Contenuto sponsorizzato

Imbarcata Trentino Volley a Civitanova, cappotto in due parziali

Volley. La formazione di Lorenzetti mai in partita contro la capolista della SuperLega. Il secondo e il terzo parziale sono totalmente appannaggio dei padroni di casa: 25-14 e 25-15. Mvp Juantorena

Di Luca Andreazza - 12 febbraio 2017 - 19:24

TRENTO. Diatec mai in partita. Civitanova si conferma troppo forte per la Trentino Volley e davanti a quattromila spettatori dell'Eurosuole forum rifila un sonoro 3-0 ai trentini nella ventiquattresima giornata di campionato. Il secondo e il terzo parziale sono impietosi e i padroni di casa scrivono a referto un eloquente 25-14 e 25-15. La classifica della SuperLega vede sempre la formazione di Angelo Lorenzetti al secondo posto, ora distante però nove lunghezza dalla capolista marchigiana.

 

Angelo Lorenzetti manda sul parquet Giannelli al palleggio, Stokr opposto, Urnaut e Lanza in posto 4, Daniele Mazzone e Van de Voorde centrali, Colaci libero.

La Cucine Lube schiera invece Christenson in regia, Sokolov opposto, Juantorena e Kovar schiacciatori, Candellaro e Stankovic in posto 3, Grebennikov libero.

 

Il match si mette subito in salita per la Trentino Volley: Christenson al servizio manda in crisi Lanza e i padroni di casa sono già avanti 5-1. Trento riordina le idee e prova a invertire la rotta con Urnaut e Van de Voorde per il 6-6 e il sorpasso sul 8-10. L’ace di Kovar pareggia i conti sul 10-10, quindi Stankovic disegna il 16-14, costringendo Lorenzetti al time out. Lanza e Mazzone trovano i colpi del 18-18, ma Juantorena e Stankovic dicono 25-21.

 

Il secondo set si trasforma subito in un calvario per la Diatec: Christenson, Juantorena e Sokolov portando il punteggio sul 14-4. Trento prova a riprendere la propria azione almeno in fase di cambiopalla (16-9) e Lorenzetti getta nella mischia Nelli e Solé. La reazione non arriva e il parziale si chiude rapidamente 25-14.

 

Nel terzo set il muro di Giannelli porta la Trentino Volley sull'1-3, ma la possibilità di rientrare in partita è solo un'illusione. Juantorena dice 7-3 per Civitanova, Lanza prova a riaprire i giochi (10-7), ma l’italo-cubano si scatena (16-8). L'epilogo è amaro per la Diatec: 25-15.

 

CUCINE LUBE CIVITANOVA - DIATEC TRENTINO 3-0
(25-21, 25-12, 25-15)
 

CUCINE LUBE: Candellaro 5, Christenson 4, Juantorena 14, Stankovic 10, Sokolov 19, Kovar 2, Grebennikov (L); Pesaresi. N.e. Kaliberda, Casadei, Cester, Corvetta e Cebulj. All. Gianlorenzo Blengini.
DIATEC TRENTINO: Mazzone D. 4, Stokr 3, Lanza 4, Van de Voorde 6, Giannelli 1, Urnaut 8, Colaci (L); Nelli 1, Antonov 2, Solé. N.e. Burgsthaler, Mazzone T., Blasi, Chiappa. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Santi di Città di Castello (Perugia) e Vagni di Perugia
DURATA SET:  29’, 26’, 20’; tot. 1h e 15’.
NOTE: 4.013 spettatori, incasso di 43.188 euro. Cucine Lube: 11 muri, 10 ace, 13 errori in battuta, 5 errori azione, 52% in attacco, 66% (37%) in ricezione. Diatec Trentino: 6 muri, 1 ace, 13 errori in battuta, 6 errori azione, 33% in attacco, 41% (28%) in ricezione. Mvp Juantorena.

 

CLASSIFICA

01. Civitanova 62

02. DIATEC TRENTINO 53

03. Perugia 53

04. Modena 50

05. Verona 46

06. Piacenza 37

07. Monza 32

08. Vibo Valentia 26

09. Ravenna 26

10. Latina 26

11. Molfetta 22

12. Padova 18

13. Sora 17

14. Milano 15

 
 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 09:59

Anche ieri notte lo spettacolo tra vicolo San Marco e via Santa Maria era questo. Si stanno facendo i salti mortali per tenere aperte scuole e università e per garantire la presenza sui posti di lavoro ma serate come queste rischiano di vanificare tutto anche per quelli che rispettano le regole e in questa difficile epoca storica riescono a rinunciare alla birretta schiacciati tra altre decine di persone

27 settembre - 05:01

Piazza Dante tergiversa, approfondisce in attesa di chissà quale illuminazione. La legge è stata licenziata a luglio, il Tar ha accolto i ricorsi di diversi esercizi commerciali a inizio settembre, ma ancora si decide di non decidere

26 settembre - 20:43
La componente verde appare più cauta in attesa del vertice di lunedì, un appuntamento nel quale c'è una valutazione sull'andamento delle elezioni. Coppola: "Lasciamo piena libertà di scelta alle sezioni territoriali e non ci sono direttive a livello provinciale. Auspichiamo che i cittadini possano votare per il bene della città"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
segui, commenta e partecipa alle discussioni relative al tema.
vota le proposte di altri utenti o proponi le tue idee.
Contenuto sponsorizzato