Contenuto sponsorizzato

A Budapest esordio in nazionale da sogno per Fabio Depaoli in rete contro l'Ungheria: "Devo ancora metabolizzare bene"

Il centrocampista in forza al Chievo Verona è stato schierato dal primo minuto dal ct Luigi Di Biagio e alla mezz'ora ha siglato il provvisorio 4-0. Andrea Pinamonti, altro trentino nel giro delle nazionali, in rete nelle qualificazioni Under-19. VIDEO della rete all'interno

Di Luca Andreazza - 06 ottobre 2017 - 10:42

TRENTO. Un esordio da sogno per il trentino Fabio Depaoli in nazionale Under-21. La giovane promessa del Chievo Verona, classe '97, ha ben impressionato alla prima assoluta in maglia azzurra e si è tolto la soddisfazione di fissare il punteggio sul 4-0 nell'amichevole contro l'Ungheria, vinta dall'Italia a Budapest per 6-2, con un tap-in da giocatore navigato alla mezz'ora.

 

 

La prima rete in assoluto e in campo dal primo minuto per un trentino tra gli azzurrini e voto 7 sulla Gazzetta per Depaoli, fresco di rinnovo fino al 2022 con la società clivense: 'Il centrocampista del Chievo ha trovato il gol, s'è mosso bene, ha garantito equilibrio in mezzo e permesso a Chiesa di venire più spesso a giocare tra le linee, da dove sono partite quasi tutte le azioni da gol degli azzurri'.

 

Una convocazione del ct Luigi Di Biagio che testimonia la crescita del centrocampista trentino, che in questo inizio di stagione si sta ritagliando il proprio spazio in serie A, ma che mantiene i piedi saldi a terra e non si lascia andare a facili entusiasmi: "Sono soddisfatto - commenta Fabio Depaoli - difficile spiegare le emozioni tra l'esordio e la rete, devo ancora metabolizzare un po' tutto. E' un buon momento, ma devo continuare a lavorare sodo per migliorare e farmi trovare sempre pronto".

 

Dopo aver mosso i primi passi nel Trilacum, passa agli Esordienti del Chievo Verona, dopo completa tutta la trafila nel settore giovanile fino a calcare il campo della massima serie agli ordini della formazione di Maran.

 

Arrivano buone indicazioni anche dall'altro trentino nel giro della nazionale, Andrea Pinamonti, in rete nella partita valida per le qualificazioni del campionato europeo di categoria Under-19 contro la Moldavia. L'attaccante dell'Inter in questo momento non sta trovando spazio in serie A nella squadra di Luciano Spalletti, ma è sempre decisivo nella Primavera: nell'ultimo turno di Uefa Youth League si è procurato e realizzato la rete nella gara contro la Dinamo Kiev.

 

UNGHERIA UNDER-21-ITALIA UNDER 21 2-6

Reti: 18' e 25' Cutrone (I), 30' e 45' Chiesa (I), 31' De Paoli (I), 72' e 88' Makrai (U), 77' Orsolini (I)

 

Ungheria Under 21 (3-5-2): Demjen, Toth, Lenzser, Kecskes, Vida, Katona (56′ Toth), Birò (56′ Makrai), Szoboszlai, Spandler, Koszta, Zsoter.

Allenatore: Michael Boris.

 

Italia Under 21 (4-4-2): Scuffet, Calabria, Adjapong (70′ Pezzella), Mancini (70′ Varnier), Romagna (60′ Capradossi), Chiesa (46′ Orsolini), Locatelli (60′ Pessina), Murgia, De Paoli (60′ Parigini), Vido (60′ Favilli), Cutrone (46′ Verde).

Allenatore: Luigi Di Biagio

 

Arbitro: Sig. Ocenas (Slo)

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 16:08

Sono circa una cinquantina i depuratori sul territorio altoatesino e la Provincia ha scelto 9 impianti per questo monitoraggio tra dimensione, punto geografico e tipo di utenza e il territorio è stato diviso in altrettante sezioni: Bolzano, Termeno, Pontives, Media Venosta, Bressanone, Wipptal, Tobl-Brunico e Wasserfeld. Un progetto con il coordinamento dell'Istituto superiore di sanità

30 ottobre - 16:39

Chi arriva in Germania dal nostro Paese, dovrà sottoporsi a tampone oppure a quarantena. L'Austria potenzierà i controlli, anche con le autorità sanitarie, ai valichi di confine con Italia e Slovenia

30 ottobre - 13:09

L'assessore Widmann: "In due settimane la situazione è completamente cambiata. Si deve considerare che per ogni positivo in media ci sono tra i 20 e i 30 contatti: 350 infezioni significa circa 10 mila contatti e diventa necessario variare strategia perché è impossibile rintracciare tutti". L'ordinanza valida da sabato 31 ottobre

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato