Contenuto sponsorizzato

PROMOZIONE. Ecco gli stakanovisti del campionato: sono 12 i giocatori sin qui sempre in campo. La difesa della Benacense è... intoccabile

Ben tre calciatori biancoverdi, i difensori centrali Nicola Dal Fiume e Daniele Addeo e l'esterno Davide Gobbi, hanno iniziato e finito tutte e 14 le partite affrontate dai rivani, mentre a Francesco Nardelli "manca" solamente un quarto d'ora per raggiungere quota 1.260. A metà campo Marco Bordin e Patrick Bandera sono insostituibili per i mister Nicola Laratta e Giorgio Manica

Nicola Dal Fiume, difensore della Benacense, uno degli stakanovisti della categoria
Di Da.Lo. - 19 novembre 2021 - 18:27

TRENTO. A tre giornate dalla fine del girone d'andata del campionato di Promozione, con il Rovereto proiettato verso il titolo di campione d'inverno, anche se le "zebrette" vivranno un finale ad "alta tensione (affronteranno nell'ordine Benacense, Borgo e Alense), abbiamo provato a dare... i numeri.

 

Tradotto, abbiamo preso in esame le presenze e i relativi minutaggi dei giocatori di tutte le formazioni per individuare gli "stakanovisti" del massimo torneo a carattere regionale, cioè quei calciatori sempre impiegati dal primo minuto e mai sostituiti. Praticamente gli "highlander" della Promozione, intoccabili per i rispettivi allenatori che di loro non si priverebbero nemmeno sotto tortura.

 

Sono complessivamente 12 i giocatori sin qui in campo per tutti i 1.260 (in caso di 14 partite disputate) o 1.170 minuti (nel caso di 13 match, avendo già osservato il turno di riposo imposto dal calendario) trascorsi, più gli overtime, durante i quali non sono stati comunque mai avvicendati.

 

Quattro difendono i pali delle rispettive formazioni e il dato non stupisce, visto è raro, anzi rarissimo, che i numeri uno, salvo espulsioni o infortuni, vengano sostituti a gara in corso. I sempre presenti sono l'estremo difensore dell'Aquila Trento Roberto Pelz (1.170 minuti), il portiere del Mezzocorona Daniele Lazzaro (1.170 minuti), Stefano Chimini, "portierone" del Rovereto (1.170 minuti) e il numero uno del Tnt Monte Peller Angelo Ordenes, che di minuti ne ha collezionati 1.260, visto che la compagine nonesa deve ancora osservare il turno di riposo e, dunque, le sue presenze sono 14.

 

E gli altri? Sei difensori e due centrocampisti, questi ultimi nonostante una vita da mediano a recuperar palloni (citazione obbligatoria), correndo anche per qualche attaccante un po' svagato che, magari, a volte si "dimentica" della fase difensiva.

 

Alla Benacense la difesa è una certezza e mister Giuliano Giovanazzi, da sempre cultore del calcio palla a terra e ragionato, gli esperimenti, evidentemente, li compie da metà campo in avanti. Sì, perché i due difensori centrali Daniele Addeo e Nicola Dal Fiume non hanno perso nemmeno un minuto, così come l'esterno mancino Davide Gobbi, il classico esterno "a tutta fascia" (35 primavere e non sentirle: chapeau!) in grado di agire sia nel quartetto arretrato che sulla mediana. Per tutti loro 1.260 minuti (i rivani devono ancora fermarsi) a testa, a testimonianza anche di un'invidiabile condizione fisica e la capacità di gestire le emozioni nei momenti più complicati delle partite (e, prima del recente rush positivo, alla Benacense ce ne sono diversi) ed evitare inutili cartellini.

 

Anche in riva al lago di Calceranica i "sempre presenti" non mancano. Sono due, entrambi difensori, punti fermi della compagine di mister Ferrai, capaci d'inanellare 13 presenze su 13 gare disputate, senza mai subentrare e senza mai vedere i propri numeri sul cartello delle sostituzioni. Trattasi dell'esterno Bruno Caresia e del centrale Jacopo Stefani. L'annata sin qui vissuta è stata complicata per il Pinzolo Valrendena che, nonostante il cambio di guida tecnica, non riesce a schiodarsi dai bassifondi della classifica e, soprattutto, è l'unica squadra del campionato con lo "zero" nella casella delle vittorie. Questo nonostante l' "all in" di Martino Collini, difensore e perno della compagine rendenese, protagonista di una stagione positiva a livello personale nonostante i risultati di squadra.

 

Dalla difesa alla mediana con due giocatori che lì, al centro delle operazioni, sono indispensabili per i mister Nicola Laratta e Giorgio Manica. Il biancazzurro Marco Bordin, classe 2001, la maglia da titolare della Ravinense l'ha presa alla prima giornata e non l'ha più mollata (nel vero senso della parola), mentre alle Fucine di Rovereto il "figlio d'arte" Patrick Bandera è l' "Iron Man" del Sacco San Giorgio: 13 partite su 13, la panchina non sa nemmeno cosa sia e, ad impreziosire un percorso sin qui molto positivo, anche 3 reti, due delle quali pesantissime, perché hanno portato in dote 4 punti alla compagine roveretana.

 

Poi ci sono tanti giocatori che, per pochissimo, non possono fregiarsi del titolo di "sempre presente", pur essendo scesi in campo in tutte le partite. Non ce ne vogliano i tecnici (magari qualcuno andrà dal proprio allenatore a proporre rimostranze, ma noi lo stiamo facendo per gioco), ma anche qui facciamo un piccolo elenco. John Burlon, 5 reti con l'Aquila Trento, ha saltato solamente 62 minuti, Matteo Dalpiaz, difensore classe 2003 della Bassa Anaunia, è stato sostituito due volte nel finale e "manca" di soli 8 minuti complessivamente, pochi di più del compagno di reparto Nicola Cova che si trova a "meno 27" dalla perfezione. Nella "Bassa" gioca anche il centrocampista Daniele Pedot (out per soli 42 minuti). La Benacense, per poco, non porta in dote alla speciale statistica un quarto stakanovista: Francesco Nardelli di minuti ne ha giocati 1245 con un'unica sostituzione, ad un quarto d'ora dalla fine, nella sfida contro il Nago Torbole.

 

Ventitrè minuti all' "all in" anche per Simone Agostini, centrocampista con il vizio del gol del Borgo, e anche per il compagno di squadra, l'attaccante di scuola Levico Terme Raffaele Dalledonne si parla d'inezie, visto che gli "mancano" solamente 20 minuti, suddivisi in tre sostituzioni, tutte avvenute nel finale. Appena diciotto sono anche i minuti "non giocati" da Patrick Vesco, centrocampista classe 2001 del Calceranica e 59' sono quelli in cui non è stato il campo il difensore del Cavedine Lasino Federico Torboli. Curioso il caso di Matthias Costa, ventenne difensore del Fiemme: nelle prime tre giornate ha collezionato altrettanti spezzoni, poi nelle ultime dieci gare mister Capovilla non l'ha tolto nemmeno un secondo. Per la serie: l'ambientamento è importante, ma poi ragazzo tu lì devi stare (e che campionato sta facendo la compagine di Cavalese!).

 

A Mezzocorona c'è un under (e che under) del quale mister Toccoli non si priva mai: 13 presenze per Enea Spiro, classe 2002 di scuola Trento, autore di 6 reti, sostituito solamente una volta negli ultimi 13 minuti, mentre a Pinzolo il 35enne Alessio Mariotti di minuti ne ha persi pochi in 13 giornate, complessivamente 95' con un subentro dalla panchina e 2 sostituzioni).

 

Chimini non si tocca tra i pali del Rovereto e per Manuel Brusco vale lo stesso in avanti, ma il bomber delle "zebrette" (11 centri sino ad ora) per tre volte è stato fatto rifiatare nel finale. I minuti che mancano ai 1.170? Appena 14. Nella Città della Quercia ci sono altri due giocatori utilizzati "quasi" sempre, ma sulla sponda Sacco San Giorgio: una sostituzione e appena 17 minuti in meno rispetto al totale per Mirko Manica e stesso discorso vale per il bomber lagarino Matteo Simonini (8 centri), avvicendato una sola volta a 25 minuti dalla fine.

 

A Telve Davide Dalsasso è il più utilizzato della rosa gialloverde con un solo cambio a referto e 25' in meno rispetto al totale, mentre al Tnt Monte Peller lo "stakanovista" Ordenes è seguito dal centrocampista Luca Bentivoglio, che di minuti ne ha messi in fila 1.186 su 1.260 con una sostituzione e un subentro dalla panchina nell'unica occasione in cui non è stato titolare.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 dicembre - 19:58
Trovati 73 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 79 guarigioni. Sono 73 i pazienti in ospedale. Sono 892.851 le dosi di [...]
Società
06 dicembre - 19:02
La città di Belluno dedica una piazza in memoria di Angelina Zampieri, vittima di femminicidio nel 1913. La ragazza, che si era trasferita a Povo [...]
Cronaca
06 dicembre - 20:45
Nell'aggiornamento delle autorità sanitarie risultano effettuate 36.514 vaccinazioni con prenotazione, oltre a 7.531 somministrazioni a [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato