Contenuto sponsorizzato

Il Trento in ''casa'' a Salò contro la Pro Patria: ''Abbiamo lavorato per correggere gli errori commessi contro il Piacenza: dobbiamo pedalare''

I convocati per la partita contro la Pro Patria saranno 23 e potrebbe esserci anche qualche spezzone di gara per alcuni dei nuovi acquisti. Gli occhi saranno sicuramente puntati sul centrocampista Nicolas Izzillo, arrivato in prestito dal Pisa nelle ultime battute di mercato e per il quale c’è grande attesa tra i tifosi gialloblù

Di Federico Holneider - 03 September 2021 - 16:38

TRENTO. "Stiamo in campana e pedaliamo": suona così la carica mister Carmine Parlato alla vigilia del match contro la Pro Patria, che si giocherà domani (sabato 4 settembre) alle 17.30 a Salò. Il Briamasco dovrà infatti pazientare ancora per un po’ prima di accogliere i tifosi gialloblù nella loro rinnovata casa: “Per una giornata devo portare tutta Trento a Salò e farò il possibile per cercare di trasformare 'briamascamente' il Lino Turina”.

 

La Pro Patria è reduce da due sconfitte sulla carta che valgono come una vittoria e una sconfitta “sul campo”. Il giudice sportivo ha infatti attribuito la sconfitta a tavolino ai varesotti per aver schierato un giocatore squalificato. “La gara di coppa conta come una vittoria - dice Parlato - hanno anche fatto un’ottima partita così come nella prima giornata di campionato, nonostante il calo psicologico degli ultimi minuti. Affrontiamo una squadra molto dinamica e offensiva, con giocatori esperti e giovani allo stesso tempo, che farà in modo di crearci difficoltà come ogni altra formazione, ma dobbiamo pensare a noi stessi”.

 

Contro la Triestina e il Piacenza la squadra si è rivelata compatta e si è portata a casa due clean sheet. Il mister però non si accontenta: “Abbiamo fatto cose buone e altre meno buone. Abbiamo lavorato in settimana per correggere gli errori commessi contro gli emiliani. Siamo solo alla seconda giornata, normale che ci siano, sta a noi lavorarci su perché non si ripetano”.

 

Il riferimento va alle difficoltà riscontrate negli ultimi metri, in cui spesso è venuta a mancare quella velocità di passaggio per andare a finalizzare. “Come siamo concentrati nella fase di non possesso, dobbiamo concentrarci almeno il doppio quando abbiamo la palla, perché abbiamo forza, qualità e voglia di andare nella porta avversaria. Non mi piace però parlare di quello che è passato, guardiamo avanti: testa al campo”.

 

I convocati per la partita contro la Pro Patria saranno 23 e potrebbe esserci anche qualche spezzone di gara per alcuni dei nuovi acquisti. Gli occhi saranno sicuramente puntati sul centrocampista Nicolas Izzillo, arrivato in prestito dal Pisa nelle ultime battute di mercato e per il quale c’è grande attesa tra i tifosi gialloblù. “Tutti i nuovi arrivati si sono integrati bene, siamo sempre molto aperti a chi si unisce alla nostra famiglia ma dobbiamo dare tempo ai nuovi di calarsi all'interno del gruppo”, conclude Parlato.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 maggio - 15:48
Il 73enne era originario di Parma ma da tempo viveva in Trentino, a Rovereto: oggi è stato colpito da un infarto mentre stava pilotando un biplano [...]
Cronaca
23 maggio - 15:21
A causa del concerto di Vasco e di uno sciopero, negli ospedali di Trento e Rovereto, sono saltate alcune operazioni [...]
Cronaca
23 maggio - 13:40
Nelle scorse settimane la Provincia aveva provato a trovare una soluzione sulla complicata vicenda che riguarda la costruzione del Not. Ma l'Anac [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato