Contenuto sponsorizzato

Mondiali di ciclismo. Per Daniel Oss è argento e per Gianni Moscon bronzo nella cronosquadre maschile

Il trentino ha dato un contributo decisivo al suo team la BMC mentre il giovane noneso ha spinto Froome e la Sky sulla terza piazza di Bergen

Il selfie di Oss con la medaglia d'argento
Pubblicato il - 17 settembre 2017 - 19:21

BERGEN. Argento a Daniel Oss e bronzo a Gianni Moscon. Doppia medaglia al Mondiale di Bergen per il Trentino arrivate entrambe in quella che è stata la giornata trionfale del Team Sunweb che, dopo aver vinto il titolo della cronosquadre donne, ha conquistato anche quella maschile. Al secondo posto ecco la BMC del nostro Oss (per 8”29 secondi). Terza piazza per il Team Sky, a 22”35.

 

Il titolo della Sunweb è stato in gran parte guadagnato da Tom Dumoulin, che nel tratto in salita ha letteralmente trascinato Kamna, Kelderman, Kragh Andersen, Matthews e Oomen verso la vittoria. Con la BMC si fregia ancora della medaglia d’argento l’azzurro Daniel Oss, generoso come sempre nel suo impegno insieme a Dennis, Dillier, Kung, Scotson e Van Garderen.

 

Il Trentino e con lui l'Italia in questo singolare mondiale per team multinazionali sorride anche per lo splendido bronzo guadagnato da Gianni Moscon, che ha dato un grande contributo ai compagni di squadra Doull, Froome, Kiryienka, Kwiatkowski e Thomas per salire sul terzo gradino del podio. Per Moscon è un importante stimolo in vista delle gare individuali (a cronometro e in linea) che lo attendono.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'8 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 marzo - 20:02

Sono 247  le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 44 in alta intensità. Oggi 4 decessi. Sono 37 i Comuni con almeno un caso di positività

08 marzo - 19:49

Parlano i legali del giovane che spiegano come dal ritrovamento del corpo della madre abbia cominciato a collaborare e ora ''l'indagato si aggrappa a un sentimento di pentimento disperato, che non chiede né ha aspettative di ricevere pietà dalle vittime''. La procura della Repubblica conferma che proseguono le ricerche del corpo del padre Peter e che si procederà ''all'incidente probatorio, finalizzata all'accertamento della capacità di intendere e di volere dell'indagato al momento del fatto''

08 marzo - 19:50

In occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna la Pat ha organizzato un incontro con tanti interventi: “Non aspettate che un uomo cambi. Gli uomini violenti non cambieranno. Denunciate, non siete sole. Denunciate per la vostra libertà, i vostri figli e la vostra serenità. Non abbiate paura”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato