Contenuto sponsorizzato

Per l'Aquila comincia il "D-Day", lo sbarco in Laguna. Maxi schermi al Bici Grill e Salotto41. Trainotti: "Servono quattro gare perfette"

Da ieri a Mestre oggi i ragazzi di Buscaglia hanno pranzato con pasta o riso come primo, pollo o prosciutto crudo di secondo con contorno di verdure e l'immancabile crostata a chiudere il pasto. Poi massaggi e tattica. Tutto pronto per la finale scudetto 

Il maxischermo del Bici Grill nella finale con Milano
Di Daniele Loss - 10 giugno 2017 - 15:13

TRENTO. Qualche ora, ancora, e poi sarà palla a due. Il "D Day" dell'Aquila Basket, che stasera (alle 21.15, diretta su RaiSport Hd e SkySport) farà il proprio esordio nella serie di finale scudetto al "Taliercio" contro la Reyer Venezia, è iniziato alle 9.45. La truppa bianconera ha raggiunto Mestre ieri nel tardo pomeriggio e, dopo la cena in una struttura alberghiera a poca distanza dal palazzetto, i giocatori si sono sottoposti a massaggi e terapie rilassanti. Oggi la sveglia, una colazione energetica "all'americana" (uova, crostata, cereali, qualche affettato) e il trasferimento al "Taliercio" per la rifinitura pre partita.

 

Prima una breve ripassata degli aspetti tattici più importanti, poi il riscaldamento sotto gli occhi del preparatore atletico Christian Verona e, infine, la fase dei tiri a canestro da varie distante. Insomma, tutto come da copione per un'ora, o poco più, sul parquet dell'impianto che questa sera ospiterà gara 1 della serie che assegnerà il Tricolore. Terminata la seduta, il gruppo ha fatto rientro in albergo per il pranzo. Pasta o riso come primo, pollo o prosciutto crudo di secondo con contorno di verdure e l'immancabile crostata a chiudere il pasto.

 

Successivamente altra seduta di massaggi e terapie (anche se i giocatori, fortunatamente, stanno bene) e poi tutti in camera per il riposo pomeridiano, a cui seguiranno la riunione tecnica (con possibile utilizzo di video), durante la quale Buscaglia e i suoi collaboratori forniranno le ultime indicazioni e offriranno un ripasso generale al gruppo e poi tutti a tavola, attorno alle 17.30 per una merenda (o, per dirla all'americana, uno snack) energetica ma non troppo pesante. E poi? Tutti in pullman per l' "assalto" al "Taliercio": Venezia è una signora squadra, ha un roster decisamente più ampio (al momento) rispetto a quello a disposizione di Buscaglia, ma da stasera tutto ciò conterà relativamente.

 

Si parte da zero a zero (e, in tal senso, conta poco il fatto che, durante la stagione regolare, Trento abbia sconfitto i veneti sia all'andata che al ritorno), ma l'Aquila ha una certezza: i bianconeri hanno "fame", voglia d'impresa e, dopo aver "matato" Sassari e Milano, non intendono fermarsi alle porte del Paradiso. "Non c'è una squadra favorita e una sfavorita - commenta il general manager trentino Salvatore Trainotti -: chi arriva in finale lo ha meritato e, dunque, partiamo alla pari. Cosa farà la differenza? Tutto, trattandosi di una serie di finale, ma più di ogni altro aspetto la concentrazione e la capacità di reagire alle difficoltà in un brevissimo lasso di tempo faranno pendere la bilancia dalla parte di una o dell'altra squadra. Sappiamo che per vincere lo scudetto serviranno quattro grandi partite e dovremo affrontare ogni gara di questa serie come si trattasse di una sfida da "dentro o fuori". Il "Taliercio" sarà infuocato? Normale, trattandosi di una finale scudetto e poi giocare davanti a tantissima gente ed ad un pubblico caldo non credo sia un freno, piuttosto un enorme stimolo per chi scende sul parquet".

 

Tra campo e panchina ci sarà solamente un ex, ovvero Luca Lechthaler, oggi nel roster di Trento e, nella seconda parte della stagione 2011 - 2012, in forza alla Reyer, con cui giunse secondo il Legadue. Poi Venezia venne ripescata in serie A, dopo un ricorso presentato (e accolto) all'Alta Corte di Giustizia Sportiva del Coni. I tifosi trentini al seguito, tra i fortunati che sono riusciti ad accaparrarsi uno dei 62 biglietti messi a disposizione dei suppoters di Trento e gli accreditati, saranno circa un centinaio e, allora, tutti gli altri saranno costretti ad assistere alla sfida davanti alla televisione. Il BiciGrill di via Lidorno e il Salotto 41 (piazza General Cantore) si propongono come punto di ritrovo per tutti coloro che dovranno restare a Trento e proporranno la partita in diretta.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 febbraio - 20:08

Sono 211 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 38 pazienti sono in terapia intensiva. Oggi 1 decesso. Sono 87 i Comuni che presentano almeno una nuova positività

26 febbraio - 18:14

Il dirigente dell'Azienda Sanitaria Pier Paolo Benetollo ha spiegato che ad oggi "Il numero di varianti che stiamo trovando è limitato''. Sono in totale quattro le mutazioni inglesi registrate fino ad oggi in Trentino 

26 febbraio - 18:02

Adesso si parte con la fase successiva. Il virologo del Cibio, Massimo Pizzato: "La prossima settimana prevediamo di proseguire con lo studio. Un migliaio di analisi in parallelo ai tamponi molecolari per verificare la sensibilità dei test salivari. Poi si parte a regime, questo step dovrebbe iniziare a metà marzo"

 
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato