Contenuto sponsorizzato

Il rugbista trentino Lorenzo Pocher esordisce in serie A. E' il quinto giocatore che raggiunge l'anticamera della Top 10 della palla ovale

Per Pocher poco più di 25 minuti in quello che è stato l'esordio assoluto nella categoria anticamera della Top 10. Classe 2000 e prodotto del settore giovanile del Trento nel quale si è distinto in tutte le categorie dall'under 10 fino alla prima squadra passando anche per la selezione under 18 dei Dogi, gioca nel ruolo mediano di mischia e dallo scorso settembre è in forza al Valsugana di Padova

Pubblicato il - 26 ottobre 2021 - 20:16

PADOVA. C'è un rugbista trentino in più nella serie A. Domenica scorsa il campionato di serie C era fermo, ma il movimento trentino ha potuto comunque ritagliarsi un ulteriore spazio nella serie nazionale. A Udine, nelle file del Valsugana che ha vinto per 0-29, nel secondo tempo è entrato Lorenzo Pocher, prodotto del vivaio del Trento.

 

Per Pocher poco più di 25 minuti in quello che è stato l'esordio assoluto nella categoria anticamera della Top 10. Classe 2000 e prodotto del settore giovanile del Trento nel quale si è distinto in tutte le categorie dall'under 10 fino alla prima squadra passando anche per la selezione under 18 dei Dogi, gioca nel ruolo mediano di mischia e dallo scorso settembre è in forza al Valsugana di Padova

 

Si tratta del quinto giocatore trentino a raggiungere la serie A dopo Riccardo Trainotti (in forza al Valpolicella), Davide Galvagni (ex Verona, ora ritiratosi), Daniele Facinelli (Valpolicella e ora Perugia e fresco di laurea in scienze e tecnologie viticole ed enologiche) senza dimenticare Gaia Maris in forza al Valsugana e pilone della nazionale allenata da Andrea Di Giandomenico; non si può dimenticare, inoltre, Alessandro Gambarotta convocato per uno stage con la nazionale under 19 più di 10 anni fa. 

 

"Sono felicissimo per l'esordio di Lorenzo in serie A. Questo dimostra che il lavoro sul campo, l'umiltà e la voglia di fare bene alla fine premiano sempre", dice il coach del Trento, Massimo Soldani, che l'ha visto crescere, mentre il presidente della delegazione Fir Trentino Fabio Pavanelli: "E' un talento nato e cresciuto in Trentino. Non è il primo e questo conferma quanto di buono fanno le società provinciali a livello giovanile. Non possiamo che essere felici di questo traguardo e ci auguriamo che la lista possa allungarsi e siano sempre più gli atleti trentini presenti nelle categorie che contano del rugby nazionale". 

 

Freschissimo anche il debutto in Serie A di Thierry Pichler, utility back altoatesino classe 2002 che ha trascorso due stagioni nell'under 18 del Trento e da quest'anno è in forza al Cus Genova.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 dicembre - 15:56
C'è preoccupazione per la risalita della curva epidemiologica. Il direttore generale dell'Apss: "Il sistema sanitario si trova sotto pressione e [...]
Cronaca
06 dicembre - 12:48
Focolaio nell’Rsa di Pergine Valsugana: 5 positivi fra gli ospiti e uno fra i sanitari. Il presidente: “La procedura di controllo è scattata [...]
Cronaca
06 dicembre - 12:15
Una cinquantina tra medici, tecnici, piloti e personale paramedico provenienti da Svizzera, Germania, Italia e Austria hanno partecipato a più [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato