Contenuto sponsorizzato

Basket Serie A, Trento butta via la partita sul finale, la serie positiva si infrange all'Allianz Dome. PAGELLE

Dopo quattro vittorie consecutive in campionato Trento alza bandiera bianca contro Trieste. Nell'ultimo minuto di gioco i ragazzi di coach Molin sembrano quasi in grado di portarla a casa, ma buttano via tutto nell'ultima azione, quando Saunders perde palla e regala ai giuliani l'occasione di passare avanti prima della sirena finale

Foto Aquila Basket
Di Mattia Sartori - 05 dicembre 2021 - 18:42

TRIESTE. Inizio zoppicante per la Dolomiti Energia, alla sua prima prova dopo la pausa per le nazionali. Mentre Trieste trova il fondo del canestro con consistenza e convinzione, Trento viene tenuta a galla dal solo Williams, responsabile del 100 per cento dei punti bianconeri per i primi 8 minuti di gioco. Verso la fine del primo quarto si estingue però lo slancio dei padroni di casa, che perdono il vantaggio dopo la schiacciata in transizione di Reynolds che sancisce il primo sorpasso trentino, mantenuto fino alla fine del periodo (13-14).

 

Nel secondo quarto il match si fa più combattuto ed entrambe le formazioni segnano più frequentemente. A prendere il volo è Trieste, che, guidata da Konate, infligge ai bianconeri un parziale di 9-0, lasciandoli nuovamente indietro. I trentini però non si scoraggiano e con un paio di buone azioni si riavvicinano, arrivando ad un solo possesso di distanza dall’Allianz dopo i liberi di capitan Forray verso la fine del secondo periodo (32-29).

 

 Si torna dagli spogliatoi e sembra che sia di nuovo il primo quarto: Trento non riesce a segnare e Trieste ne approfitta per guadagnare il nuovo +7. Molin si vede costretto a chiamare timeout per riorganzzare le proprie forze e fa bene. Usciti dalla panchina i trentini trovano nuova forza e restituiscono il favore all’Allianz e con un parziale di 9-2 si rimette testa a testa con i padroni di casa. Si continua a combattere nei minuti finali del terzo periodo, dove l’Aquila riesce anche a portarsi avanti in qualche occasione, ma alla fine la spuntano i biancorossi, che concludono la terza frazione di gioco avanti di 2 (48-46).

 

Per l’ennesima volta è Trieste a prendere in mano la situazione in avvio del quarto. Gli uomini di coach Ciani infatti fanno presto a mettere di nuovo 7 lunghezze di distanza fra sé e i trentini. Anche questa volta la risposta dei bianconeri è la stessa: tutti a raccolta in panchina e si riparte da capo. Le indicazioni di coach Molin riaccendono i bianconeri che piano piano si riportano alle spalle di Trieste e con meno di un minuto da giocare vanno a +4 con due triple spettacolari di Bradford. A 10 secondi dalla fine Banks risponde con l’altrettanto spettacolare tripla del -1. Nel possesso finale Saunders perde il pallone e regala a Grazulis il tiro della vittoria, buttando via quella che sarebbe stata la quinta vittoria consecutiva in campionato (70-69).  

 

BRADFORD 6,5 – Nei primi quarti è come se non ci fosse, ma sbuca sul finale e riesce quasi a chiudere la partita con 2 triple provvidenziali. In difesa alcuni errori su Banks potevano essere evitati.

 

WILLIAMS 7 – Un primo quarto dominante dove tiene Trento a galla da solo gli regala il titolo di miglior giocatore tra i trentini stasera. Peccato che poi si spenga lentamente con alcuni exploit durante i successivi 30 minuti.

 

REYNOLDS 6 – Partita da dimenticare per quanto riguarda le sue percentuali al tiro, anche se bisogna ammettere che non si è mai scoraggiato, andando poi a segnare alcuni canestri importanti. Da premiare invece lo sforzo sotto canestro, dove cattura 9 rimbalzi.

 

CONTI S.V. – Solo 6 minuti per il giovane trentino questa sera, non abbastanza per mostrare qualcosa di positivo o negativo.

 

FORRAY 6 – Il capitano in campo non riesce a dominare, ma comunque guida i compagni in alcuni momenti cruciali della partita.

 

FLACCADORI 5 – Serata da dimenticare per Flaccadori, che, sebbene continui ad entrare sempre di più nel ruolo di playmaker, si prende molti tiri difficili che

ovviamente non vanno a segno.

 

SAUNDERS 4 – Il suo gravissimo errore sul finale di partita costa alla squadra il possesso decisivo e, di conseguenza, la vittoria.

 

MEZZANOTTE S.V. – Stesso discorso fatto per Conti: in 5 minuti non si vede niente di positivo o negativo.

 

LADURNER 6 – La sua prima entrata in campo è abbastanza incolore, ma quando Molin gli dà una seconda possibilità riesce a metterci del suo, con un paio di buone difese e un gancio morbidissimo che regala 2 punti alla squadra.

 

CAROLINE 4,5 – Il suo ritorno dopo l’infortunio non dei migliori. Si carica subito 2 falli sul groppone e manca il suo solito impatto fisico dominante.

 

MOLIN 6 – Sebbene Trieste stia davanti per gran parte della partita gli interventi mirati e ben congegnati del coach rimettono sempre in partita Trento, arrivando quasi a regalare la vittoria ai bianconeri.

 

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE – DOLOMITI ENERGIA TRENTINO 70-69

(13-14; 19-15; 16-17; 22-23)

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO. Bradford 12, Williams 15, Reynolds 10, Conti, Forray 4, Flaccadori 9, Saunders 12, Mezzanotte, Ladurner 2, Caroline 5. Allenatore: Emanuele Molin.

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE. Banks 19, Fernandez 6, Konate 9, Longo, Deangeli 3, Mian 3, Delia 4, Fantoma, Cavaliero 6, Grazulis 13, Lever 7. Allenatore: Franco Ciani.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 18 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 gennaio - 18:45
Sergio Tell è stato investito mentre stava attraversando la strada a Gardolo, il 60enne di Romeno è morto sul colpo
Cronaca
19 gennaio - 17:33
Sono stati analizzati 13.601 tamponi tra molecolari e antigenici. Registrati 2.660 positivi e 2 decessi. Ci sono 169 persone in ospedale di [...]
Cronaca
19 gennaio - 16:51
La questione lupo ciclicamente riemerge nel dibattito pubblico all'indomani di predazioni (praticamente sempre evitabili). Questa volta ha perso la [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato