Contenuto sponsorizzato

Vacanze in famiglia ad Andalo, tutto il piacere di stare insieme

Le vacanze estive sono il momento perfetto per riunire la famiglia e per trascorrere insieme del tempo di qualità. Per riuscire al meglio in questo intento è fondamentale scegliere la meta giusta

Pubblicato il - 17 giugno 2019 - 11:15

ANDALO. Le vacanze estive sono il momento perfetto per riunire la famiglia e per trascorrere insieme del tempo di qualità. Per riuscire al meglio in questo intento è fondamentale scegliere la meta giusta. Avete sempre optato per il mare, ma volete fare un'esperienza nuova e coinvolgente? Allora, perché non puntare alla montagna, così da respirare aria fresca e pulita, stare a contatto con la natura ed assaporare pietanze genuine e gustose?

 

Scegliere il Trentino per il proprio soggiorno è sempre la soluzione migliore, in quanto si tratta di una regione incantevole e dove è possibile godere di alcuni dei migliori panorami del Bel Paese. Tuttavia, tra le vaie località disponibili, particolarmente interessante è Andalo, che sorge sull'incantevole Altopiano della Paganella.

 

Raggiungere questo piccolo angolo di paradiso montano è facile, poiché dista solo pochi chilometri dall'autostrada. Inoltre, i servizi disponibili e le attività da svolgere sono davvero tante e sono indicate anche per i più piccoli, così da mettere al bando la noia e trascorrere dei momenti indimenticabili da preservare nella memoria.

 

Scegliere l'alloggio giusto: come fare?

Quando si viaggia in famiglia, soprattutto se ci sono dei bambini piccoli al seguito, è molto importare scegliere l'alloggio con attenzione, in modo da evitare problemi e da rendere la permanenza migliore possibile. Del resto, i più piccoli hanno necessità specifiche, a cui è necessario attenersi. Tuttavia, non sempre le strutture sono in grado di fornire i servizi necessari per soddisfarle.

 

Detto ciò, però, per riuscire ad garantire comfort ed efficienza, non è indispensabile strafare, ovvero puntare ad alberghi eccessivamente costosi, ma basta sapere cosa cercare. La cosa migliore è individuare un hotel Andalo 3 stelle dotato di camere ampie e confortevoli a cui poter aggiungere culle, lettini, fasciatoi, spondine anticaduta e vaschette per il bagno. Importate è anche la presenza di un ristorante, in cui sia possibile richiedere un menù e delle stoviglie su misura per i più piccoli.

 

Inoltre, particolarmente indicate sono le strutture dotate di giardino e di animazione, poiché permettono anche ai genitori di rilassarsi e di ricaricare le energie. Gli alberghi migliori forniscono anche passeggini, seggiolini, forni a microonde e scaldabiberon, così da agevolare gli spostamenti e la preparazione dei pasti dei bambini appena nati.

 

Cosa fare ad Andalo in estate con i più piccoli?

Annoiarsi in famiglia ad Andalo in estate è impossibile, in quanto le attività da svolgere sono davvero tante. Prima di tutto è possibile prendere parte alle numerose escursioni, che hanno come scenario le magnifiche Dolomiti di Brenta. Non bisogna preoccuparsi della difficoltà, in quanto vi sono sentieri ed itinerari adatti ad ogni tipo di livello.

 

Di fatto, è possibile anche effettuare camminate con i passeggini, così da consentire anche ai più piccoli di entrare a contatto con la natura e di respirare l'aria fresca di montagna. Non mancano, inoltre, i percorsi bike per famiglie, che permettono di esplorare il territorio in totale sicurezza.

 

Per chi vuole avere un contatto diretto con gli animali, interessanti sono le fattorie didattiche ed il Parco faunistico di Spormaggiore. Se, invece, dovesse venirvi voglia di avventura, il Forest Park di Molveno è l'ideale, in quanto consente di muoversi sospesi tra gli alberi, avvalendosi di funi, periferiche, corde e ponti. Da non perdere è anche l'Andalo Life Park, che permette di praticare oltre 30 attività differenti, nei pressi del lago.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.19 del 12 Novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 novembre - 12:44

A esprimere forti perplessità sull'operazione i territori. E arriva la presa di posizione, pubblica, di Simone Santuari, presidente della comunità valle di Cembra a rappresentare anche le preoccupazioni di molti sindaci. Santuari: "Lavoriamo a consolidare il rapporto tra la valle di Cembra e la Rotaliana per cercare di costruire un percorso tra le due Comunità"

13 novembre - 12:49

I disagi provocati dalle precipitazioni nevose di questa notte sono diffusi su tutto il territorio provinciale. La possibile caduta di alberi e il pericolo valanghe ha portato alla chiusura di alcuni passi e tratti di strade provinciali. In Tonale la neve caduta ha raggiunto i 70 centimetri. Abbondanti fiocchi sono scesi in tutte le vallate del Trentino

13 novembre - 05:01

Massimo Kunle D'Accordi, giurista, ricercatore e consulente in materia di immigrazione è un profondo conoscitore della mafia nigeriana. Sua una delle ricerche più importanti sul fenomeno. Fondamentale l'attenzione messa dalle forze dell'ordine. "Sul piano locale - spiega - la penetrazione e il radicamento delle organizzazioni mafiose nigeriane dipenderà anche dalle azioni, sul piano sociale e della conoscenza, che il Trentino saprà attuare per fronteggiare il fenomeno"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato