Contenuto sponsorizzato

Non bastano quattro mete, il Trento Rugby cede contro il Rav Altovicentino

A Schio i gialloblù cedono per 28-24 nell'ultimo turno del campionato di serie C di palla ovale. Tre mete del giovane Andrea Della Sala

Pubblicato il - 18 dicembre 2019 - 12:06

TRENTO. Trasferta sfortunata per il Trento Rugby che cade contro la seconda forza del campionato, il Rav Altovicentino. A Schio i gialloblù cedono per 28-24 nell'ultimo turno del campionato di serie C di palla ovale.

 

Sono i padroni di casa a sbloccare il risultato, quando al decimo minuto del primo tempo segnano la prima marcatura. Dopo un periodo di grande equilibrio Andrea Della Sala pareggia i conti, mentre un calcio piazzato del Rav chiude la prima frazione sul 10-7.

 

La ripresa si apre nel segno dell'Altovicentino: un'altra meta e ancora due calci piazzati. Risponde Della Sala, ma è ancora il Rav a sfruttare delle disattenzioni nella linea veloce dei trentini. Gli ultimi venti minuti sono caratterizzati da un forcing del Trento che si concretizza con due mete griffate Lorenzo Pocher e, ancora, di Della Sala: le mancati trasformazioni però non consentono ai gialloblù di impattare il punteggio. 

 

Il Rav Altovicentino si aggiudica, così, la gara, mentre ora al Trento servono tre vittorie consecutive per sperare ancora di entrare nei playoff. "Paghiamo ancora le piccole disattenzioni e i cali di lucidità nel corso del match; troppe le touch perse, i falli sul punto d'incontro e il giallo inutile che ci è costato una meta", commenta coach Soldani, che aggiunge: "Non è facile competere contro squadre più esperte di noi ma ho visto una mischia performante e, comunque, abbiamo segnato quattro mete contro le tre del Rav. Purtroppo abbiamo sbagliato ancora una volta alcune scelte individuali che hanno compromesso il risultato finale".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 gennaio - 05:01

Un punto appare fermo: la data del 15 febbraio è un po' l'ultima chiamata. L'inverno è compromesso da tempo e siamo già ai tempi supplementari di una stagione mai partita. Un discrimine forte potrebbe poi essere quello della mobilità: "Si deve distinguere tra turismo e servizio alla collettività. Persi circa 30 milioni di euro solo per la società impianti''

24 gennaio - 19:51

Sono 250 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 37 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 2 decessi, ma si aggiungono le 30 vittime in Rsa. Sono 47 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

24 gennaio - 17:45

Sale il numero dei pazienti in ospedale, stabile quello delle terapie intensive. Altri 2 decessi. Sono state registrate 7 dimissioni e 39 guarigioni nelle ultime 24 ore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato