Contenuto sponsorizzato

Basket Serie A, Trento si piega contro Reggio Emilia e dice addio al sogno playoff. PAGELLE

Dopo due quarti di buona pallacanestro in cui i trentini arrivano a condurre anche di 18 punti l'Unahotels si riprende e colma il divario, escludendo definitivamente la Dolomiti Energia dai playoff

Foto Aquila Basket
Di Mattia Sartori - 01 maggio 2022 - 22:54

TRENTO. Restare aggrappati al sogno playoff e togliersi qualche soddisfazione in queste due ultime giornate di campionato. Questi gli obiettivi della Dolomiti Energia, ormai sicura di rimanere in serie A e in procinto di tirare le fila dopo un’annata piena di alti e bassi che sicuramente darà da pensare alla società. La penultima sfida vede i trentini affrontare Reggio Emilia, proprio una delle squadre a cui i bianconeri vorrebbero “soffiare” il posto nella fase finale della stagione. Non sarà però semplice battere i biancorossi, che, sebbene orfani del proprio miglior realizzatore, hanno uno dei migliori bilanci in trasferta di tutta la serie A.

 

I primi cinque minuti di gioco sorridono alla Dolomiti Energia che riesce a conquistare il primo vantaggio del match. Nonostante alcune imperfezioni tecniche infatti Forray e compagni si prendono un +5 guadagnato con la pura forza di volontà. Non è contento coach Caja, che chiama i suoi in panchina per rimettere ordine, ottenendo un parziale di 7-0 e ribaltando così la situazione. Le triple di Reynolds, ormai caldo verso la fine del primo quarto, riconsegnano le redini della partita ai padroni di casa, che prima della sirena finale riescono a mettere 6 lunghezze di distanza tra sé e gli ospiti (19-13).

 

Ancora sull’onda dei primi dieci minuti i bianconeri continuano a distanziarsi da Reggio Emilia anche nel secondo quarto. La difesa trentina costringe i biancorossi a tante palle perse, occasioni che l’Aquila riesce poi a convertire in punti in attacco, toccando quota +16 entro il quindicesimo minuto di gioco. Gli ospiti riescono a ritrovare ritmo e causare qualche problema ai padroni di casa, ma 7 punti di fila di Johnson fanno di nuovo pendere la bilancia a favore dei bianconeri, che vanno alla pausa lunga con 17 punti di vantaggio sui reggiani (44-27).

 

Al ritorno dagli spogliatoi Reggio Emilia sembra aver ingranato una marcia in più. Appoggiandosi a Larson, Cinciarini e, soprattutto, Strautnis i biancorossi riescono infatti a infliggere all’Aquila un doloroso parziale di 16-2, che li riporta ad un solo possesso di distanza dai padroni di casa. Il ritorno in campo di Conti e Johnson è una boccata di ossigeno per la Dolomiti Energia, che torna a mettere un po’ di distanza tra sé e gli ospiti. Questa volta però la cavalcata dei trentini non porta ad un grande vantaggio e i reggiani riescono a riavvicinarsi entro la fine del periodo grazie alla micidiale precisione di Hopkins e Cinciarini (58-55).  

 

L’Unahotels stavolta non si fa scappare l’occasione e con 5 punti di Baldi Rossi si riprende il vantaggio per la prima volta dal primo quarto. I trentini non riescono a rispondere in modo efficace e si devono appoggiare alle iniziative individuali di Flaccadori per mantenersi a contatto e impedire agli ospiti di prendere il largo. Un parziale di 8-0 a due minuti dalla fine lascia i bianconeri a -7 e fa salire la pressione alla Blm Group Arena, ma sono i liberi di Cinciarini a chiudere la partita. Con 9 punti da recuperare e appena 30 secondi sul cronometro Trento non riesce a riportarsi a contatto, perdendo infine la partita e anche l’ultima speranza di entrare ai playoff (69-77).

 

JOHNSON 6 – Nei primi due quarti guida la squadra quando è in campo, portando Trento anche al +18. Dopo la pausa lunga però perde lucidità e non cerca più il gioco con i compagni.

 

BRADFORD 5 – Tanto gioco individuale e poca collaborazione con i compagni lo portano a prendere tiri affrettati con conseguenti errori. Unica nota positiva sono le palle rubate (5), che però vengono controbilanciate dai suoi 4 palloni persi.

 

WILLIAMS 4,5 – Ancora una volta sotto canestro non si fa valere, nonostante in questo caso avesse la stazza necessaria a far sentire la propria voce. A parte un paio di occasioni viene sempre oscurato dai lunghi avversari, sia in attacco che in difesa.

 

REYNOLDS 5 – Due triple nel primo quarto e poi qualche punto nell’ultimo con un bel buco in mezzo. Non la migliore delle prestazioni per quello che dovrebbe essere il secondo terminale offensivo della squadra.

 

CONTI 8 – Grande serata per il giovane numero 8 che stasera difende alla grande e condisce il tutto con 9 punti derivanti da ottime scelte in attacco. Peccato che non abbia potuto festeggiare con una vittoria.

 

MORINA – N.E.

 

FORRAY 5 – Non la migliore delle serate per il capitano, che gioca alternando alti e bassi nel corso dei suoi 31 minuti in campo. Arriva carico di falli all’ultimo quarto e si vede costretto a uscire.

 

FLACCADORI 5,5 – Serata scarica per il numero 12, che cerca troppo spesso la soluzione individuale piuttosto che il gioco di squadra. Purtroppo le sue iniziative non vanno a buon fine e sul finale non riesce a trascinare Trento alla vittoria.

 

MEZZANOTTE 6 – Non una brutta serata per Mezzanotte, che per una volta riesce a sfruttare sia la sua altezza che il suo range da tre punti.

 

DELL’ANNA – N.E.

 

LADURNER 5,5 – Fa quello che deve fare, ma spesso e volentieri si trova sopraffatto dai lunghi avversari. C’è ancora da migliorare.

 

MOLIN 5 – Purtroppo coach Molin si fa scivolare tra le dita quella che poteva essere una bella vittoria, se non in ottica playoff, almeno come ultima soddisfazione in casa prima della fine del campionato.

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO – UNAHOTELS REGGIO EMILIA 69-77

(19-13; 25-14; 14-28; 11-22)

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO. Johnson 12, Bradford 5, Williams 6, Reynolds 11, Conti 9, Morina, Forray 8, Flaccadori 11, Mezzanotte 5, Dell’Anna, Ladurner 2. Allenatore: Emanuele Molin.

UNAHOTELS REGGIO EMILIA. Thompson 7, Hopkins 11, Baldi Rossi 9, Strautins 13, Crawford, Colombo, Soliani, Cinciarini 22, Johnson 2, Larson 13. Allenatore: Attilio Caja.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 30 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
30 giugno - 18:52
A partire dal 2023 sindaci, vicesindaci e assessori si vedranno aumentare le indennità per una cifra che va dal 18% al 46%. Ossanna: “Riteniamo [...]
Politica
30 giugno - 19:49
Futura e Sinistra Italiana chiedono le dimissioni del consigliere Lorenzo Prati che in aula aveva detto: “È facile fare il finocchio con il coso [...]
Cronaca
30 giugno - 19:25
L'incidente è avvenuto nella zona di Vermiglio lungo una strada forestale. Il mezzo è precipitato per svariati metri finendo contro un albero: [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato