Contenuto sponsorizzato

Stavolta il recupero non riesce: Trento soccombe a Treviso. PAGELLE.

Treviso stavolta si tiene stretto il vantaggio conquistato, mentre Trento arranca provando a rimontare. Pesano molto nella sconfitta i parziali permessi dalla Dolomiti Energia e l'alto numero di palle perse

Di Mattia Sartori - 08 settembre 2020 - 21:17

TRENTO. Dopo la partita di sabato scorso, la Dolomiti Energia si trova ad affrontare Treviso per la seconda volta in meno di una settimana. Non bisogna però abbassare la guardia, i ragazzi di coach Menetti erano infatti riusciti a mettere in difficoltà i trentini, con un doloroso parziale inflitto durante il secondo quarto. Rimane corta la panchina aquiilotta: Maye e Conti si stanno riprendendo dai rispettivi infortuni, mentre Martin si sta ancora integrando e non giocherà nemmeno questa sera.

 

È un confronto molto equilibrato quello che vediamo nei primi minuti della partita: entrambe le squadre cercano e trovano buone azioni, che li portano a canestro con facilità. Un paio di distrazioni di Trento permettono a Logan di recuperare palla, consegnando il vantaggio a Treviso. Dopo un parziale di 16-4 i bianconeri non riescono a ritornare a contatto, complici anche le 5 palle perse. Si ritorna a segnare con il canestro di Mezzanotte, trovato libero sotto canestro dall’assist di Forray. Anche Browne trova il canestro, segnando 5 punti di fila, che però non riducono il divario, aumentato dalla tripla di Imbrò. Si chiude quindi il primo quarto con il +11 di Treviso.

 

Aumenta ancora il proprio vantaggio la De’Longhi, ma dall’altra parte ci sono Morgan e Pascolo, che trovano 7 punti, riportando Trento a -7. Ritornano a segnare anche i padroni di casa, aiutati anche dal bonus, trovato con più di 4 minuti sul cronometro. Il fischio sull’intervento di Morgan in difesa porta alla protesta di Brienza, punito con un fallo tecnico. Altri 3 punti di Pascolo riportano la Dolomiti Energia a -9, ma è ancora Logan a vanificare gli sforzi trentini con un tiro dalla lunga distanza. Sanders ritorna a segnare in contropiede, dopo una grandissima finta di passaggio, per il -10 bianconero a 1 minuto dalla fine. Si torna quindi negli spogliatoi con Treviso avanti per 10 lunghezze.

 

Il rientro in campo vede un equilibrio simile a quello di inizio primo quarto. Trento si appoggia a Forray, che sfoggia tutta la sua esperienza. Non basta però il capitano a recuperare: Treviso riesce ad allungare ulteriormente per il +16. Nei minuti successivi non cambia la situazione e la De’Longhi rimane in vantaggio e in controllo della partita. Sul finale del periodo Trento dà qualche segnale di vita, ma non è sufficiente a tornare a contatto entro la sirena finale, che sancisce il +18 trevigiano.

 

Salgono a +30 i padroni di casa, che stanno eclissando i bianconeri. La prima reazione di Trento arriva con la tripla di Sanders. Non sembra però riuscire a scuotere gli ospiti ormai rassegnati ad abbandonare l’idea della rimonta. Il resto del quarto periodo è una sofferenza per la Dolomiti Energia e una semplice attesa per Treviso. L’ultimo periodo si chiude, consegnando ufficialmente a Treviso la vittoria per 91-67.

 

JOVANOVIC 6 – Il giovane ci prova e si prende anche i suoi tiri, riuscendo a mettere a segno una tripla. Non fa la differenza, ma dà quel che può.

 

PASCOLO 7 – Uno dei pochi a giocare consistentemente durante tutta la partita e ad avere almeno una reazione di orgoglio durante il quarto periodo. Porta a casa 13 punti e 7 rimbalzi con ottime percentuali al tiro.

 

BROWNE 5,5 – Ogni tanto prova a rientrare in partita, ma per il resto non è all’altezza di quanto ci ha fatto vedere le scorse partite.

 

FORRAY 7 – Quando entra in partita porta ordine tra le fila trentine e riesce anche a sfoggiare la sua esperienza con una serie di buone azioni. Fa vedere anche la sua famosa garra, purtroppo non riesce a contagiare i compagni.  

 

SANDERS 6 – Ogni tanto ha delle reazioni di orgoglio, ma anche lui soffre della prestazione generale della squadra e non riesce a performare come in altre occasioni.

 

MEZZANOTTE 6 – Anche lui non è fisicamente al meglio, ma oggi in un paio di occasioni si fa trovare nel posto giusto al momento giusto.

 

MORGAN 5,5 – Cerca di dare il suo contributo, ma per la maggior parte della partita non riesce a incidere particolarmente.

 

WILLIAMS 5 – Rispetto alle scorse partite sembra spento, come se fosse stanco, cosa che probabilmente è. Pesano molto anche le 4 palle perse.

 

LADURNER 5 – Anche questa sera non riesce a contribuire in modo significativo. Ogni tanto sembra essere un po’ perso in campo.

 

LECHTHALER 4,5 – Entra in campo dopo tanto tempo e non riesce ad apportare praticamente nulla di positivo.

 

BRIENZA 4 – Non riesce a guidare la squadra sulla strada giusta. Dopo aver perso il vantaggio nel primo quarto, Trento non riesce più a tornare in testa e in alcuni momenti non sembra neanche provarci. Bisogna risolvere assolutamente il problema dei parziali e delle palle perse.

 

 

DE’LONGHI TREVISO - DOLOMITI ENERGIA TRENTINO  91-67

(27-16; 41-31; 69-51; 91-67)

 

DE’LONGHI TREVISO. Russell 13, Logan 17, Cheese 7, Buzzavo, Faggian, Vildera 4, Bartoli 6, Imbrò 15, Chillo, Mekowulu 4, Carroll 18, Akele 7. Allenatore: Massimiliano Menetti.

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO. Jovanovic 3, Pascolo 13, Browne 6, Forray 9, Sanders 11, Mezzanotte 4, Morgan 6, Williams 15, Ladurner, Lechthaler. Allenatore: Nicola Brienza.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 04:01

Una ricerca dell'Ispi, l'Istituto per gli studi di politica internazionale prova a valutare dati alla mano l'ipotesi dell'isolamento per fasce d'età. Secondo una proiezione, imponendo un lockdown ai soli over 80 la mortalità da Covid verrebbe dimezzata, mentre l'isolamento per gli over 60 diminuirebbe di 10 volte la letalità del virus. Le criticità però non mancano

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognissanti”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato