Contenuto sponsorizzato

Non necessariamente la propria età anagrafica coincide con quella biologica, la lotta all'invecchiamento parte da dentro

Il nostro corpo, anche se la carta di identità dice diversamente, può dimostrare meno anni: basta volerlo e agire di conseguenza. Per renderlo possibile è indispensabile adottare uno stile di vita sano: mangiare bene, fare attività sportiva, rilassarsi e cercare il giusto aiuto delle erbe che madre natura ci ha donato

Pubblicato il - 16 dicembre 2019 - 18:09

TRENTO. La fonte dell’eterna giovinezza non esiste, ma qualcosa possiamo fare. Alcune persone si rassegnano pensando che le rughe siano una questione di genetica. In parte questo è vero, ma non vuole sicuramente dire che bisogna alzare le mani arrendendosi al tempo che passa senza fare nulla. In qualche modo, infatti, siamo noi a decidere il nostro destino. Comportamenti errati e abitudini scorrette possono favorire un invecchiamento precoce, accelerando quel processo che per genetica procederebbe magari molto più lentamente.

 

La prima cosa da mettersi in testa per contrastare l’invecchiamento è quella che non necessariamente la propria età anagrafica coincide con quella biologica. Il nostro corpo, infatti, anche se la carta di identità dice diversamente, può dimostrare meno anni: basta volerlo e agire di conseguenza. Per renderlo possibile è indispensabile adottare uno stile di vita sano: mangiare bene, fare attività sportiva, rilassarsi e cercare il giusto aiuto delle erbe che madre natura ci ha donato.

 

La salute della persona, infatti, si traduce subito con un aspetto migliore, oltre che con il buon umore e una maggiore qualità di vita.

 

La lotta all’invecchiamento, parte da dentro. Quando si parla di invecchiamento non si può che parlare di radicali liberi. Si tratta, come sappiamo, di quelle molecole di scarto che si accumulano nei tessuti finendo per distruggere le cellule buone, accelerando il processo di invecchiamento, oltre che mettere in pericolo il sistema immunitario e la salute in generale. 

 

Il primo passo per fare la guerra all’invecchiamento e ai radicali liberi è partire dall’interno, evitando l’assunzione di sostanze tossiche (quali fumo, alcol, farmaci) e assumendo antiossidanti. Gli antiossidanti aiutano a contrastare i radicali liberi. Si tratta di vitamine, minerali, flavonoidi e altri elementi che possiamo trarre dai cibi o, molto più comodamente, dagli integratori per il benessere. 

 

Questi integratori sono un valido aiuto per combattere l’invecchiamento e hanno il vantaggio che si assumono molto facilmente senza dover pianificare i pasti e complicarsi la vita. Uno dei migliori prodotti antinvecchiamento, ma non l’unico, è sicuramente l’integratore al green tea. 

 

Questi prodotti si possono trovare oggi un po’ ovunque, anche nei supermercati, ma il consiglio è di scegliere sempre quelli di qualità venduti da negozi specifici e professionali. Acquistando gli integratori online il risparmio è assicurato anche acquistando i marchi più rinomati e di maggiore qualità, quindi guardare al web è sicuramente una mossa strategica.

 

Costanza e determinazione: i segreti antietà. Per rallentare l’invecchiamento biologico dell’organismo è bene allenarsi fisicamente e mentalmente, cosa che aiuta anche a ridurre lo stress e tutti i suoi sintomi. Non serve allenarsi ore e ore, l’obiettivo non è quello di diventare fisicamente prestanti, ma è sufficiente fare un po’ di ginnastica (camminate, yoga o altre cose leggere) che aiuti a tenere il corpo attivo e a migliorare l’umore. Oltre al fisico, va tenuta attiva anche la mente e per questo è bene intrattenerla, per esempio, con giochi di memoria.

 

Un’altra buona abitudine quotidiana è non dimenticare di allenare il viso, la parte che più manifesta l’età di una persona. Visto che l’invecchiamento è la perdita di tono ed elasticità dei muscoli del viso, per rallentarlo è possibile allenare guance e bocca. Bastano pochi minuti al giorno, ma con la giusta costanza.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 gennaio - 10:59

Numeri del contagio in aumento in Alto Adige, dove nelle ultime 24 ore i nuovi positivi sono 175, a fronte di un indice contagi/tamponi salito all'8,64%. Due i decessi, che portano il bilancio da inizio pandemia a 811, 517 solamente da settembre. Crescono ricoveri e terapie intensive

18 gennaio - 05:01

L'ex rettore ha analizzato i dati contenuti negli indicatori dei report settimanali dell'Iss e ha scoperto che nella settimana conclusa lo scorso 10 gennaio, su 1471 "nuovi" contagi segnalati in Trentino, solo 624 si riferivano alla settimana considerata e ben 847 erano casi arretrati segnalati con grande ritardo. In questo modo verificando molto tardi gli antigenici con i molecolari, se risultano negativi spariscono dalle statistiche se risultano positivi non entrano nel conteggio della settimana corrente perché classificati "arretrati"

18 gennaio - 08:34

Con Renzi non viene solo espulsa la componente più avanzata del riformismo di sinistra ma si sancisce l’asse strutturale tra Pd e 5stelle il cui unico vero avversario era appunto Matteo Renzi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato