Contenuto sponsorizzato

Come funzionano gli sconti booking.com

Viaggiare low cost non vuol dire essere costretti a rinunciare alla comodità o fare riferimento a sistemazioni di bassa qualità. Ci sono numerosi modi per risparmiare quando si è in giro per il mondo, e uno di questi è approfittare degli sconti booking.com

Pubblicato il - 16 gennaio 2019 - 11:06

TRENTO. Viaggiare low cost non vuol dire essere costretti a rinunciare alla comodità o fare riferimento a sistemazioni di bassa qualità. Ci sono numerosi modi per risparmiare quando si è in giro per il mondo, e uno di questi è approfittare degli sconti booking.com. Tra i numerosi vantaggi che vengono messi a disposizione dal portale c'è anche la possibilità di usufruire di un'assistenza completa, garantita 24 ore su 24: così, anche nel caso in cui ci si dovesse imbattere in qualche imprevisto, non si correrebbero rischi di alcun genere e si sarebbe supportati in modo ottimale. 

Gli sconti: cosa sono e come vanno sfruttati

Per sfruttare gli sconti booking.com non bisogna far altro che cliccare sul collegamento del codice che si ha a disposizione, per poi prenotare unicamente nella sessione che è stata aperta; non rispettando tale procedura, vengono meno i vantaggi correlati alla promozione. Ogni account ha la possibilità di usare una sola tipologia di sconto una volta sola. Nel caso in cui venga richiesto uno sconto che è già stato utilizzato, anche se da un'altra persona, il premio non viene attribuito.

 

Dopo che la prenotazione del soggiorno è stata portata a termine, ci si deve recare nelle impostazioni del proprio account: quindi, nella sezione dedicata alle carte di credito bisogna abilitare alla ricezione dei premi la propria carta. Così, dopo che il check out è stato eseguito, il sito chiede alla struttura alberghiera se il cliente è davvero uscito. 

Le tipologie di sconto

Sono due i tipi di sconti booking di cui si può usufruire. Il primo consiste in un codice sconto di 15 euro sul totale della prenotazione: si tratta, cioè, di un rimborso complessivo di questa entità che viene erogato a prescindere dalla spesa globale che si sostiene.

 

Il rimborso viene erogato al rientro dall'albergo. Il secondo sconto, invece, è pari al 10% di sconto sul pernottamento, e anche in questo caso il rimborso viene eseguito al rientro. In teoria, il secondo tipo di sconto potrebbe apparire più allettante, anche perché più consistente: se, per esempio, si ipotizza di spendere 300 euro, è ovvio che uno sconto del 10% si traduce in un risparmio di 30 euro. Molto dipende, insomma, dalla spesa complessiva: quando il prezzo del viaggio non supera i 150 euro, vale la pena di optare per lo sconto da 15 euro, mentre quando si andrà a spendere di più la matematica suggerisce di utilizzare lo sconto percentuale.

Come si usa il codice sconto

In pratica, attraverso il codice sconto da 15 euro, si ha la possibilità di guadagnare tale cifra come rimborso in denaro. Chi non ha mai usato Booking in precedenza deve, prima di tutto, registrarsi presso il sito, in modo da ottenere le credenziali che gli permetteranno di eseguire l'accesso. A questo punto non rimane che mettersi in cerca dell'alloggio che si desidera. Alla fine di tutto il percorso, il premio a cui si ha diritto viene erogato direttamente sulla carta di credito. 

Perché scegliere Booking.com

La disponibilità di codici sconto è solo uno dei motivi per cui tutti gli appassionati di viaggi suggeriscono di fare riferimento a Booking.com per l'organizzazione delle proprie trasferte. Più in generale, è la vastità dell'offerta di cui si può usufruire a rendere il portale così attraente, insieme con la semplicità di prenotazione che permette di acquistare il biglietto di un volo aereo o prenotare una camera di un hotel nel giro di pochi minuti, e grazie ad alcuni clic, in qualunque posto ci si trovi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 12:15

La Uil invita quindi il vescovo Lauro Tisi a valutare la possibile di cedere quel patrimonio che la curia non intende più utilizzare. Alotti: "Sarebbe un'ottima scelta dal punto di vista ambientale e sociale. Una soluzione per interrompere il consumo di suolo, incentivare i lavori di edilizia pubblica, le ristrutturazioni, e aumentare in modo rilevante l’offerta di alloggi"

23 settembre - 11:53

Ovunque si organizzano comitati intimoriti dall'arrivo della nuova tecnologia (anche a Dro dove sono state raccolte oltre 400 firme) e dal fatto che verranno installate nuove antenne per supportarla convinti che ciò aumenterà l'inquinamento elettromagnetico. In realtà è proprio il contrario. Ce lo spiegava l'ex direttore del nodo italiano degli Eit, Roberto Saracco, e ora lo spiega anche la principale associazione a tutela dei consumatori

23 settembre - 06:01

A Castello Tesino, venerdì sera, i tre sindaci della zona hanno organizzato una conferenza (molto partecipata a dimostrazione del fatto che la gente vuole essere informata) sul lupo ma non hanno avuto il supporto di nessun tecnico o assessore provinciale e, inconsapevolmente, hanno riportato anche alcune cose assurde (come che nella zona gli esemplari sarebbero ibridi, falsità totale) e alla fine la figura migliore l'ha fatta l'ex assessore Dallapiccola, presente in sala, che almeno ha portato la sua esperienza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato