Contenuto sponsorizzato

Schwazer: "Sono stato sicuramente incastrato ma non ci sono speranze che io torni alle gare"

Dopo la squalifica dalle Olimpiadi di Rio il marciatore altoatesino rivela: "Quando si capirà chi mi ha fatto questo mi aspetto, anche se raro in questo Paese, delle scuse".

Pubblicato il - 23 settembre 2016 - 17:27

BOLZANO. "Non penso ci siano speranze che io torni a gareggiare tra otto anni". Sembra arrivata alla parola fine la carriera di Alex Schwazer. Meglio al game over: tropo duro il colpo ricevuto dopo la squalifica dalle Olimpiadi di Rio per doping e, soprattutto, dopo che la Procura di Bolzano ha fatto sequestrare (in virtù di una rogatoria internazionale), solo pochi giorni fa, il campione di urine incriminato per sottoporlo all'esame del Dna. Un modo questo, comunque, per Alex di scoprire il vero colpevole. 

 

"Sono stato sicuramente incastrato - ha detto Schwazer nella sua intervista, la prima di ritorno da Rio, concessa a 'Verissimo' - e quello che adesso resta da capire è come e da chi. Questa cosa del Dna è buona per noi perché riusciremo a capire altre cose. Penso che, se si trovasse una qualsiasi cosa che non appartiene al mio fisico in queste urine, sarà la prova che c'è stato un complotto contro di me". "Quando si capirà chi mi ha fatto questo - ha concluso il marciatore di Vipiteno - mi aspetto, anche se raro in questo paese, delle scuse".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 febbraio - 20:08

Sono 211 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 38 pazienti sono in terapia intensiva. Oggi 1 decesso. Sono 87 i Comuni che presentano almeno una nuova positività

26 febbraio - 18:14

Il dirigente dell'Azienda Sanitaria Pier Paolo Benetollo ha spiegato che ad oggi "Il numero di varianti che stiamo trovando è limitato''. Sono in totale quattro le mutazioni inglesi registrate fino ad oggi in Trentino 

26 febbraio - 18:02

Adesso si parte con la fase successiva. Il virologo del Cibio, Massimo Pizzato: "La prossima settimana prevediamo di proseguire con lo studio. Un migliaio di analisi in parallelo ai tamponi molecolari per verificare la sensibilità dei test salivari. Poi si parte a regime, questo step dovrebbe iniziare a metà marzo"

 
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato