Contenuto sponsorizzato

Levico - Dro: chi sbaglia paga. Derby cruciale per la corsa salvezza

La truppa di Soave è avanti di sette punti ma in fase d'arresto mentre i padroni di casa vengono da buone partite e ritrovano i titolari. Soave dovrà rinunciare certamente a capitan Ischia, Pilenga e al lungodegente Stroppa

Di Daniele Loss - 21 gennaio 2017 - 18:49

LEVICO. Prima di essere un derby, Levico Terme - Dro è soprattutto una sfida salvezza al "calor bianco". Con un'unica certezza: l' "ics" sul tabellino finale dell'incontro sarebbe un risultato inutile per entrambe, visto che la classifica di gialloblù e gialloverdi richiede punti "pesanti" prima possibile.

 

E' vero: il Dro ha sette punti in più rispetto ai padroni di casa, ma è altrettanto chiaro che la squadra di Cristian Soave stia attraversando un vero e proprio "momentaccio" come testimoniano le sette sconfitte nelle ultime nove gare, nel corso delle quali Ischia e compagni hanno raccolto la "miseria" di quattro punti.

 

Il Levico, invece, è sì terzultimo, ma la buona prova di quindici giorni fa contro il Ciliverghe (vittoria per 4 a 2) ha messo in mostra una rosa "viva" e desiderosa di lottare sino alla fine per un obiettivo che, solamente un paio di mesi fa, sembrava irraggiungibile. La sconfitta di domenica scorsa sul campo del Ciserano non deve ingannare: i gialloblù sono stati sì travolti per 3 a 0 dai bergamaschi, ma le tante e pesantissime assenze (Agosti, Calì e Baido, oltre agli under Marini e Pipoli) hanno inevitabilmente condizionato il risultato finale.

 

Domenica il tecnico di casa Mezzanotti ritroverà praticamente tutti gli effettivi e dovrà fare a meno solamente del lungodegente Perosin e Micheli, quest'ultimo prossimo al rientro in gruppo, Calì, operato lunedì allo scafoide della mano, sarà tra i convocati e partirà dalla panchina. Discorso ben diverso è quello che riguarda invece il Dro: out per squalifica Molnar, Soave dovrà rinunciare certamente anche a capitan Ischia, Pilenga, il lungodegente Stroppa (stagione finita per lui) e, quasi certamente, anche a Caridi. In rampa di lancio l'ultimo arrivato, l'esterno mancino Pegoraro, prelevato dal Bassano, che vestirà la maglia numero tre e sarà impiegato dal primo minuto.

 

All'andata fu il Dro ad imporsi: ad "Oltra" terminò 1 a 0 per la compagine di Soave che conquistò i tre punti grazie al rigore trasformato da Amassoka nel corso del primo tempo. Il generoso assalto nella ripresa della formazione guidata all'epoca da Marco Melone produsse diverse palle gol ma nessuna rete.

 

Calcio d'inizio alle 14.30 sul campo (ghiacciato e parecchio "duro") di viale Lido: arbitrerà la sfida Panozzo di Castelfranco Veneto, coadiuvato da Tirico di Modena e Caggiano di Reggio Emilia.

 

LE PROBABILI FORMAZIONI

 

LEVICO TERME (4-2-3-1): Seveso (97); Rippa (99), Agosti, Tobanelli, Pipoli (96); Pancheri, Delcarro; Osti (97), Baido, Tessaro; Braccalenti.

A disposizione: Nervo, Canali, Filippini, Andreatta, Bazzanella, Marini, Sielli, Curzel, Calì.

Allenatore: Davide Mezzanotti.

 

DRO (4-3-3): Chimini; Concato (98), Allegretti, Binatti, Pegoraro (97); Paoli (97), Daldosso, Bertoldi; Milicevic, Amassoka, Crivaro (96).

A disposizione: Clementi, De Min, Farimbella, Corradini, Ruaben, Caridi, Kumrija, Cattaneo, Nicolini.

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 30 settembre 2022
Telegiornale
30 set 2022 - ore 22:49
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
01 ottobre - 19:46
La manifestazione si è svolta in piazza Mazzini a sostegno delle donne iraniane, contro la morte della 22enne curda Mahsa Amini. [...]
Politica
01 ottobre - 18:45
Dopo il brutto risultato della Lega anche in Trentino, più che doppiata da Fratelli d'Italia, si sono aperte delle crepe nella maggioranza di [...]
Società
01 ottobre - 17:30
Si va dalle certezze, come il San Leonardo e si arriva alle novità ''a partire da Revì che si trova in compagnia con diverse cantine da [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato