Contenuto sponsorizzato

Lavori in arrivo sulla ferrovia della Valsugana: soppressi i treni, si viaggia in autobus

L'intervento riguarda la tratta di percorrenza Trento-Bassano (e viceversa) per la giornata di domenica 5 maggio. I pullman faranno tutte le fermate previste per il treno

Pubblicato il - 29 aprile 2019 - 12:55

TRENTO. Lavori in arrivo sulla tratta ferroviaria della Valsugana e passaggio dei treni interrotto. A disposizione dei passeggeri saranno degli autobus sostitutivi.

 

I lavori (di manutenzione straordinaria) lungo la linea Trento-Bassano (e viceversa) sono in programma per domenica 5 maggio. Di conseguenza i treni della mattina e del primo pomeriggio di quel giorno, fanno sapere da Piazza Dante, non effettueranno la tratta.

 

Saranno sostituiti con autobus con fermate previste in tutte le stazioni di ordinaria percorrenza. Sempre il 5 maggio sarà sospeso anche il servizio di trasporto biciclette.

 

Per indicare i punti di fermata degli autobus sostitutivi saranno esposti appositi avvisi ai viaggiatori nelle stazioni della tratta interessata.
 

In particolare gli autobus sostitutivi riguardano le corse in partenza da Trento per Bassano del Grappa alle 8.05, 9.05, 11.05, 13.05 e in partenza da Bassano in direzione Trento delle 7.25, 9.25, 11.25 e 13.25.

I sistemi informatici e i canali di vendita di Trenitalia sono aggiornati con gli orari previsti per quel giorno.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.15 del 22 Gennaio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 gennaio - 19:45

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio si è dimesso dal ruolo di segretario del M5S a seguito del processo di riforma interno che ha portato all'istituzione dei facilitatori, figure di raccordo tra centrale e locale. Tra questi, in Trentino, il consigliere provinciale Alex Marini. "Grazie a Di Maio, il Paese è diverso anche per il suo lavoro". E il leghista Savoi si lascia andare all'ennesima caduta di stile

22 gennaio - 19:23

Mentre ancora oggi il presidente della Pat dimostra di non aver capito che problemi complessi richiedono soluzioni altrettanto articolate (e, demagogicamente, lega la nascita della Scuola di Medicina al ''dare risposte concrete ad un territorio di montagna come il nostro'') appare evidente che la linea della giunta è stata stralciata completamente e in Veneto si parla di una Padova che ''si fa da parte'' (e apre a Treviso una facoltà da 60 posti)

22 gennaio - 18:42

Al momento del voto le opposizioni sono uscite dall’aula facendo mancare il numero legale: “Ripartiamo daccapo”, Matteotti (M5s): “Dietro a un po’ di verde si nasconde un grande blocco di cemento”. La replica di Zanoni: “Variante coraggiosa, noi vogliamo difendere i valori morali della città che non possono essere schiacciati da nessun potentato di turno”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato