Contenuto sponsorizzato

Un mercato a suon di colpi per l'Aquila. Alla Virtus si prepara una rivoluzione. Gardolo e Cavedine molto attivi. Il punto in Promozione e Prima

Calcio. La stagione è appena stata archiviata, ma tra Promozione e Prima categoria sono diversi gli squilli in questa prima fase del mercato. In Promozione sono diverse le società intenzionate a recitare un ruolo da protagonista per agguantare l'Eccellenza. In Prima Rovereto e Sacco stanno costruendo in grande. Primi colpi per Borgo e Ravinense, a cominciare dalla panchina  

Da sinistra Davide Dalfovo, Alessandro Poli e Luca Baldessari
Di Daniele Loss - 06 giugno 2017 - 12:35

TRENTO. Archiviata la stagione 2016/17, iniziano i primi movimenti di mercato, la battaglia per raggiungere l'Eccellenza si annuncia rovente. Aquila Trento attivissima, mentre la ViPo ha piazzato un solo, ma pesante, colpo. Tante le formazioni che si annunciano protagoniste del campionato che verrà, ma le altre compagini non sono rimaste certamente a guardare, iniziando dalle favorite al titolo. Alla Virtus si prepara una rivoluzione, mentre il neo promosso Cavedine Lasino sta costruendo una squadra solida per affrontare la sua prima stagione in Promozione, mentre a Gardolo il direttore sportivo Manuel Mottes si è assicurato diversi giocatori di spessore.

 

In Prima categoria Sacco San Giorgio e Rovereto stanno costruendo delle corazzate e il mercato è appena iniziato, mentre Borgo e Ravinense, targate rispettivamente Max Ceraso e Marco Fontana, hanno piazzato i primi colpi per recitare un ruolo importante il prossimo anno.

 

In Promozione sono ancora due le squadre senza allenatore. O, per meglio dire, la Condinese non ha ancora sciolto le riserve riguardo al sostituto di Saverio Luciani, mentre il destino dell'Albiano è ancora tutto da definire: la situazione societaria è quantomai complicata con Franco Pistolato (cercato dal Mezzocorona, che con lui vorrebbe costruire un progetto triennale) ancora alla finestra e per nulla convinto di restare in sella senza precise garanzie.

 

La panchina del neopromosso ed esordiente Cavedine Lasino ha, invece, trovato il proprio 'padrone': sarà Stefano Weidling, ex Riva del Garda, a guidare i biancoverdi nella stagione ormai alle porte. Assieme a lui arriveranno diversi giocatori, a partire dal difensore Davide Baceda (ex Dro e Benacense) e dall'esterno Luca Baldessari, ex Mezzocorona, Azzurra e Virtus Trento.

 

Chi fa le cose in grande, anzi in 'grandissima' in categoria, è senza dubbio l'Aquila Trento. Dopo aver confermato il tecnico Luciano Gabrielli, protagonista di una cavalcata trionfale alla guida del sodalizio di via Ghiaie con un girone di ritorno da primissimi posti, il 'patron' Claudio Facchinelli ha regalato al proprio allenatore due veri e propri 'top player' del calibro di Fabio Bazzanella, reduce da cinque stagioni in serie D con Fersina, Dro e Levico Terme e il centravanti Davide Dalfovo, tornato a casa dopo diverse stagioni in Eccellenza e Promozione a suon di gol, l'ultima delle quali con la doppia cifra nel massimo torneo regionale con la maglia del Lavis.

 

E non è ancora finita, perché Facchinelli vorrebbe piazzare un altro 'colpaccio' dopo aver confermato tutti i pezzi da novanta della rosa, a partire da Matteo Bazzanella, Paolo Nardin (che rientrerà dopo l'infortunio) e Alberto Valentini.

 

L'Aquila sarà la 'mina vagante' della corsa verso l'Eccellenza, che avrà certamente come protagoniste la Benacense (salvo ripescaggio, ma di questo se ne riparlerà tra un mesetto e non prima), la Rotaliana, il Mori Santo Stefano e la ViPo Trento.

 

La società di Mezzolombardo, dopo una stagione all'insegna delle mille difficoltà, sta allestendo un vero e proprio 'squadrone': fiducia al tecnico Max Baldo e all'organico del ritorno, con i vari Daniele Speziale, Gianmaria e Federico Conci, Mimmo Torcasio e Marco Zentil che saranno confermatissimi, impreziosito da alcuni innesti di assoluto spessore del calibro di Michael Nervo (ex Alense e Lavis), Pasquale Perri (ex Bolzano e Virtus Bolzano) e, probabilmente, Daniele De Simone, difensore di qualità reduce da una stagione in serie D più che positiva proprio con la Virtus Bolzano. Potrebbe lasciare l'estroso Andrea Paoli, sulle cui tracce ci sono Salorno, ViPo Trento e Lavis.

La Vipo, per l'appunto, ha fino qui messo a segno un solo colpo ma di spessore, prelevando dal Levico Terme il difensore centrale Pierfrancesco Agosti che, per meglio conciliare l'attività sportiva con quella lavorativa, scenderà di categoria dopo un biennio a Levico Terme e, complessivamente sette stagioni in serie D nel corso della sua carriera. Per l'attacco l'obiettivo numero uno è Federico Marchi, ma la concorrenza non manca per l'ex giocatore di Lavis, Mori e Strada del Vino. Un tentativo è stato fatto anche con Michele Filippini, anch'egli in uscita da Levico, ma le parti sono - al momento - distanti. Sul capitano termale si è mossa pure la Fersina, intenzionata a piazzare pochi ma significativi 'colpi' per rimpolpare l'organico che sarà privo di Villani e Bortoli, quest'ultimo in procinto di trasferirsi al Calisio.

 

A Mori, per ora, si registra l'arrivo del centravanti Marco Canali, voluto fortemente dal tecnico Davide Zoller (al rientro dopo una parentesi - più che soddisfacente - nel calcio a 5), mentre per il centrocampo il direttore sportivo Pietro Addeo punta molto in alto e si è fatto avanti addirittura con Andrea Pancheri, che sta discutendo del proprio futuro con il Levico Terme, ma potrebbe non restare in riva al lago. In difesa l'obiettivo numero uno è Nicola Dal Fiume, che porterebbe centimetri ad un reparto che necessita di almeno un altro innesto.

 

La Benacense ripartirà da Alan Gottoli, promosso sul campo dopo un'ottima annata, e si è già assicurata l'esperto attaccante Alessandro Poli, in uscita dal Comano Fiavè. Per gli altri rinforzi, almeno uno per reparto, si lavora con calma e Sharim Pasini, dell'Arco, resta uno degli obiettivi 'caldi' della società biancoverde.

 

Scatenato sul mercato è il neopromosso Gardolo con il direttore sportivo Manuel Mottes che non si è fatto trovare impreparato e ha già consegnato al confermato tecnico Nicola Laratta (assieme a lui resterà anche il 'vice' Filippo Scoz) tre acquisti importantissimi: in difesa ecco Gianluca Vitti, ex Trento e Lavis, che puntellerà la corsia di sinistra, mentre in avanti il rinforzo di qualità si chiama Massimo Orsini, giocatore classe '95 ma già con grande esperienza tra Eccellenza e Promozione. Dalla Virtus Trento arriva, invece, il difensore centrale Matteo Grassi, mentre il portiere David Covi sarà affiancato dal giovane (classe '97) 'fratello d'arte' Alessio Rigione, il cui cartellino è di proprietà del Trento, ma lo scorso anno in forza alla Ravinense.

 

Aria di rinnovamento totale alla Virtus Trento: il nuovo allenatore Max Delnegro e il neodiesse Paolo Malpaga (che sarà anche il 'vice') dovranno rimodellare la rosa della prima squadra, 'segnata' da numerosissime partenze. Contatti sono stati avviati con gli attaccanti Salvatore Carbone (ex Ravinense) e Pietro Villani (prima a Mori e poi a Pergine nell'ultima stagione) e il difensore Luca Moresco (dalla Ravinense) e si punta a trattenere alcuni elementi 'cardine', a partire dal portiere Marco Martinelli, richiesto in Prima Categoria da Ravinense e Borgo.

 

Anche ad Ala i cambiamenti saranno significativi: via gran parte dei 'big', il nuovo allenatore Renzo Scremin dovrà plasmare il nuovo gruppo, che sarà composto da alcuni senatori e tanti giovani di belle speranze. Per la mediana l'obiettivo numero uno è Luca Menegot, di proprietà del Trento, con cui bisognerà trovare un accordo nell'ipotesi che Manuel Brusco (il cui cartellino è di proprietà della società biancazzurra) decida di non vestire più la maglia gialloblù. Altro obiettivo 'sensibile' è l'attaccante Filippo Trainotti, che nell'ultimo anno ha lavorato con Scremin ad Arco, ma il cui cartellino è ancora del Castelsangiorgio. Si punta anche a riportare al 'Mutinelli' l'attaccante Lorenzo Moscatelli, che la Benacense, però, non mollerà troppo facilmente.

 

Il neopromosso Volano sta sondando il mercato (aver confermato il tecnico Sergio Debiasi non è poco, intanto), mentre la Garibaldina cerca alcuni rinforzi di qualità dopo un'annata 'spettacolare': piacciono Demis Cerami, ex Virtus Trento, per la mediana (e sarebbe un ritorno) e Andrea Wang per la difesa, ma il giocatore potrebbe seguire il tecnico Fontana a Ravina.

 

La Bassa Anaunia perderà il centravanti Erik Holler (che potrebbe andare alla Fersina) e il tecnico Marco Bertoncini guarda in Prima categoria, precisamente al Tnt Monte Peller, per rinforzare il reparto avanzato che avrà ancora Davide Franzoi.

 

A Nago si cambierà parecchio: via Kevin Marchione, destinato alla categoria superiore, è probabile che lascino anche i fratelli Lauro e Patrizio Paissan, che interessano certamente al Cavedine Lasino ma pure all'ambizioso Trilacum, in Prima categoria, dove il rientro in società dell'esperto Gigi Bonetti potrebbe portare ad un innalzamento dell'asticella alla voce 'obiettivi'.

 

Non mancano movimenti anche in Prima categoria. Nel girone lagarino si prospetta una 'super' sfida tra Sacco San Giorgio e Rovereto, entrambe impegnate ad allestire dei veri e propri squadroni. Se, come appare logico, le due compagini roveretane saranno inserite nel medesimo raggruppamento sarà veramente corsa tra 'titani' per un posto in Promozione.

 

Il Sacco San Giorgio, che sarà guidato nuovamente da Ennio Floriani, è stato sin qui protagonista di una campagna acquisti a dir poco sontuosa. Dalla Benacense arriverà il centravanti Giorgio Garniga, dall'Alense il centrocampista Mirko Colpo (che, in carriera, ha giocato solamente in serie D ed Eccellenza), mentre la difesa è stata puntellata con Patrick Ceccon (quest'anno all'Albiano e prima in serie D con il Levico) e Loris Scudiero (ex Mezzocorona, Trento e Alense) e si tratta anche con l'esperto Matteo Tamanini, lo scorso anno all'Albiano. E non è ancora finita.

 

Il Rovereto, però, fino qui non è stato certamente da meno: dalla ViPo Trento rientreranno gli attaccanti Marco Tranquillini e Manuel Dacroce e l'attacco sarà completato con un altro 'cavallo di ritorno', quel Michele Marinaro che ha salutato l'Arco. A metà campo ecco Roberto Pedrai, che arriva dalla Benacense, mentre in difesa c'è il 'sì' dell'esperto Cristian Moscatelli. Vale lo stesso discorso fatto per il Sacco San Giorgio: la campagna di rafforzamento è tutt'altro che conclusa e in ballo ci sono almeno altri due 'botti'. Un nome su tutti? Morgan Cristelotti, che potrebbe lasciare Mori e far rientro a casa.

 

Nel secondo torneo a carattere provinciale movimenti significativi anche per Borgo e Ravinense: i valsuganotti riabbracciano mister Max Ceraso, reduce dall''epopea' di Lavis, che riporterà in giallorosso il difensore centrale Fabrizio 'Bicio' Dandrea e il centrocampista Kamal Addi e ha convinto l'attaccante Manuel Fontana, ex Pinè, a sposare il progetto del sodalizio valsuganotto.

 

La Ravinense ripartirà da Marco Fontana, che lascia la Virtus Trento dopo cinque ottime stagioni: assieme all'allenatore arriveranno il centravanti Francesco Mazzola e il difensore centrale Stefano Vaudagna, due 'big' per la categoria.

 

Cambio di guida tecnica invece al Telve: Andrea Pallanch sarà il nuovo allenatore della formazione gialloverde.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 02 marzo 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 March - 05:01

In Alto Adige l'Azienda sanitaria ha denunciato i partecipanti alla messa in scena dove si consiglia di utilizzare vitamina Ce D, estratti di erbe e si parla di buona respirazione e sana alimentazione mentre si mette tra virgolette la parola vaccini anti Covid. Tra loro anche il dottor Cappelletti. Il presidente dell'Ordine del Trentino: ''Decisamente stupito per una presa di posizione così contraria alle raccomandazioni che la classe medica dovrebbe dare in questa fase. Così si confonde la popolazione''

03 March - 08:54

E' successo nelle prime ore di questa mattina. Un'auto si è scontrata con il carrello e altri due mezzi sono andati a collidere per evitare di investirlo. Non ci sono stati feriti 

03 March - 08:06

L'esponente leghista ha preso il posto di Andrea Merler che si è dimesso a metà febbraio. Ad indicare il nome di Bridi è stato il collega Giuseppe Filippin ma il centrodestra nella votazione si è diviso 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato