Contenuto sponsorizzato

Sempre Francia in val di Sole: Carod e Ferrand-Prèvot trionfano nel cross country. Gli organizzatori: ''Grandi feedback da Uci: strada giusta verso i campionati del Mondo''

En-plein Francia nelle gare Elite: è 6 su 6 tra short track, downhill e cross country in un weekend da 25.000 ingressi a Daolasa di Commezzadura

Il team di Grandi Eventi Val di Sole (Credits: Giacomo Podetti)
Pubblicato il - 04 settembre 2022 - 21:08

COMMEZZADURA. Dal campionato del Mondo 2021 alle finali di coppa del Mondo 2022, il risultato in val di Sole non cambia. Tutti – atleti, appassionati e addetti ai lavori – si attendevano un Gran Finale di stagione, e Daolasa ha regalato giornate di grandissimo spettacolo, fino alla conclusione in bellezza di domenica 4 settembre. 

 

"Siamo orgogliosi dei feedback arrivati dall'Unione ciclistica internazionale dal punto di vista tecnico e sportivo, ma anche dei progetti legati alla sostenibilità. Fra pochi giorni - commenta Luciano Rizzi, presidente dell'Azienda per il turismo val di Sole e Grandi eventi val di Sole - ci rimetteremo nuovamente al lavoro verso l'ultimo traguardo di questa annata, la seconda edizione della coppa del Mondo di ciclocross, in programma sabato 17 dicembre sulla neve di Vermiglio".

 

Gli oltre 25.000 spettatori accorsi a Daolasa nei tre giorni di evento (2-4 Settembre), hanno assistito al dominio di una delle nazioni di grande tradizione nell’universo delle ruote grasse, la Francia, capace di aggiudicarsi le prove Elite in tutte le discipline disputate.

 

Dopo Loris Vergier e Myriam Nicole nel downhill, nel cross country sono tornati a imporsi gli atleti che avevano già conquistato le prove di short track di venerdì: Titouan Carod Pauline Ferrand-Prèvot, entrambi portacolori del Team Bmc. 

 

Francia sugli scudi anche nella mattinata grazie a Line Burquier (Under 23 Donne), mentre la gara maschile della categoria U23 è andata al cileno Martin Vidaurre. Per entrambi anche la gioia della vittoria in classifica generale.

 

Hanno fatto festa in Val di Sole anche gli elvetici Nino Schurter e Alessandra Keller, padroni della graduatoria generale di coppa del Mondo 2022. 

 

Conferme ad alto livello anche per gli italiani: Luca Braidot e Simone Avondetto hanno colto la quinta piazza nelle prove Elite e U23, mentre Martina Berta ha chiuso all’ottavo posto la gara Donne Elite. Quarta Giada Specia tra le Donne U23. 

 

“Ci tengo a ringraziare gli sponsor, i partner, lo staff, i volontari e tutte le persone che hanno contribuito alla riuscita della coppa del Mondo", conclude Rizzi. "In queste tre giornate abbiamo avuto un pubblico fantastico, e tantissimi appassionati si sono collegati con la val di Sole su RedBull TV, RaiSport e numerosi altri broadcaster nazionali. A un anno di distanza da un grande Mondiale, queste finali di coppa del Mondo hanno confermato le credenziali tecniche e organizzative che vengono ormai riconosciute a questa località e al suo team di lavoro, e rafforzano la nostra determinazione verso il prossimo anno (la coppa del Mondo tornerà dal 30 giugno al 2 luglio 2023), e in prospettiva verso i campionati del Mondo 2026".

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 26 settembre 2022
Telegiornale
26 set 2022 - ore 21:21
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
26 settembre - 20:37
I lavoratori autonomi prediligono Fratelli d'Italia che pesca un 17% dal Movimento 5 stelle. Il terzo polo prende voti dal centrosinistra che a sua [...]
Politica
26 settembre - 20:14
Con l'elezione di Alessia Ambrosi, Sara Ferrari e Dieter Steger si completano i risultati per il Trentino Alto Adige alle politiche 2022 con i 13 [...]
Cronaca
26 settembre - 21:06
La tragedia è avvenuta nella zona della val di Non. Il 70enne stava tagliando legna quando ha accusato un malore e si è trascinato addosso il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato