Contenuto sponsorizzato

Luoghi e località da visitare in Ungheria

Parchi nazionali, musei, tradizioni, ma anche ristoranti e locali notturni. L’Ungheria, destinazione turistica tra le più economiche dell’Est Europa, ha molto da offrire ai viaggiatori in cerca di relax, arte e divertimento.

Pubblicato il - 11 settembre 2018 - 15:18

TRENTOBudapest, la capitale di questo piccolo ma incantevole gioiello mitteleuropeo, è divisa in due parti dal Danubio. Buda, antico quartiere collinare sulla riva destra del fiume, ospita alcune delle attrazioni turistiche più conosciute: il Castello di Buda, con una meravigliosa vista sull’intera città, e il Ponte delle Catene, spettacolare capolavoro architettonico da ammirare soprattutto di sera, illuminato dal bagliore di migliaia di calde luci. Attraversando il ponte si approda al vivace quartiere di Pest, ricco di musei e di palazzi in stile eclettico e neo-barocco.

 

Qui si trovano anche i Bagni Széchenyi: meta ideale per rigenerare corpo e mente, sia d’estate sia in inverno, sono tra i più antichi complessi termali europei e un luogo simbolo della città in stile Art Nouveau. Pest è anche il cuore della vita notturna della capitale: sulle sponde del Danubio si concentrano tantissimi locali adatti alle diverse attività di intrattenimento, come ristoranti, club di lusso, discoteche e casinò – e gli appassionati del tavolo verde (soprattutto coloro i quali amano divertirsi online) tengano bene a mente che in Ungheria, in seguito a una decisione della Commissione Europea, tutte le transazioni, versamenti o prelievi, verso operatori di giochi d'azzardo non dotati di licenza né concessione, e quindi illegali, vengono immediatamente bloccate.

 

Lasciando la bellissima capitale e dirigendosi a nord-est verso il confine con la Slovacchia è possibile visitare il Parco Nazionale di Aggtelek. All’interno di questa area naturale protetta sono presenti sentieri escursionistici sotterranei che conducono alle grotte di stalattiti e stalagmiti più grandi d’Europa.

 

Priva di sbocchi sul mare, l’Ungheria ha adottato il Lago Balaton come meta balneare nazionale. Situato nella parte occidentale del Paese, il “mare ungherese” ha spiagge sabbiose e acque poco profonde, pur trattandosi di uno dei bacini lacustri più vasti d’Europa. Destinazione prediletta dagli amanti del sole e degli sport acquatici, il Balaton offre anche numerosi stabilimenti termali, hotel con servizio wellness e dintorni costellati da cittadine ricche di storia e di cultura.

 

Proseguendo verso sud lungo la valle del Danubio si incontra la cittadina di Pécs, capoluogo culturale della regione e sede di una dinamica vita artistica. Pécs ospita un gran numero di musei e di monumenti del passato che testimoniano il susseguirsi delle diverse epoche storiche. La città vanta inoltre una tradizione enogastronomica millenaria: la regione vinicola di Villany, poco più a sud, gode di un benevolo clima mediterraneo, ideale per la coltivazione delle viti.

 

Chi volesse non solo bere, ma anche mangiare come un vero e proprio ungherese, sappia che la cucina magiara è nota per l’uso della paprika e per il gulash, uno stufato speziato di manzo o vitello. La Palinka è un’acquavite aromatica ideale per accompagnare gli antipasti, mentre l’Unicum, il liquore ungherese tradizionale, è il digestivo a base d’erbe più antico d’Europa.

 

L’Ungheria è un’ottima scelta per una vacanza di relax ma allo stesso tempo attiva e divertente, che offre bellezze naturalistiche, itinerari culturali e un'eccellente produzione vinicola.

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.20 del 08 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 dicembre - 16:56

Tra i dati sempre più drammatici del Paese, Bolzano e Trento restano i luoghi dove le donne hanno più figli (rispettivamente 1,74 e 1,49). I maschi trentini sono quelli del nord che hanno figli più tardi (35,8 anni). I nomi più diffusi in Italia tra i neonati sono Francesco e Sofia, in Trentino e Alto Adige cambiano

09 dicembre - 18:33

Soddisfazione all'Apt per il grande afflusso di turisti e visitatori tra le 92 casette del Mercatino e le 400 bancarelle della Fiera di Santa Lucia

09 dicembre - 05:01

Giovedì sera Jacob è rimasto vittima di un atto di razzismo mentre si trovava in piazza Cesare Battisti per bere un brulè con gli amici. Saputo quello che era successo l'assessore comunale Roberto Stanchina e la direttrice dell'Apt Elda Verones, si sono immediatamente messi in contatto con il ragazzo chiedendogli scusa

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato