Contenuto sponsorizzato

Sinner prepara Madrid, con "vista" già su Roma e Parigi. Ecco perché dopo il Roland Garros potrebbe essere il numero 1. E a Montecarlo arriverà l' "occhio di falco"

L'errore, decisivo, commesso dalla giudice di sedia e visto in tutto il mondo, ha fatto sì che, dal prossimo anno, il torneo del Principato si doterà della tecnologia per le situazioni di "in e out". Intanto Jannik andrà in Spagna "non con l'obiettivo di vincere" ma per prepararsi agli Internazionali d'Italia e al secondo Slam dell'anno

Di D.L. - 15 aprile 2024 - 13:23

TRENTO. Caccia al numero 1.

 

La sconfitta patita sabato contro Tsitsipas brucia ancora, soprattutto per come è maturata. A tal proposito, dopo il clamoroso errore commesso dalla giudice di sedia Aurelie Tourte (QUI ARTICOLO), il direttore del Masters 1.000 di Montecarlo David Massey ha annunciato che, dalla prossima edizione, verranno tolti i giudici di linea e sarà introdotto sicuramente l'occhio di falco anche sulla terra rossa.

 

Insomma Sinner è diventato un atleta di tale importanza che un errore (marchiano, assolutamente ingiustificabile) in un suo incontro adesso non può passare in secondo piano e, volenti o nolenti, farà "giurisprudenza".

 

Intanto il fuoriclasse di Sesto si prepara a scendere in campo ancora sulla terra rossa, al Masters 1.000 di Madrid, in programma dal 22 aprile al 5 maggio, dove però, per sua stessa ammissione, non andrà per vincere il torneo.

 

"Ho bisogno di tempo per recuperare mentalmente e fisicamente - ha spiegato -. Madrid sarà un torneo di totale preparazione per Roma e Parigi e lavoreremo molto in palestra. Mi andrebbe bene vincere un paio di turni, ma non vado con l'obiettivi di conquistare il torneo".

 

Jannik è, dunque, già proiettato sugli Internazionali d'Italia e sul Roland Garros, sia per l'importanza dei due tornei che, aspetto tutt'altro che trascurabile, per il fatto che a Barcellona (Atp 500, a cui non prenderà parte) e Madrid i punti da che dovrà "difendere" sono decisamente pochi, appena 90 complessivamente, a fronte dei 1.500 di Alcaraz, che nel 2023 ha vinto entrambe le manifestazioni.

 

Poi scatterà la "caccia" al primo posto del ranking, considerato che, anche a Roma e Parigi, Sinner si presenterà con appena 135 punti in eredità dallo scorso anno (90 agli Internazionali e 45 al Roland Garros), a fronte dei 2.180 di Djokovic e dei 765 di Alcaraz.

 

Ecco, perché, dopo il secondo Slam dell'anno, quello in programma nella capitale francese, pensare a Jannik in testa alla classifica generale non è assolutamente un'utopia. Anzi. Poi prenderà il via la stagione sull'erba, con l'Atp di Halle e Wimbledon (dove Sinner è arrivato in semifinale lo scorso anno), prima del "ritorno" sulla terra rossa, ancora a Parigi, per le Olimpiadi, uno degli appuntamenti più importanti dell'anno.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 maggio - 21:10
Giornata di lavoro per i vigili del fuoco e per il sistema di Protezione civile in Trentino. Disagi alla viabilità tra frane e strade chiuse in [...]
Ambiente
21 maggio - 21:17
Salute e costi, inquinamento, differenziata e l'energia per il riscaldamento domestico, il confronto con Bolzano e la richiesta di attivare un [...]
Cronaca
21 maggio - 18:07
La vicenda di Forti fa emergere sempre più disparità di trattamento e dopo l'incontro in pompa magna con la premier Meloni con tanto di diretta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato