Contenuto sponsorizzato

Settima sconfitta consecutiva: prosegue la striscia negativa dell’Aquila in campionato. PAGELLE

Trento parte bene, ma la pioggia di triple segnate dai marchigiani continua a cacciarli indietro per gran parte della partita. Un impressionante Maye da 19 punti e 18 rimbalzi non basta a colmare la differenza e sulla sirena finale il tabellone recita 70-81 per Pesaro che firma la settima sconfitta consecutiva dei trentini

Di M.Sartori - 07 febbraio 2021 - 18:56

TRENTO. Dopo il cambio di allenatore a Trento sono arrivati i primi segnali di ripresa con la vittoria contro il Metropolitans (Qui intervista al GM Trainotti). Si va dunque a caccia di vittorie anche in campionato per uscire dalla striscia negativa di sei sconfitte che la Dolomiti Energia porta avanti da dicembre. Al varco ci sono i marchigiani di Pesaro, al momento ottavi in classifica, che costituiscono una minaccia non indifferente dato il livello di gioco dimostrato finora, soprattutto dalla lunga distanza. Ai trentini serve una buona difesa per imporsi sui biancorossi alla Blm Group Arena.

 

L’intensità è alta fin da subito: la Carpegna Prosciutto si appoggia ai suoi tiratori, mentre i trentini giocano di fisico, cercando soluzioni vicino a canestro. Nessuna delle due squadre riesce ad imporsi, ma Trento riesce a mantenersi in vantaggio per la maggior parte del tempo anche grazie agli 8 rimbalzi di Maye. Con le triple di Filloy e Robinson Pesaro riprende il comando e costringe la Dolomiti Energia a riorganizzarsi in panchina. I marchigiani continuano a bersagliare i bianconeri dalla lunga, guadagnando il +11 di fine quarto (15-26).

 

Trento riprende a girare a inizio secondo periodo con un parziale di 7-3 che rimette in difficoltà i pesaresi. Sembrano infallibili i tiratori marchigiani, ma la Dolomiti Energia continua a battere il ferro e si riporta a soli due possessi di svantaggio dagli ospiti. Si infiammano i trentini, che si stringono in difesa e recuperano palloni, continuando a infastidire i biancorossi. Negli ultimi secondi l’Aquila perde una palla importantissima, ma Williams salva la situazione, stoppando il tiro del +8 e lanciando i suoi in attacco dove Sanders segna la tripla del -3 (36-39).

 

Fanno fatica a completare la rimonta i trentini, che continuano a soffrire i tiri dalla lunga distanza della Carpegna Prosciutto. Rimangono comunque a contatto, ma senza riuscire a tornare in parità. L’Aquila va in confusione e Pesaro allunga a +7, portando Molin a chiamare timeout per rimettere ordine nei ranghi bianconeri.  Gli urli del coach bianconero risvegliano giocatori aquilotti, che ricominciano a segnare e ad un minuto dalla fine agguanta il -4, ma subisce la tripla di Zanotti sul finale per il +7 pesarese (51-58).

 

I marchigiani rimangono letali da tre punti e si portano a +11, nonostante la grinta della Dolomiti Energia, che continua a spingere. Martin si impone in post basso e firma il -7 trentino, che dà qualche speranza ai padroni di casa. Robinson segna di nuovo il +10 a due minuti e mezzo dalla fine, ma tengono duro i bianconeri che continuano a provarci. A sessanta secondi dalla sirena finale l’Aquila si trova a tre possessi pieni di distanza e prova gli ultimi tiri della disperazione. Non riesce però il tentativo trentino di riportarsi in partita e Pesaro infligge la settima sconfitta consecutiva a Trento (70-81).

 

MARTIN 6 – Fa bene in difesa e sul finale riesce anche ad affermarsi in attacco, segnando i canestri che per l’ultima volta danno speranza ai trentini.

 

JOVANOVIC – N.E.

 

PASCOLO – N.E.

 

CONTI – N.E.

 

BROWNE 4 – Ha bisogno di ritrovare il sé stesso di inizio stagione, quando dalle sue mani passavano molti punti fondamentali. Oggi non segna e non fa nemmeno girare bene il pallone, c’è bisogno del play portoricano che abbiamo conosciuto.

 

FORRAY 7 – Tra i trentini è forse uno di quelli che più ci crede fino alla fine e più volte cerca di guidare i suoi alla rimonta, purtroppo però non riesce mai a completarla.

 

SANDERS 6,5 – Non inizia benissimo, ma poi si accende soprattutto in difesa dove si attacca come un francobollo ai giocatori di Pesaro.

 

MEZZANOTTE 6 – In difesa dà segnali forti riuscendo a trattenere Cain nonostante la differenza di fisico. Riesce anche a segnare due triple ben costruite. Se continua così può essere un uomo importante delle rotazioni trentine.

 

MORGAN 5 – Non gioca al solito livello, soprattutto in difesa dove viene limitato dai problemi di falli, che quasi lo costringono in panchina sul finale.

 

WILLIAMS 4,5 – Viene totalmente annullato da Cain che gli impedisce di fare qualsiasi cosa. Il lungo trentino per la prima volta da molto tempo non riesce a fare bene né nei punti segnati, né nei rimbalzi presi.

 

LADURNER 6 – Fa bene in attacco dove riesce a correggere dei tiri importanti nella prima metà di gioco. In difesa soffre un po’ Cain, ma è comprensibile e comunque riesce a resistere bene.

 

MAYE 7 – Infiammato nei primi minuti si porta la squadra sulle spalle, prendendo addirittura 8 rimbalzi prima della fine del primo quarto. Successivamente perde un po’ il controllo a causa della stanchezza, ma comunque continua a produrre.

 

MOLIN 5,5 – Questo match era molto importante e bisognava portarlo a casa. Di sicuro sono di più i meriti di Pesaro che i demeriti della Dolomiti Energia, ma riuscire a tenere la squadra più concentrata soprattutto in fase offensiva avrebbe potuto fare tutta la differenza del mondo.

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO – CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO  70-81

(15-26; 36-39; 51-58; 70-81)

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO. Martin 10, Jovanovic, Pascolo, Conti, Browne 5, Forray 8, Sanders 10, Mezzanotte 6, Morgan 6, Williams 2, Ladurner 4, Maye 19. Allenatore: Emanuele Molin.

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO. Drell 12, Filloy 10, Cain 6, Robinson 14, Tambone, Mujakovic, Robinson 12, Basso, Serpilli, Filipovity 9, Zanotti 4, Delfino 14. Allenatore: Jasmin Repesa.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
07 dicembre - 11:54
Incontro via remoto tra i tre governatori dell'Euregio. Dalla disamina di Fugatti è emerso che la maratona vaccinale sta andando abbastanza bene [...]
Cronaca
07 dicembre - 11:53
Difficile la situazione negli ospedali del territorio con 99 i ricoveri in area medica, poi 18 quelli [...]
Politica
07 dicembre - 09:43
Fra le nuove restrizioni che potrebbero essere introdotte c’è anche quella di escludere i tamponi fra le soluzioni per ottenere un Green pass. [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato