Contenuto sponsorizzato

Troppo Bressanone per il Trento. Vince anche l'Unterland Damen

Il Trento inciampa nel secondo derby stagionale e capitola contro un ottimo Bressanone per 5 a 2. A fare la differenza sono state le ripartenze fulminee della squadra altoatesina, che hanno appesantito il risultato finale. In rete per le gialloblù Giulia Rosa e Alessandra Tonelli

Pubblicato il - 13 novembre 2019 - 18:42

TRENTO. Il Bressanone piazza la cinquina al Trento. Vince l'Unterland Damen, perde l'Isera, pareggia l'Alto Adige. Questi i risultati delle regionali impegnate nel campionato di serie C femminile di domenica 10 novembre.

 

Il Trento inciampa nel secondo derby stagionale e capitola contro un ottimo Bressanone per 5 a 2. A fare la differenza sono state le ripartenze fulminee della squadra altoatesina, che hanno appesantito il risultato finale. In rete per le gialloblù Giulia Rosa e Alessandra Tonelli.

 

Il primo squillo della gara è di marca altoatesina e Pfattner è un fulmine nell'attaccare la profondità e freddare Valzolgher. La risposta del Trento passa dai piedi di Rosa, che prova a sorprendere il portiere ospite con un tiro dalla distanza, senza però inquadrare lo specchio.

 

Miglior sorte ha la giocata del fantasista gialloblù dieci minuti più tardi: Rosa riceve palla in area e con un pregevole “sombrero” si libera del diretto marcatore, scaricando poi un gran destro alle spalle di Graus. Prima dell’intervallo, però, torna a mettere la testa avanti il Bressanone che sfrutta ancora la velocità di Pfattner per andare al tiro. La conclusione del numero 9 biancoazzurro è di rara bellezza e Valzolgher non riesce ad evitare che il pallone s’insacchi sotto l’incrocio dei pali.

 

L'allenatore delle trentine, Libero Pavan, prova allora a sparigliare le carte con l’ingresso di Brunello al posto di Daprà ma il possesso palla prolungato delle gialloblù non si traduce in gol. A trovare la rete, invece, il Bressanone: ancora Pfattner.

 

Poi è sempre Bressanone: dal dischetto, Bielak spiazza Valzolgher e cala il poker. La quinta rete la sigla invece Stockner. Prima del triplice fischio, Alessandra Tonelli rende meno amaro il parizale.

 

CLASSIFICA: Vicenza 18, Brescia 16, Bressanone 16, Unterland Damen 14, Trento 12, Gordige 9*, Padova 9, Venezia 8, Cortefranca 7*, Accademia Spal 4, Isera 3, Alto Adige 2, Atletico Oristano 1, San Paolo 0

* 1 partita in meno

 

Accademia Spal-Padova 3-4

Brescia-Cortefranca 3-0

Gordige-Isera 1-0

Alto Adige-Atletico Oristano 1-1

Vicenza-Venezia 1-0

 

ACF TRENTO – BRIXEN 2-5

Reti: 12’pt, 39’pt e 22’st Pfattner (B), 31’pt Rosa (T), 31’st Bielak (B), 40’st Stockner (B), 42’st A. Tonelli (T)

 

Trento: Valzolgher, Varrone, L. Tonelli, Ruaben, Rovea, Fuganti, Torresani, Poli, A. Tonelli, Rosa, Daprà (1’st Brunello).

A disposizione: Callegari, Chierchia, Lucin, Maurina, Tononi, Regini, Tonetti, Parisi.

Allenatore: Libero Pavan

Bressanone: Graus, Schatzer, Barbacovi, Kiem, Oberhuber, Santin, Kerschdofer (19’st Maloku), Stockner (42’st Ladstaetter), Pfattner (33’st Messner), Chemotti, Bielak.

A disposizione: Dorfmann, Kammerer, Betta, Moser, Giacomelli.

Allenatore: Roberto Genta

Arbitro: Maccorin di Pordenone

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 17:28

Il Pibe de Oro si è spento mercoledì 25 novembre a 60 anni a causa di un arresto cardiorespiratorio

25 novembre - 16:22

Fugatti valuta se riaprire le scuole dopo il 3 dicembre, ma avverte: “Se il Governo nel suo Dpcm prevede che non si possano aprire noi dobbiamo adeguarci anche se siamo una Provincia autonoma”. Ruscitti assicura che anche i test antigenici vengono tenuti in considerazione per mettere le classi in quarantena e che le scuole sono tenute informate delle positività

25 novembre - 17:04

Sulle piste da sci Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Bolzano, Trento, Veneto e Friuli-Venezia Giulia, chiedono un passo indietro al Governo: “Senza l’apporto della stagione invernale per la montagna è il disastro totale. Chiudere durante le festività natalizie significherebbe pregiudicare irrimediabilmente l’intera stagione”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato