Contenuto sponsorizzato

Mondiali di ciclismo su pista, ancora argento per Letizia Paternoster

Dopo aver conquistato il secondo posto ai mondiali in Polonia lo scorso anno, Letizia Paternoster conquista l'argento iridato anche a Berlino. Nulla da fare per la polacca Pikulik che chiude terza

Pubblicato il - 29 febbraio 2020 - 10:53

BERLINO. Letizia Paternoster è argento. Per il secondo anno consecutivo la ciclista trentina è salita sul secondo gradino del podio nell'omnium femminile ai Mondiali di ciclismo su pista.

 

Dopo l'argento iridato conquistato lo scorso anno in Polonia, Paternoster si conferma assoluta eccellenza dello sport mondiale. La sua medaglia va ad aggiungersi al bronzo nell'inseguimento a squadre maschile, all'argento nello scratch maschile e all'oro nell'inseguimento individuale. Un ricco bottino, insomma, per la delegazione italiana. 

 

La trentina ha conquistato e difeso il secondo posto staccando la polacca Pikulik, fermatasi alla medaglia di bronzo. Dopo le prime tre gare - scratch, cronometro, eliminazione - nell'ultima prova Letizia Paternoster riesce a rimanere saldamente al secondo posto, chiudendo a 109 punti. Imprendibile la giapponese Yumi Kajihara, che conquista l'oro. Terza la polacca Pikulik che rimane dietro l'atleta nonesa. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 16:08

Sono circa una cinquantina i depuratori sul territorio altoatesino e la Provincia ha scelto 9 impianti per questo monitoraggio tra dimensione, punto geografico e tipo di utenza e il territorio è stato diviso in altrettante sezioni: Bolzano, Termeno, Pontives, Media Venosta, Bressanone, Wipptal, Tobl-Brunico e Wasserfeld. Un progetto con il coordinamento dell'Istituto superiore di sanità

30 ottobre - 13:09

L'assessore Widmann: "In due settimane la situazione è completamente cambiata. Si deve considerare che per ogni positivo in media ci sono tra i 20 e i 30 contatti: 350 infezioni significa circa 10 mila contatti e diventa necessario variare strategia perché è impossibile rintracciare tutti". L'ordinanza valida da sabato 31 ottobre

30 ottobre - 15:31

La Giunta trentina ha confermato la “linea morbida” sugli orari di apertura di bar e ristoranti: “Alla luce dell’operazione ascolto con i rappresentanti delle categorie interessate, l’esecutivo ha deciso di proseguire sulla via intrapresa anche nei prossimi giorni, fissando all’inizio della prossima settimana un nuovo momento di verifica”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato