella settima ripresa il Vicenza sembra mettere in cassaforte la vittoria, ma arriva la reazione del Trento. 

 

Le battute valide di Marco Zaccomer, un doppio di Francesco Merler, un singolo di Pierpaolo Bonini, un singolo di Luca Bordoni riportano il punteggio in parità, 8-8, e partita riaperta a due inning dalla fine. La gara diventa tesa e il Vicenza sfrutta la maggior esperienza per prendere altri due punti margine tra l'ottavo e il nono inning. All'ultimo attacco il Trento Baseball mette però la freccia: Matteo Beber batte valido, Pierpaolo Bonini batte ma viene eliminato al volo, permettendo però a Beber di giungere in seconda su rubata. Luca Bordoni viene colpito dal lanciatore e quindi di diritto passa in prima base.

 

A quel punto coach Castagnini chiama i suoi a una rischiosa doppia rubata, mossa che però riesce e porta due giocatori in posizione di punto. Il tecnico sostituisce poi in battuta il giovane Matteo Sala con l’esperto Tiziano Fiorio. La contromossa del manager vicentino è quella di cambia il lanciatore e concedere la base intenzionale a Fiorio.

 

Le battute finali sono incandescenti. Il lanciatore del Vicenza soffre la pressione e con quattro “ball” regala la base a Trento e il punto del pareggio. È il momento di Marco Zaccomer, il fortissimo giocatore di Bolzano che ha militato anche in serie A: primo lancio in ball a terra, come il secondo lancio ancora a terra, il catcher blocca malamente, la palla sguscia a pochi metri e così il velocissimo Luca Bordoni va a segnare il punto della vittoria.

 

Questa vittoria consente al Trento si salire in quarta posizione in classifica, mentre domenica si gioca l'ultima di campionato, ancora a Romano d’Ezzelino. Non solo, un atleta delle giovanili è stato convocato in nazionale. "Il futuro del Trento Baseball si vede - commenta Elisabetta Zanin, presidente della società - mi sento di ringraziare tutti coloro che si impegnano a vario titolo per la nostra società, gli atleti e gli sponsor quali Grafiche Dalpiaz di Ravina, Cassa rurale di Trento, Md assicurazioni di Trento, Tecme, Ristorante Welcome India, Pamitron e Ristorante Cacio e Pepe di Cognola che hanno creduto nel nostro progetto e che ci permettono di seguire gli oltre settanta ragazzi tra serie C e squadre giovanili che settimanalmente si allenano sul campo di via Fersina".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 settembre - 13:44

I fatti sono avvenuti intorno alle 11.45 come quel 7 gennaio 2015 quando morirono 20 persone. La zona è blindata e un uomo sarebbe già stato preso

24 settembre - 17:22

La mascherina è diventata dispositivo di protezione individuale indispensabile nella quotidianità di ognuno di noi. Quello che però può sembrare un semplice strumento, per altri può diventare un vero e proprio "muro". Per questa ragione è stato lanciato un modello di mascherina che permette di leggere il labiale e al tempo stesso protegge dal rischio di contagio

25 settembre - 12:26

Dal giorno della sua fuga, Denni è stata avvistata più volte, ma non si è mai riusciti a recuperarla. Si tratta di una meticcia di taglia media di 10 chili: "Si muove con destrezza e abilità: è brava, si sa gestire bene, schiva i pericoli e sceglie i posti più strategici per fermarsi a mangiare e riposare. Vuole rimanere libera, ma non può: è pericoloso per lei e per gli altri"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato